strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Marte! 150 anni di scienza e immaginazione

26 commenti


Nulla va mai secondo i piani, come cantavano gli Styx.

Il piano iniziale prevedeva il lancio del’agile volumetto lemuriano Marte! 150 anni di scienza e immaginazione per il 9 del mese.
La stessa data che, per una curiosa coincidenza, la Disney aveva scelto per il lancio in Italia di John carter di Marte, il blockbuster basato sui lavori di Edgar Rice Burroughs, che figurano prominentemente nell’agile volumetto.
Ma ora scopriamo che la House of Mouse ha anticipato al 7 l’uscita della pellicola – probabilmente per bruciare il lancio di Marte!
Niente di meglio allora che rendere disponibile l’agile volumetto con due ulteriori giorni d’anticipo.
Dopotutto, è un gioco che si può fare in due.

Marte! è una breve panoramica sul rapporto che ha legato i terrestri ai marziani, nella scienza e nell’immaginazione, fra il 19° ed il 21° secolo, con enfasi particolare sulla natura avventurosa della questione (si tratta, dopotutto, di un Agile Volumetto Lemuriano).

Il campionario di citazioni e di titoli, di fatti e fattoidi, si accompagna a due appendici, una per i cacciatori di libri a remainder e sulle bancarelle, ed una sulla spaventosa Maledizione del Pianeta Rosso.

Il volumino è disponibile in formato epub, dalla mia pagina degli ebook (link in alto a destra) e dal catalogo del Lemuria Social Club (dove troverete anche altri titoli, molto interessanti).

Sulla base di varie richieste ricevute nei giorni passati, il volume viene anche rilasciato in formato PDF.
Anche questo si può scaricare dalla pagina degli ebook.

Marte! è disponibile gratuitamente – per quanto le donazioni siano come sempre beneaccette.

Buona Lettura!

About these ads

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

26 thoughts on “Marte! 150 anni di scienza e immaginazione

  1. Bello svegliarsi la mattina e foraggiare l’ipad con titoli come questo. Grazie!
    Ora sono in fuga, ma ne riparleremo…

  2. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. Toh, parrebbe una coincidenza, ma giusto una settimana fa e` uscita una mia avventura Savage Words proprio per MARS, setting molto Johncarteriano (si puo` dire :) ?) della Adamant.
    Un po’ di shameless self promotion…

    http://www.rpgnow.com/product_info.php?products_id=99906

  4. scaricato, letto, “pagato”, e ti segnalerò in provato un paio di refusi
    Andrea

  5. @Andrea
    Che dire… grazie.
    Per i refusi, metterò anche lì in cantiere una revisione.

    Però… Piaciuto?

  6. Che cattivoni questi della Disney…
    Certo il loro John Carter sembra una brutta copia di Conan, però una possibilità magari gliela darò al film.
    Complimenti per la nuova uscita.

  7. Sì sì piaciuto e sul pezzo visto il traino Disneyano.

    @Nick, le recensioni uscite finora sono positive: es. http://uk.movies.ign.com/articles/121/1219191p1.html

  8. Bel lavoro Davide, una corsa sfrenata tra le sabbie di Marte è quel che ci vuole per cominciare bene la giornata!

  9. Fantastico! Probabilmente lo leggerò prima di aver visto JC, ma del resto il libro l’avevo già letto!
    Per inciso, non sapevo che Ubuntu One supportasse link per download. Interessante…

  10. @ Andrea Sfiligoi.
    Grazie per il link. ;)

  11. Got the package, l’ho letto ieri con grande piacere. Di parecchi titoli non avevo mai sentito parlare, ammetto la mia catastrofica ignoranza. Potrebbe anche essere un buon pretesto per rileggersi il vero John Carter, ignorando con letizia il film della Disney che mi sta già procurando fenomeni allergici.

  12. @Angelo
    Per una curiosa coincidenza, pare che Urania abbia deciso di ristampare il primo John Carter “nella classica traduzione di Cossato & Sandrelli”, e che lo faccia uscire proprio in contemporanea col film.
    Non si sono neanche presi la briga di fare una nuova traduzione.

  13. ehe ehehehe una nuova traduzione? Con quello che costa? Vuoi mettere risparmiare un compenso misero pagato a un precario, magari in nero?

  14. Ottimo lavoro…da diffondere il più possibile anche tra il pubblico generalista.

    Giusto un dettaglio da bibliofilo pignolo: hai preso in considerazione di citare anche “Moving Mars” di Greg Bear? E’ vero che il gioco delle citazioni potrebbe durare all’infinito – e qualche esclusione bisogna pur farla! – però quello è un titolo che uscì anche in Italia per la Nord.

  15. @Squirek
    Non ho citato il libro di Bear (e decine di altri, in effetti), perché l’ho classificato come hard sf, e quindi poco attinente al taglio avventuroso della storia.
    Ma sì… insieme con un paio di altri dettagli mancanti che mi sono stati segnalati (Martian Manhunter!), lo metto in lista per una futura seconda edizione ampliata.

  16. Preso!

  17. Reblogged this on Iho's Chronicles and commented:
    Penso che Marte abbia un grande spazio nell’immaginario collettivo quando si parla di fantascienza. Dico penso perché colui che vi parla, pur essendo un ingegnere precario, non ha una grande voglia di estendere al proprio tempo libero tutto ciò che lo interessa molto invece nel suo lavoro.
    Quindi chi vi sta suggerendo di leggervi il post rebloggato e di conseguenza il volume proposto in esso non si considera un lettore abituale di fantascienza.
    Il valore che trovato in questo “agile volumetto” è stato un tentativo, secondo me riuscito, di spiegarmi come Marte sia diventato quello che è oggi nella nostra immaginazione e come si siano evolute nel tempo le idee della vita su Marte, analizzando i vari passaggi dall’invasione della terra da parte dei marziani, all’invasione di Marte da parte degli umani, dalle premesse di un mondo decadente, ma ancora vivo a quelle della triste realtà di un ammasso di rocce inospitali,e ai tentativi di molti autori di trovare motivi per negare questa “triste realtà dei fatti”.
    Se un’idea si forma nell’immaginario è perché deve avere avuto una genesi nella quale si è spesso evoluta radicalmente e in modi complessi. Una genesi che vale sempre la pena di conscere se non si vuole farsi vedere la barzelletta del barista di turno.

  18. Pingback: Diaboliche menti marziane | Plutonia Experiment

  19. Pingback: L’Iguanodonte Perduto « strategie evolutive

  20. Pingback: La Serie Marziana | strategie evolutive

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.525 follower