strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Verne da giovane

6 commenti

Nel deserto del panorama televisivo, e stanco di macinare libri come un ossesso, mi sono preso qualche serata per guardarmi The Secret Adventures of Jules Verne, serie steampunk prodotta a suo tempo da Sci-fi.

Coproduzione Anglo-Canadese del 2000, scopro da Wikipedia che si tratta del primo serial con episodi da un’ora ad essere interamente filmato in HDTV.

La premessa, che più high-concept non si può: tutto quello che il vecchio Giulio Verne ci ha raccontato nei libri gli è capitato davvero, da giovane, quando finì invischiato nelle avventure dello spione britannico Phineas Fogg e del suo domestico e genio della meccanica Passepartout – per non dire poi della di lui cugina, Rebecca Fogg.

Che dire? L’avvio, per lo meno per i miei gusti, è piuttosto lento, e nonostante la presenza del nume tutelare della fantascienza di serie B, David Warner, nel primo episodio, la tentazione di staccare tutto con uno sbuffo è abbastanza forte. Ma è solo il pilot, sul quale grava il compito di introdurre i personaggi, avviare l’azione, e concludere qualcosa per poter essere un episodio completo. La perseveranza viene premiata da una discreta serie di fantascienza retrò, conun paio di episodi davvero buoni.

Phineas Fogg, 2000

Qua e là, scenografie e fondali appaiono stranamente fasulli – ma sarà forse colpa dell’HDTV, che su un apparecchio qualsiasi induce un dcadimento dell’immagine.
O forse sono davvero fasulli.

Lo shock arriva quando, cinque o sei episodi nella serie, mi rendo finalmente conto che il tipo che fà Phineas Fogg

Robin Hood, 1984

come se fosse un clone di Adam Adamant è proprio quel Michael Praed che causava sospiri e turbamenti nelle compagne di università quando, nel secolo scorso, faceva Robin Hood in una bella serie un po’ cupina e un po’ new age, con la musica dei Clannad a manetta. Oh, cielo! C’è Robin Hood che fa Adam Adamant!

Adam Adamant, 1966

Ma a parte queste sciocchezze, la serie si lascia guardare, e se qua e là casca nello scontato, si lascia guardare senza opporre troppa resistenza e richiama alla memoria anni migliori.
La Cugina Rebecca, in particolare, sembra suggerire che qualcuno degli sceneggiatori e/o dei costumisti abbia giocato a Castle Falkenstein.

È una produzione a a basso costo, ma è anche probabilmente una delle più costose serie a basso costo mai prodotte. Peccato, che sia morta alla prima stagione.
Avrebbe potuto portare ad interessanti sperimentazioni.

=-=-=-=-=

Powered by Blogilo

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

6 thoughts on “Verne da giovane

  1. Non sembra una serie pessima, così magari non sarebbe una cattiva idea se la passassero anche per sbaglio sulla Rai o su Mediaset, anche se…
    Provo a fare un esperimento di magia precognitiva:
    Il protagonista è un giovane igenuo idealista avventato, Fog è un gentiluomo apparentemente di ghiaccio ma dal cuore d’oro, Passepartout oltre che genio della meccanica è talvolta la spalla comica del quartetto, la Rebecca è una ramba in gonnella che fà ribollire gli ormoni del giovane Verne, e per finire, c’è un supercattivo dai modi crudeli, tortuosi e sadici, oltre che brutto o deforme.
    Se non ci ho preso preso confermo quanto detto altrimenti, mi rimangio tutto e preferisco rivedermi la 754esima replica di Cobra 11.

    Ricordo quei telefilm su Robin Hood, effettivamente erano “leggermente” fuori dagli schemi dell’eroe in “calzamaglia” pure, non erano malaccio.[comunque la serie fatta da Mel Brooks, secondo mè, resta la migliore].

  2. … infatti la cancellarono.
    Concordo, la serie di Brooks – When days Were Rotten – era grande, pur restando un prodotto dei suoi tempi.

    Sull’inquadramento della serie, ci hai preso un 50%
    . la cugina Rebecca (ormai entrata di prepotenza nel mio imaginario erotico) suscita pensieri impuri anche (e soprattutto) nel cugino Phineas.
    . cugino Phineas che è più oscuro e tormentato della media (lui lo spione non lo voleva fare)
    . Verne più che idealista è spiantato ed affamato, con un sacco di dubbi sul futuro.

    Ah, e il supercattivo è un cyborg a vapore.

    Ecco, forse ciò che si discosta di più dalle aspettative è questa vena di cupezza che – pur senza deragliare la serie – aggiunge quel retrogusto amaro che non ci sta proprio male.

    E comunque, sempre meglio di Cobra 11.

  3. Parlando di serie cancellate, anche quella di Brooks lo fù dopo solo 13 episodi, quasi stessa sorte rischiò -Ai confini della realtà-, non in buone acque neanche Star Trek [che pure arrivò a tre stagioni], breve fu UFO e non molto longeva spazio 1999 [la seconda stagione è inguardabile].
    Insomma è strano il destino di tante serie tv che ora sono cult, ma che allora non riuscivano a sfondare, quasi che fossero sempre, anche se di poco, troppo in anticipo sui tempi…

    Cobra 11 non è una serie malvagia, certo, la trama è alquanto lineare [piallata] e le situazioni scontate [piatte] ma, la soddisfazione di vedere ad ogni episodio tanti superipermegaincidenti di auto… WoW roba da mandare in estasi Ballard…

  4. Anche “Le avventure del giovane Indiana Jones” non erano affatto male! Chissà se si riescono a trovare da qualche parte, in streaming…

  5. @Alex.
    Non so se LE AVVENTURE DEL GIOVANE INDIANA JONES si riescano a trovare in streaming,però so che all’epoca venne fatta un edizione in vhs da per il noleggio.Puoi provare a cercare in qualche noleggio film che si sta liberando delle videocassette a me, capita alle volte di riuscire a trovare veri tesori nascosti per un euro o poco più.

  6. In effetti stanno chiudendo i Blockbuster.
    Oppure dare un’occhiata ai cestoni nei grandi magazzini.
    Chiaramente, tutta la serie su Verne è stata fatta col budget di un episodio della serie di Indy…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.