strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Due Ore da Ammazzare Special – Shopping Natalizio 2

16 commenti

… che poi dicono, hai un budget stretto, devi proprio essere un morto di fame.

Due giorni or sono, un quotidiano nazionale mi consigliava – essendo io, come è noto, un appassionato dell’avventura – o una macchina fotografica da 2400 euro (solo corpo, ottiche escluse) oppure un orologio “avventuroso” da 700 euro.
Due oggetti che uno vorrebbe certamente avere con sé, mentre fugge correndo dalla furia e dai dardi avvelenati degli Hovitos…

… che uno, per dire, un Casio da dieci euro e una usa & getta della Fuji, farebbero esattamente lo stesso uso, no?

Ed è così che mi sono detto – visto che palesemete le liste dei regali consigliti dai quotidiani sono diretti ai ricchi, o ai loro personal shoppers – e visto che io di ricchi e di personal shoppers non ne conosco…

… Perché non mettere giù la mia lista dei regali più cool?
Non proprio una top five, piuttosto una collezione di essenziali – molti recuperati dal passato di strategie evolutive – per l’uomo (e la donna, bien sure!) che la vita l’affronta di petto – se non ha spazio di manovra per schivarla…
Un pork chop express su cosa mettere sotto l’albero cercando di essere originali e maledettamente tirchi.

Vediamo… unica regola, stare sotto ai 25 euro – e considerarla già una cifra stravagante.
I commenti sono aperti per altri suggerimenti sulla lista principale.

Libri

. Per il lettore incallito, il viaggiatore di commercio, per chi ama la varietà

Senza dubbio alcuno, Gripping Yarns, della Wordsworth.
Ne abbiamo già parlato qui: 1500 pagine di narrativa d’avventura di grandi autori ormai criminalmente dimenticati.
Amazon.it lo mette a 5 euro e 79.

. Per lo Sherlockiano puro, ma anche per quello impuro

Stuart Davies ha raccolto in Shadows of Sherlock Holmes circa 400 pagine di emuli e contemporanei del Famoso Investigatore.
Divertente, ed utile per valutare l’influenza di Conan Doyle sull’immaginario del suo tempo. C’è anche Raffles…
Guardie e ladri nell’Inghilterra vittoriana, a 1 euro e 64 da Amazon.it

. Per l’amante del pulp d’annata

Ancora Stuart Davies, ancora Wordsworth, per le imprese dello Sherlock Holmes dei poveri, il Doc Savage degli inglesi, l’eroe più longevo della narrativa di genere – The Casebook of Sexton Blake.
Meno di tre euro per quasi seicento pagine di oscure minacce ed avventure improbabili, già discusse qui.

. Per gli steampunker, e per quelli che “ah, un bel classico…”

Torniamo alle origini della distropia vittoriana con Our Mutual Friend, di Charles Dickens, il santo patrono dello Steampunk.
Un solo tema per una storia complicatissima: Quali sono gli effetti del denaro sulla società?
Ottocentocinquanta pagine, pubblica Wordsworth Classics, 1 euro e 64 centesimi su Amazon.it

. Per chi ha nostalgia di Indiana Jones

Seventh Daughter, di Ronnie Seagren, certo il miglior romanzo avventuroso vecchio stile letto quest’anno.
Ne ho parlato qui.
Amazon.it non ce l’ha, ma su Amazon.uk lo si può ottenere sotto ai 10 euro, e c’è anche in versione Kindle

. Per chi è in cerca dell’illuminazione

Recente e piuttosto costoso ma bellissimo, Zen, di Michel Bovay, Laurent Kaltenbach e Evelyn De Smedt.
Pubblicato in italiano da Excelsior 1881, ne ho parlato su un altro blog.
Costa 24 euro, ed è probabilmente il pezzo più costoso della mia lista, ma il vostro libraio di fiducia vi farà certamente un bello sconto.

. Per chi se non c’è l’aggettivo “eldritch” non vale la pena di leggerlo

The Eldritch New Adventures of Becky Sharp, di Micah S. Harris, casca a fagiolo. Un divetrtente mix di Thackery, Lovecraft, Rider Haggard, e chi più ne ha più ne metta. Orrore, avventura, commedia, con abbastanza idee e divertimento da soddisfare anche il più esigente.
Qui una vecchia recensione. Quindici dollari, perché tocca ordinarlo da Amazon.com (ma c’è chi lo lascia anche a meno)

. Per chi viaggia, e per chi vorrebbe viaggiare, per chi fa lifestyle design

Rolf Potts, con Vagabonding, ha scritto un manuale eccellente – che è anche una lettura interessante e piacevole.
Il suo è l’approccio radicale – e si vende per meno di 10 euro nell’edizione Ponte delle Grazie.
Qui se ne era detto qualcosa.

. Per i modaioli, per chi le mode le odia, per chi vuole qualcosa di diverso

Scarlett Thomas, Che fine ha fatto Mr Y.
Thriller surreale e con un sacco di informazioni e divagazioni colte, ben scritto e degnamente tradotto da Newton Compton.
Bello, accessibile anche a chi non bazzica il genere, e recensito entusiasticamente da recensori molto cool su supplementi strafighi di giornali imprescindibili. Qui, qui e qui alcune mie (ed altrui) opinioni sulla Thomas e sui critici molto cool.
Costa 6 euro e 90 4 euro e 90, ma lo trovate in qualsiasi grosso supermercato per il 15% in meno.

. Per gli amanti del rischio, per i fan di Tarantino e del cinema di Hong Kong

Il libro senza nome, scritto dall’Anonimo. Assurdo è l’aggettivo più usato per descriverlo, e statisticamente chi l’ha letto o lo ha odiato, o lo adora.
Qui una mia versione dei fatti. Lo si trova in inglese a partire da un centesimo. In italiano ne costa 15, di euro, ma dovrebbe essere ancora disponibile nei supermercati. C’è anche la versione Kindle. E date un’occhiata alle bancarelle.

. Per i fumettari e i collezionisti, nonché per i fan di H.P. Lovecraft

Lovecraft Black & White, bello a vedersi, piacevole a maneggiarsi, ed un solido investimento.
Recensione e coordinate per ordinarlo, qui. Costa quindici euro.

. Per chi preferisce la poesia

L’edizione BUR delle poesie di John Donne dovrebbe soddisfare anche i più esigenti.
Quasi milleduecento pagine, con il testo a fronte ed ampio materiale metatestuale, bella copertina neutra molto zen.
Qui ne avevamo parlato – ne vogliono circa 18 euro (ma anche qui, cercate qualcuno che vi faccia degli sconti).

. Per chi ha sposato la causa dei contadini

Scoperto di recente e decisamente valido, Il Tuo Orto per Negati viaggia sui 14 euro e promette un carico di vitamine e fibre a impatto zero a chiunque abbia voglia di mettere in piedi un piccolo orto.
Ne ho anche parlato altrove.

. Per chi vuole rifarsi una vita, sistemare quella che ha, o semplicemete leggere un libro maledettamente British

Originariamente pubblicato nel 1955, Teach Yourself to Live è un compendio di filosofia personale – come essere persone complete, come godere al meglio della propria vita. Niente new age, niente self-help. Questo volumetto va via per meno di sei euro (il solito Amazon.it) ed è una bomba. Favoloso – come già detto a suo tempo.

Giochi di ruolo

. Per i roleplayer nostalgici, per gli XDM, per chi ama la sword & sorcery

Nulla può eguagliare la carica di ottani di Barbarians of Lemuria, Legendary Edition, un distillato di azione e divertimento in poche pagine di qualità altissima. La miglior scoperta dell’anno.
Qui i miei deliri.
Su Amazon.it, 13 euro per l’edizione cartacea, la versione pdf meno di otto dollari su DrivethruRPG.com

. Per quelli che vogliono il sistema universale

Savage Worlds, Explorer’s Edition, leggero, tascabilissimo e semplicemente inaffondabile come sistema per gestire qualsiasi genere.
Definito da me medesimo “Ideale per giocatori vecchi e con poco tempo.”
Sotto i dieci dollari, ma tocca andare da Amazon.com o DrivethruRPG.com

Musica

. Per chi non l’avesse ancora sentita…

Diane Birch, Bible Belt rimane la scoperta migliore dell’anno.
Il suo disco viene 12 euro su Amazon.it ma lo scarico in formto mp3 viene solo 4 euro e mezzo.

. Per gli amanti del cinema d’azione e del jazz

The Crime Jazz Collection, 22 CD di musiche tratte da film e telefilm classici, in arrangiamenti esotici ed avventurosi, remix, versioni alternative.
Imperdibile, ed assolutamente gratuito – basta dotarsi di browser e masterizzatore, e di una pila di CD.
Scaricabile da qui, con un po’ di pazienza

. Per quelli che la vogliono live, per quelli che se li sono persi a Torino giovedì scorso

Difficile trovare qualcosa di più divertente di Live at the Palladium, dei Divine Comedy.
Amazon.it lo lascia, misteriosamente, per meno di otto euro su DVD – e vale ogni maledetto centesimo.
Testi sofisticati, uno spettro musicale molto ampio, ed un delle voci migliori degli ultimi anni.

. Per quelli che va bene tutto, purché sia strano, per quelli che vogliono violini e fisarmoniche

I Bellowhead sono certamente uno dei gruppi più interessanti della scena folk britannica, e Burlesque è il disco migliore della loro produzione.
Amazon.it lo lascia apoco più di dieci euro, edizione extralusso.
Folk, musica etnica, contaminazioni insolite… se ne era già parlato qui. E qui c’è un campione per provare.

Hardware

Macchine fotografiche extralusso?
Orologi da plutocrati?
Stupide copertine in vinile per il Kindle e per l’iPad?
Let’s be real…

. Per quelli che il Victorinox Tinker di McGyver (15 euro, comunque, se interessa) ce l’hanno già.

Lo hobo tool, simpatico aggeggio che racchiude coltello, forchetta, cucchiaio, cavatappi, apriscatole e apribottiglie, in un solo comodo utensile.
Lo si trova in qualsiasi buona coltelleria, per meno di dieci euro.

. Per quelli che non credono al cambiamento climatico

Cosa c’è di meglio di un bel Poncho impermeabile?
Decathlon ne ha una buona scelta per prezzi che vanno dai cinque ai diciotto euro – ma quello da tredici è già roba di lusso.

. L’Asciugamano

Ci sono due possibilità – o la persona a cui lo regalate capisce la citazione (e quindi è uno/a che sa dove ha l’asciugamano), o non la capisce, e fate la figura degli idioti.
In questo secondo caso, riprendetevi l’asciugamano – sotto i dieci euro per gli ultracompatti 80 x 130 da Decathlon.

. Per quelli che aspettano l’apocalisse degli zombie

Irrinunciabile, la Pala-ascia-vanga pieghevole dell’esercito tedesco, sta comodamente nella borsa ed è pronta per ogni evenienza.
Ti ci scavi la trincea, liberi dalla neve l’automobile, ci tieni alla larga i non-morti..
La si trova su eBay per meno di dieci euro.

. Per quelli che non c’hanno l’iPod, e anche per quelli che ce l’hanno

Una bella radio multibanda – che abbia per lo meno AM e FM, insomma.
Da sette a quindici euro (batterie escluse), a seconda del modello, sempre piuttosto tascabile.
La Roadstar TRA-500 DS a batterie solari e dynamo è una figata assoluta per meno di 20 euro.

=-=-=-=-=
Powered by Blogilo

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

16 thoughts on “Due Ore da Ammazzare Special – Shopping Natalizio 2

  1. Post fantastico!
    L’idea mi è piaciuta così tanto che te la ruberò impunemente prima di Natale (come dico sempre: mandami gli avvocati, ora hai anche il mio indirizzo 😉

    Direi che hai segnalato letture e oggetti per tutti i gusti, di certo non si può accusare una tua lista di scarsa originalità.

    Andando solo lievemente off-topic direi che io ho maturato – almeno con gli amici più stretti – l’abitudine di scambiarci davvero delle liste regalo. Del tipo: io ti segnalo queste tre cose tra cui scegliere cosa regalarmi, tu fai lo stesso con me. Può sembrare scarsamente romantico, ma è molto pratico.
    Con questo sistema sto evitando di ricevere le inutilità immancabili che arrivano a ogni Natale, dal portacandele all’ultimo libro di Faletti, dal DVD già comprato mesi prima (o scaricato da internet), al CD di Lady GaGa (che intanto, “la ascoltano tutti, quindi piacerà anche a lui”…)
    E qui ci starebbe bene anche un ragionamento sui gusti massificati, ma è domenica e te lo risparmio.

    Concludendo: molto meglio le liste!

  2. Ruba pure, e non temere.

    Io normalmente i regali li faccio per l’Epifania.
    In primis per essere diverso dagli altri.
    In secundis perché così vedo cosa miregalano gli altri e mi regolo di conseguenza 😛
    Senza contre che i regali ordinati all’estero arrivano regolarmente in ritardo per il Natale – e che in certi posti, la prima settimana di gennaio, già fanno i saldi.

    E poi io sono per le pari opportunità – e quindi voglio dar lavoro anche alla Befana.

    Fare i regali per l’Epifania ha un interessante effetto psicologico – è ok fare regali eccentrici da pochi soldi. Nessuno si aspetta il Nokia tempestato di Svaroski, il cronografo Eberhardt o le dodici bottiglie di barolo chinato, per l’Epifania.

  3. Il fascicoletto di Lovecraft black & white quello m’interessa,poi se vuoi anche il barolo non chinato andrebbe benissimo….
    Tra qualche ora arriverà la mia lista dei regali.

  4. Mi sono fiondata a sentire Bellowhead… visto che per quanto riguarda il regalo mi sto cimentando nel comporre una playlist di folk celtico, ma preferisco ancora i Capercaillie!

  5. Ben trovata, Silvae!
    I Bellowhead hanno poco di celtico – si rifanno soprattutto alla tradizione delle ballate inglesi del 1600-1700, buttandoci poi dentro un sacco di roba presa chissà dove.
    Per i miei gusti, i Capercaille sono un po’ troppo eterei.
    Io sono per cose un po’ più ruvide.

  6. Post utilissimo… Per l’anno prossimo, visto che ho già preso i regali 🙂

    Regali che ho scelto comunque leggendo i tuo post precedenti, quindi grazie due volte 😀

  7. Già prevedo che mi arriverà un asciugamano. Almeno la bestia bugblatta di Traal non riuscirà a trovarmi.

  8. @Daniele
    Che responsabilità!
    Grazie della fiducia.

    @Francesco
    L’asciugamano è essenziale.

  9. Io sono per cose un po’ più ruvide.
    ………………………………………………………………………
    Non ho detto nulla!
    Comunque bravi i Bellowhead, e un mucchio di consigli interessanti. Anche se ai miei amici in genere non regalo musica libri (e quindi asciugamani) e così loro a me, proprio per conservare l’amicizia 🙂

  10. Ottimi consigli, complimenti 😉
    Davide, se fosse un mestiere realmente esistente e degnamente pagato, dovresti fare il Mob Shopper!! 😀

  11. @Marco
    E non dico niente neanch’io.
    Felice che i Bellowhead abbiano incontrato, comunque.
    Ne parleremo ancora, di questa gente…

    @Norys
    Mob Shopper suona piuttosto… pericoloso.

  12. Ahahah, ovviamente intendo shopper della folla, della gente, della plebe, questo in contrasto al personal shopper adatto alle persone “abbienti”…

    😀

  13. Una specie di “Proletarian shopper”, insomma.
    No, dicevo sinistro perché “The Mob”, quando viene a fare shopping in Italia, i suoi referenti ce li ha eccome.
    Ma non parliamo di politica 😛

  14. quest’anno niente apprezzatissimi consigli libreschi per lo shopping natalizio?

  15. Grazie mille, bellissima notizia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.