strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Direttamente dal Nautilus

Lascia un commento

Una buona notizia per chi ama la musica e il genere steampunk: Joshua Pfeiffer ha visto la luce.

E chi diavolo sarà mai, Joshua Pfeiffer?, si potrebbe domandare il lettore meno informato.

discovery1Pfeiffer è il cervello all’origine dei Vernian Process, “storica” non-band post-punk specializzata nel fare…beh, musica techno del diciannovesimo secolo, colonne sonore per i film di Melies, musica della rivoluzione industriale.

Ampio bagaglio di sintetizzatori, theremin, fairlight e altra oggettistica elettronica, ricco campionario di effetti speciali, ed in più le composizioni di Pfeiffer, il genere di personaggio che è in grado di citare Kate Bush, i Clan of Xymox e Edward Elgar fra le sue fonti diispirazione.

Il risultato è interessante – assolo di organo provenienti direttamente dalle interiora d’ottone del Nautilus, salon music per ballerini meccanici, paesaggi romantici con uso di meccanismi ad orologeria.
Non mancano gli anacronismi più selvaggi – le cover più impensate, i riarrangiamenti di famose colonne sonore (da Morricone a Elfman), il jazz delle origini (Scott Joplin), la musica di famosi videogiochi giapponesi (Castlevania, Final Fantasy, Legend of Zelda).

Peccato che finora reperire questi dischi fosse un’impresa degna di un eroe romanzesco.

Ma adesso, come dicevamo, Joshua Pfeiffer ha visto la luce.

E, dal maggio scorso, il nostro ha deciso che dopotutto lui la sua musica l’ha sempre fatta per la gente, non per i soldi, e quindi chi non riesce a trovare i suoi CD in commercio, può anche scaricarseli gratis dal suo sito.

Un altro esempio di società agalmica, e di forme di economie alternative al mercato dominante.

forgottenage1Attualmente disponibili per la gioia dei neovittoriani

  • Symphonic Collection (forse un buon punto di partenza per i meno temerari)
  • Catalyst (un doppio album)
  • The Forgotten Age (che include l’imperdibile The Elegance of Espionage)
  • Discovery (probabilmente l’album più popolare della band)

Con un po’ di pazienza e sagacia, è pure possibile reperire in rete il best of Catching Up with Vernian Process.

E’ un piacere poter scaricare musica legalmente.

Personalmente diffiderei alquanto di unapersona che ascolti solo questo genere di musica (ma abbiamo già parlato a lungo del fossilizzarsi su unsolo genere e sugli effetti deleteri che ne derivano), ma unascolto occasionale, nelle notti di luna piena o quando infuria la tempesta, potrebbe risultare piacevole ai più retrofuturisti.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.