strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Finalmente è cominciato

Lascia un commento

Stuporone.

radiohead 3 showI Radiohead, band britannica abituata a spostare centinaia di migliaia di copie dei propri dischi grazie al sound e non certo all’avvenenza fsica (scusate, vista la foto, non sono riuscito a trattenermi), ha annunciato che per l’uscita del loro prossimo album In Rainbows salterà gli intermediari, si lascerà alle spalle la casa discografica e venderà direttamente la propria opera tramite web.

Disponibile in due formati – uno in hardcopy su CD e vinile di alta qualità con libretti, artwork e materiale aggiuntivo, uno in download digitale – il disco, settimo nella produzione della band, non verrà per ora distribuito attraverso i normali canali commerciali, e ha prezzo.

Nel senso che, per ciò che riguarda il download digitale, il prezzo lo decideranno gli acquirenti.

Se da una parte la notizia è rivoluzionaria, dall’altra è semplicemente la messa in atto di teorie postulate – ad esempio – da Nicholas Negroponte nei primi anni ’80.

L’esperimento è interessante – e accoppia un metodo di distribuzione alternativo ad unamodalità completamente nuova (per lo meno in ambito discografico) di gestire i pagamenti per i prodotti della creatività umana.
Esistono decine di altri esempia profilo infinitamente più basso, ma quello dei Radiohead è il primo a guadagnarsi l’onore delle cronache.

Intanto, i Radiohead aspettano di vedere cosa sucecderà.

Le case discografiche sudano freddo.

I fan italiani si domandano “Perché dovrei pagare se posso scaricarmelo aggratise?”

E La Stampa, come sempre solida fonte d’informazione corporativa, ammette che si tratta dell’inizio di una possibile rivoluzione

Sempre, beninteso, che il computer funzioni, che i dati della carta di credito siano acecttati, che la mail dove ricevere il linkper scaricare i brani acquistati sia digitata correttamente, che il sito non sia sovraccarico. Per qualcuno di questi motivi, o forse per tutti, e altri che non conosciamo, ieri non sono bastate tre ore per acquistare il disco.

“O forse per tutti”?!

E’ paura, quella che sento, innescata sopra ad un solido zoccolo di incompetenza informatica?

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.