strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Diamoci una bella pacca sulla spalla collettiva

1 Commento

Io a tutta ‘sta faccenda delle crisi ambientali non ci credo più. Sono trent’anni che gli scienziati fanno del terrorismo; e una volta sarà una glaciazione imminente, un’altra l’inquinamento, poi l’effetto serra. E in definitiva non è successo niente.

Ne conosco parecchi che la pensano così, e riescono a fare questo discorso in pubblico senza vergognarsi.

Poi ci sono quelli che tanto se dobbiamo morire non ci possiamo fare niente.

Quelli che noi ci occupiamo di sviluppare un fatturato, non di salvaguardare l’ambiente, noi pensiamo ai posti di lavoro.

E quelli che mi ributtano più di tutti, quelli che è tutta una cospirazione per minare il nostro stile di vita. Ci vogliono vedere tutti poveri e infelici, senza cellulare, a guidare automobili a batteria che vanno piano e a mangiare cibi insipidi.

OK, coglioni, questo post è dedicato a voi.

I numeri cantano

The Numbers:
World chlorofluorocarbon consumption, 1986: 1.08 million tons
World chlorofluorocarbon consumption, 2006: 0.04 million tons

La notizia mi rimbalza dal blog dello scrittore americano David Brin, che la considera un motivo sufficiente per un cauto ottimismo.

Ci sono altri numeri, altrettanto positivi…

  • 197 milioni di tonnelate di monossido di carbonio immesse in atmosfera negli USA nel 1970
  • 89 milioni di tonnellate di monossido di carbonio immessi in atmosfera negli USA nel 2005

Facciamo festa, ma senza esagerare.
Stiamo cominciando a frenare.

Il muro è paurosamente vicino, i paesi in via di sviluppo spingono per accelerare ma lentamente stiamo frenando.

Forse non saremo tutti morti per il 2020.

E così potranno andare avanti a dire che noi scienziati (o noi scrittori di fantascienza) non facciamo che preannunciare catastrofi che poi, dannazione, non avvengono.

Idioti.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

One thought on “Diamoci una bella pacca sulla spalla collettiva

  1. Pingback: La crisi invisibile (dormendo nella casa in fiamme) « strategie evolutive

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.