strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Il più acido degli antiromantici

14 commenti

File:Jbcabell.jpgI peccati della gioventù tornano a perseguitarci come spettri una volta passata la quarantina.
E così, pochi minuti or sono, mi sono ritrovato a citare James Branch Cabell.
Ad una signora, oltretutto.
Sposata.
Orribile.

“None the less,” observes Jurgen, “it does not behove God-fearing persons to speak with disrespect of the divinely appointed Prince of Darkness. To your further confusion, consider this monarch’s industry! Day and night you may detect him toiling at the task Heaven set him. That is a thing can be said of few communicants and of no monks.[…]”

O, in poche parole, il Diavolo dopotutto fà esattamente il lavoro che Dio gli ha destinato.
Il che non si può dire di molti credenti e certo di nessun prete.

Ci fu un tempo in cui citare Cabell ad una signora avrebbe potuto causare indignazione, scandalo, magari anche un ceffone.
Ma oggi, ahimé, nessunopiù ricorda James Branch Cabell – gentiluomo della virginia, autore di cinquanta romanzi, venticinque dei quali costituiscono un’unica, lunga, complicata narrativa.
Autore di Jurgen, a Comedy of Justice – il romanzo dalla prima pagina del quale è presa la citazione qui sopra, e che per i suoi contenuti ribaldi (ma raffinatissimi) venne portato in tribunale.
Ed essendo tali contenuti ribaldi, sì, ma raffinatissimi, Cabell fu in grado di dimostrare che, lungi dal corrompere i giovani, tali ribalderie erano comprensibili solo a chi si fosse posto con malizia a leggere il romanzo – ribaltando insomma l’accusa di oscenità sui suoi stessi accusatori.
Venne prosciolto.

English: dust-jacket of Jurgen by James Branch...

Di cosa parla Jurgen?
Di un giovane poeta che, disilluso, si è tramutato in tarda età in un cinico usuraio
Il suo cinismo è in parte giustificato: la donna che amò in gioventù ma gli preferì un vecchio riccastro, ora, anziana, impegna nella sua bottega i gioielli per pagare i propri amanti.
Jurgen si picca di vedere le cose per come stanno.
Ed avendo una sera preso le difese del Diavolo in una discussione con un frate (vedi sopra), viene premiato da Colui che ha fatto le Cose come Sono (Cabelliana divinità contrapposta a Colui che ha fatto le Cose come Dovrebbero Essere) con una calorosa stretta di mano, e un augurio di ogni possibile felicità.
Jurgen replica che, purtroppo, lui è già sposato.
E il suo interlocutore, per ricompensa, gli fà sparire la moglie.
Ma la gente chiacchiera, e Jurgen è costratto a partire in cerca della moglie, per tacitare le malelingue.
Da qui, le peregrinazioni dell’usuraio, ringiovanito per magia e dotato di una famosa camicia e di una spada con un nome illustre, lo porteranno a confrontare se stesso in gioventù, a visitare un Inferno creato solo per soddisfare il desiderio di espiazione di suo nonno e un paradiso che esiste solo in funzione della bontà d’animo di sua nonna, un regno dove tutti gli eroi e gli dei classici convivono (Achille ha sposato Elena e ne è imperatore), un castello infestato, un’aula di tribunale per un processo presieduto dai Filistei (questo capitolo venne aggiunto dopo il processo a Cabell) e infinite altre avventure, fra inganni, disillusione e belle donne afflitte dal solito annoso problema – che il marito non le capisce.
Ma Jurgen sì.

Ammirato da autori disparati come Ray Bradbury, James Blish, R.A. Heinlein, Jack Vance, Fritz Leiber, Larry Niven, Neil Gaiman e Lin Carter – quest’ultimo curò la ristampa di sei dei venticinque romanzi del ciclo di Dom Manuel negli anni ’70, come parte dela storica collana Ballantine Adult Fantasy – James Branch Cabell è oggi dimenticato da tutti, fuorché da pochi appassionati di letteratura d’immaginazione.
Jurgen uscì anche in italiano, in un antico Oscar Fantasy ormai perduto.
Io lo lessi in inglese quand’ero al liceo – e c’è molto, nel cinismo di Cabell più chenella sua ribalderia d’antan, che può piacere al liceale medio, specie se non troppo bene integrato all’interno della propria classe.
In questo, Cabell è certamente il proprio peggior nemico – alla lunga il distacco e la superiorità, la citazione colta e il bon mot lavorano contro la narrativa.
Si esce dal liceo, si lascia Jurgen a riposare sullo scaffale.
Salvo poi ricordarlo nei momenti meno opportuni.

Powered by ScribeFire.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

14 thoughts on “Il più acido degli antiromantici

  1. sette romanzi in quattro volumi in italiano, ultimo appunto Jurgen, e son già passati 17 anni… (“solo” 11 contando un racconto)

    credevo di avere una copia in più senza copertina de “L’incubo” ma, vaccamiseria, o l’ho già regalato scordandomene o non so più dove l’ho messo.

  2. no accidenti, otto in cinque volumi: L’Incubo (Smith, Smirth e Smire), Amleto aveva uno zio, A proposito di Eva, Don Manuel di Poinctesme e Jurgen

  3. Con l’eccezione di Jurgen e Dom Manuel, gli altri sono considerati lavori “minori”.
    Anche se “Amleto aveva uno zio” è grande.
    Ed è il primo di una trilogia.
    E non invidio il traduttore di “Something About Eve”, che è tutto un gioco di parole, e un tour de force di anagrammi ferocissimi…

  4. Ho sempre voluto leggerlo proprio per via della stima espressa da Heinlein, Leiber e Vance (tre miei pilastri) a più riprese. Stavolta mi sa che mi fiondo repente su Amazon…

  5. Questo blog si preannuncia una sciagura per la mia wishlist…Cabell (assieme a Eddison) è un autore che ho sempre visto stracitato ma che non ho mai letto. Ora ho l’opportunità di comprare “Figures of Earth” e “The Silver Stallion”. Sono validi? Vale la pena?
    Grazie

  6. Figures of earth e The Silver Stallion sono il primo e il terzo secondo volume del ciclo di Dom Manuel, e si collocano esattamante a cavallo dei due libri pubblicati in Italiano, Dom Manuel di Poictesme (che probabilmente traduce “Figures”) e Jurgen (secondo e quarto del ciclo).
    Nel caso, Figures of Earth lo trovi sul progetto Gutemberg, così magari gli dai un’occhiata per non comprare a scatola chiusa.
    Ci trovi anche Jurgen, su Gutemberg.

    Una nota dotta: l’accoppiata Cabell & Eddison è citatissima in qualsiasi saggio critico sui lavori di Leiber, e soprattutto il ciclo di Fafhrd e del Mouser.
    Credo che non siano mai esistiti due autori più diversi di Cabell e Eddison – se si fossero conosciuti, si sarebbero certamente odiati a morte.

  7. …o forse avrebbero costituito una “strana coppia” tipo Fafhrd e il Gray Mouser! ^__^
    Grazie dei consigli: se sono i primi 2 credo proprio che i 4.5 dollari che mi chiedono li “investirò”.
    Complimenti ancora per la varietà e competenza del blog.

  8. Tutti gli amici di Fafhrd e del Mouser sono i benvenuti su questo blog!
    Grazie per l’apprezzamento!

  9. In “Breaking Strain” (Aria per Uno, 1949) di Arthur C. Clarke “Jurgen” è il libro preferito da uno dei due astronauti bloccati nella nave spaziale che sta esaurendo l’ossigeno – McNeil, quello che si salva grazie anche al suo cinismo.

  10. Ah, aggiungiamo Clarke alla lista dei fan di Cabell…

    Strano (o forse no) che un autore dichiaratamente fantasy piacesse tanto agli autori di hard SF – Heinlein, Niven, Clarke…

  11. So che Heinlein disse più volte di amare moltissimo lo spirito satirico e picaresco di Cabell. Il suo “Job – A Comedy Of Justice” è anche un omaggio a Jurgen fin dal titolo, tra l’altro.

  12. Infatti.
    Anche se alla lunga diventa un po’ irritante, “Job” – una specie di saga del coitus interruptus.

    In questo senso, “Terra senza tempo”, di Larry Niven, è una più esatta traduzione di Jurgen in termini fantascientifici.
    Ed è più snello, come romanzo.

    Ma è questione di gusti, naturalmente.

  13. Pingback: Sull’ereader per l’estate « strategie evolutive

  14. Pingback: Barbablù e la Bella Addormentata | strategie evolutive

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...