strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Spazio, Ultima Frontiera

10 commenti

E così abbiamo investito una cifra ridicola in un piccolo telescopio da montare in cortile (o dove ci pare), per sfruttare il basso grado di inquinamento luminoso di Castelnuovo Belbo e della Valle Belbo in genere.
Dopo esserci sentiti dire da nostro padre per venticinque anni almeno

ti siedi in cortile e ti sembra di poter allungare una mano e prendere le stelle

… ci siamo dotati di uno strumento per approfittarne: una nota catena di hard discount offriva (ed offre ancora) il più diffuso rifrattore entry-level d’Europa a meno della metà del prezzo di listino (non vogliamo sapere perché), e noi ci siamo buttati.
Nostro padre non ne è stato particolarmente entusiasta.
E dire che con un affare infinitamente più primitivo Galileo ci vide le lune di Giove.

L’aggeggio verrà buono.

Non solo infatti potremo guardare le stelle e la superficie lunare (e Marte!)
Potremo anche spiare la vicina – che d’estate ha l’abitudine di prendere il sole in topless.
E la foto vicino al telescopio è un classico dell’iconografia dell’autore di fantascienza.

E soprattutto, questo, insieme coi progetti per un orto “serio” da avviare con la primavera, la riorganizzazione della tavernetta in spazio polifunzionale/laboratorio ed un paio di altre idee, servono a fare in modo di cominciare a vivere in questa casa, e non solo abitarci.

Ora, naturalmente, tocca documentarsi.

La mia biblioteca, opportunamente massaggiata, sforna

La Guida alla Scoperta del Cielo, di Italo Mazzitelli, un vecchio volumino degli Editori Riuniti cheparte dal presupposto che uno abbia sottomano appena un binocolo. Già, Editori Riuniti… un libro di un’epoca in cui c’erano ancora i comunisti, ed avevano binocoli per guardare le stelle.

The Rough Guide to the Universe, di John Scalzi, che ha proprio tutto, dall’astrofisica alla cosmologia avanzata.

La vecchia Mappa Lunare del National Geographic che usavo per giocare a Trinity.

Un manualino per il riconoscimento delle costellazioni per naviganti.

Cosmos, di Carl Sagan (due copie!)

Sul computer ho caricatoda sempre Stellarium.
Insomma, non dovrei trovarmi proprio perso.

Dal sottoscala, abbiamo recuperato due seggiole pieghevoli piuttosto robuste.

Unico, insignificante problema – la notte scorsa, siamo scesi a meno 7.
Servirà dotarsi di sciarpa, guanti a dita mozze e un bel thermos di té bollente.

E poi, un giorno, ci faremo fare la foto davantial telescopio…

=-=-=-=-=
Powered by Blogilo

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

10 thoughts on “Spazio, Ultima Frontiera

  1. Buona passeggiata fra le stelle! io le facevo con un semplice binocolo, e con le mappe stellari del mio atlante…ma era splendido giò solo così, soprattutto in certe notti limpide di settembre…

  2. Fichissimo. Voglio comprare un telescopio da quando avevo 7 anni ma, per una cosa o l’altra, ancora non ci sono riuscito. Aggiornaci sulle esperienze 🙂

  3. Mi hai fatto ricordare di quando da piccolo mio padre mi portava alle serate organizzate dall’osservatorio astronomico di Napoli.
    Penso che la mia passione per le stelle e per un certo tipo di letteratura sia nata allora.

  4. Complimenti per l’acquisto, vedrai che non te ne pentirai!
    Vedo che già conosci Stellarium, quindi ti consiglio un paio di libri molto utili anche “sul campo”:

    http://tinyurl.com/il-cielo
    http://tinyurl.com/astronomia-pratica

    Per il resto, mai come in questa occasione vale il detto “sky is the limit”: la Luna offre uno spettacolo mozzafiato, specialmente durante le fasi (quando è piena è decisamente troppo luminosa, e i dettagli più interessanti si osservano attraverso le ombre sul terminatore), e fra i pianeti Giove e Saturno sono veramente magici: non so di preciso che caratteristiche abbia il tuo nuovo acquisto, ma dovresti essere in grado di osservare le fasce scure ed i sateliti galileiani sul primo, e i fantastici anelli sul secondo.
    In questo periodo Giove domina la notte, è una luce così brillante che non puoi sicuramente perderla; Saturno invece sorge nella tard(issim)a notte, un paio dìora prima dell’alba, forse dovrai alzarti presto ma ne vale la pena.

    Poi c’è la Galassia di Andromeda, visibile come una piccola luce sfocata e oblunga, ma veramente emozionante.

    Per il freddo, è uno dei pegni da pagare: considera però che le costellazioni invernali sono fra le più belle ed interessanti, e che l’aria fredda è meno turbolenta e permette di avere una visione più nitida e meno disturbata del cielo. Mal che vada ti toccherà farti un grappino in più!

    Buon divertimento 😉

  5. Io preferisco i riflettori (senza ironie). Il mio sogno è l’ottica Maksutov-Cassegrain.
    Non dimenticarti di far acclimatare il telescopio, prima… e di non tapparlo subito, dopo. 😉

  6. Anche io ho un riflettore, un classico Newton 114/900. Un pò ingombrante rispetto ad un qualsiasi Cassegrain. 😦

  7. ah, e grazie per avermi fatto scoprire Stellarium. Ganzissimo.

  8. Grazie a tuttiper i commenti.
    Sono giorni un po’ strani, e posso rispondere solo ora.

    E comincio col dire che anche a me srebbe piaciuto un riflettore, ma il mio budget al momento – specie considerando l’uso che farò del telescopio – non era tale da poterci arrivare a cuor leggero.

    Grazie anche per i suggerimenti – sia quelli tecnici che quelli manualistici (ho aggiunto i titoli alla lista della spesa).
    Vedremo come andrà a finire… anzi, a cominciare!

    Per il resto…
    Marilena, è sempre un piacere sentirti.
    Gianluca – sì, Stellarium è davvero eccellente.

  9. Quell’offerta è un vero e proprio specchietto per le allodole, sei stato davvero fortunato a trovarne ancora uno 😀

    Comunque buona fortuna per le tue serate di osservazione, vedrai ne resterai soddisfatto.
    Ti do un consiglio dedicati alla Astrofotografia, ovviamente questo richiede esperienza, mezzi e pazienza, ma alla fine ti donerà tante soddisfazioni 🙂

    Saluti =)

  10. L’attacco per la macchina fotografica sarà il primo acquisto, in effetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.