strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

La Fantascienza è Morta

14 commenti

Esatto... ometti verdi che controllano robot che seducono le nostre donne... questo è lo spirito!

No, non è vero.
La fantascienza sta bene e vi saluta tutti.
Il genere che immagina che i nostri figli avranno problemi diversi dai nostri, il genere che si concentra sul possibile e lo estende nel futuro, se ha subito nell’ultimo decennio una flessione quantitativa (ma possiamo discuterne), pare aver comunque sostenuto un notevole miglioramento qualitativo.
In altre parole, sì, è vero, si pubblica più fantasy, ma una percentuale sturgeoniana è ciarpame.
Si pubblica meno fantascienza, ma la qualità media è elevata.

E se un giro in libreria può causare un certo avvilimento generale – ché son solo vampiri infoiati e ridicoli, e insopportabili fantasy pseudo-tolkieniani (*), – resta il fatto che qualcuno che un giro in libreria per cercare fantascienza lo fa, e lo fa volentieri.

Gli appassionati ci sono ancora.
Vecchi.
Stanchi.
Forse delusi dal mercato.
Forse con un certo senso di abbandono (reciproco?) nei confronti delle riviste storiche.
Spesso con questo strano senso di accerchiamento da parte di idioti che criticano Vonnegut come poco brillante e Clarke come cattivo prosatore.
Ma gli appassionati ci sono.

E a volte, quando si trovano, come carbonari, fantasticano di clamorose iniziative… convention interplanetarie, case editrici indipendenti che faranno soldi a palate traducendo capolavori dimenticati, associazioni e club che inietteranno nuova linfa nel fandom, riviste patinatissime e indispensabili…

I redattori de Il Futuro è Tornato preparano i post per la prossima settimana.

Beh, Il Futuro è Tornato è solo un blog.
Ci scrivono cinque vecchi appassionati stanchi, forse un po’ sdelusi, magari anche con un certo senso di accerchiamento dalle orde degli idioti in marcia.
Il Futuro è Tornato è il nostro personale Monolito Nero.

Il Futuro è Tornato cerca lettori.
Cerca commentatori.
Cerca idee e suggerimenti.
Non per cambiare il mondo della fantascienza.
Non subito, per lo meno.
Perché una vespa può abbattere un bombardiere, se punge nel posto giusto.

Venite a farci un giro.
Siamo il gruppo di supporto che stavate aspettando.

——————————————————————————————

(*) Ma perché i tolkieniani duri e puri, quelli che mi vetrioleggiano se dico che Tolkien cita un treno nel primo capitolo, non si imbizzarriscono per queste fetide copie slavate del loro libro preferito? Sempre solo con Terry Brooks, se la prendono…

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

14 thoughts on “La Fantascienza è Morta

  1. Ciao, sono Giorgio, leggo fantascienza da più tempo di quanto mi piace ricordare…

  2. (tutti in coro) Ciao, Giorgio!
    Raccontaci la tua storia…

    Il Futuro è Tornato: dove non hai bisogno di vergognarti di quelle due casse di Urania in cantina…

  3. Domenica pomeriggio ho passato un’oretta a sfogliare vecchi Urania, e libri della Nord, in un mercatino dell’usato! Che emozioni… ^^

  4. La fantascienza è morta in Italia, perché l’hanno assassinata gli editori.
    Altrove gode di buona salute.
    Considerala come una specie animale che nel resto del mondo sopravvive tranquillamente, mentre qui gli han tolto le basi per farcela (cibo, habitat etc).
    Io Il Futuro è Tornato già lo sto seguendo, vedrò di parlarne quando avrete pubblicato un po’ di articoli 😉

  5. Grazie a tutti (Glauco, non parlarmi di Nord e mercatini, che è come una droga).

    In effetti, Alex, sembra che siano le condizioni locali a mettere in pericolo il genere, non quelle globali.
    La fantascienza è il genere più venduto in Cina (dove una rivista media tira 300/500.000 copie ogni mese), e in Russia.
    E qui da noi anche – ma è autoprodotta, autopubblicata, fatta circolare come volantini dei rivoluzionari fra cantine e soffitte.

    Per ciò che riguarda il nostro personale Monolito, siamo in fase di avvio, e quindi per ora abbiamo poco da mostrare – ma quel poco, se me lo dico da me, direi valido.
    A breve abbiamo in programma di fornire badge, patacchine, banner e altri aggeggi da esporre.

  6. Sì, sì, per quello aspetto a segnalarvi.
    In primis lo hanno già fatto in molti – perciò un’ulteriore segnalazione andrebbe un po’ a perdersi.
    Poi aspetto quel “a breve” in cui avrete a disposizione un po’ di robina in più 😉

  7. Ciao Davide, confermo qui ciò che ho già dichiarato ad Angelo Benuzzi sul sito de «Il futuro è tornato», cioè che sono ben contento che esista un sito autogestito dedicato alla sf e che farò quanto possibile per collaborare e sostenerlo. Intanto ho cominciato inserendolo il link sul mio blog e continuerò proponendo le mie recensioni pubblicate sul sito di LN e quant’altro vi interesserà pubblicare. L’editoria italiana sta agonizzando, a parte gli scherzi, e c’è bisogno di forme alternative di distribuzione di sostegno alla sf come, del resto, per la cutura in generale. Con i migliori auguri!

  8. Io ho la fortuna di avere quattro complici che sono di una precisione e di una moderazione encomiabili – fossi stato da solo, partivo col botto e mi spegnevo in tre giorni.
    Noi invece siamo partiti con un paio di cose abbastanza strane (tipo recensire i due libri e film, confrontando le opinioni) e ci prepariamo a crescere in maniera organica.
    ma ripeto, il merito è dei miei ben più disciplinati e seri compagni di cordata.

  9. Massimo!
    Grazie del supportto – mi dispiace di essere stato latitante negli ultimi giorni, ma ho dovuto imparare cose dell’idraulica che avrei preferito non imparare (come e perché esplodono le tubature,e come si riparano).

    Sull’editoria, temo si tratti di un suicidio programmatico.
    Ora il punto è vedere se i tempi saranno sincronizzati – e se la scomparsa dell’editoria da certi ambiti favorirà la crescita dell’autoproduzione.
    Ma anche l’autoproduzione, in che direzione andrà?

    Intanto, noi ci siamo costruiti il nostro piccolo Monolito, e tutti sono invitati a venire a farci un giro.
    Ecco un bello slogan…!

    Il Futuro è Tornato
    Non temere di toccare il monolito

  10. “Il Futuro è Tornato
    Non temere di toccare il monolito ”

    Sa un pò di pubblicità da film a luci rosse. XD

    @ Tutti.
    Grazie del supporto, stiamo partendo piano piano per ingranare le cose, ma ci stiamo divertendo da pazzi.
    Il meglio deve ancora venire, credetemi.

  11. Ma se la fantascienza è morta allora io ho due scaffali di cadaveri in casa (e anche svariate casse in cantina dai miei)?
    Un pensiero inquetante…

  12. “Il Futuro è tornato”, l’ideale per cominciare bene la giornata!

    Da oggi, con il 100% di bannerini in più!

  13. Mandatemi unbanner! Se no me lo faccio da sola!
    E comunque la fantascienza è morta ed è risorta. Grazie a voi, per questa iniziativa di cui sono già dipendente fino al midollo.
    La fantascienza mi serve, non posso pensarmi ancorata al passato o al presente.
    Fatemi dunque sognare!

  14. @LadySimmons: giù la pistola 🙂 i banner sono già pronti, basta seguire il link del mio messaggio precedente!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.