strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Ancora Pulp

3 commenti

Continua la mia dipendenza da Savage Worlds, ormai il mio house system d’elezione, e continua la mia passione per il gioco di ambientazione pulp, alimentata da astuti game-designer che evidentemente hanno ai propri ordini un esercito di mentalisti in grado di leggere i pensieri dei clienti più affezionati.

E così, dall’isola vulcanica sulla quale si trova la base segreta della Adamant Entertainment – già apprezzati per Savage Mars, sourcebook burroughsiano/wellsiano per il planetary romance in SV – il postino mi recapita una copia di Thrilling Tales.
Che mi lascia molto, molto piacevolmente impressionato.
Relativamente poco costoso, il volume brossurato è in formato digest (ha insomma le dimensioni di un numero di Topolino) per duecentocinquantasei pagine di spessore.
Dimensioni e rilegatura lo rendono quantomai adatto ad essere accoppiato alla Explorer Edition di Savage Worlds – si aggiunge un quaderno ed un bell’elasticone spesso, e sta tutto in una tasca del cappotto.
Riccamente illustrato con immagini tratte dale riviste pulp degli anni ’30 e ’40, il volume offre il prevedibile assortimento di contenuti, più qualche extra di elevata qualità:

  • una generale introdiuzione al genere pulp ed ai suoi sottogeneri
  • una cronologia degli anni ’30, compatta ed essenziale ma utile
  • una galleria di personaggi opzionabili(inclusi archeologi, uomini-razzo, uomini del mistero e intrepidi giornalisti)
  • una ricca colelzione di equipaggiamento d’epoca – dalla Mauser Broomhandle allo Hindemburg, passando per la Torpedo e il Grumman Goose
  • una serie di regole opzionali per rendere più pulp il gioco
  • alcuni “cattivi standard” pronti all’uso
  • un bel capitolo sui nazisti (io la odio, questa gente)
  • un bel capitolo sui thug
  • un bel capitolo sui pericoli dell’oriente misterioso, dai mandarini pazzi all’abominevole uomo delle nevi
  • un generatore automatico di trame pulp (!!!)
  • una campagna ad episodi, stile Plot Points, conun buon coefficiente di globetrotting
  • una scheda del personaggio spartana ma funzionale

Il tutto, per il prezzo di un grosso Oscar Mondadori o di un Einaudi Stile Libero.

È vero – parte del materiale è già presente nei due eccellenti Pulp Toolkit pubblicati come .pdf dalla Pinnacle.
Ma Thrilling Tales alza decidsamente gli ottani della miscela.

Ora, naturalmente, si tratta solo di mettere la squadra nel giusto umore per un po’ di “two-fisted adventures”.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

3 thoughts on “Ancora Pulp

  1. Ci spieghi come funziona un “generatore automatico di trame pulp”!?

  2. Si parte dal modello standard di Lester Dent (http://www.paper-dragon.com/1939/dent.html).
    Il generatore è costituito da una serie di tabelle che mi permettono di selezionare casualmente gli elementi portanti del plot.
    Proviamo: nella nostra storia…

    Il cattivo è – il sovrano di una civiltà perduta…
    Il suo diabolico piano è – vendere una nazione (!)
    Il tutto si svolge – in una città perduta

    Primo atto
    Si comincia con… un evento bizzarro
    Che coinvolge… un pericoloso uomo di spettacolo
    e … il suo famoso aiutante,
    e che causerà… una colossale rissa
    che si svolgerà… in un locale notturno
    complicata… dalla presenza di passanti innocenti
    Il tutto si chiuderà con… un cambio di location.

    e si ripete il tutto per i quattro atti canonici…
    Bello liscio.

  3. Sembra divertente, grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.