strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

La meccanica dei rimpianti

13 commenti

Un ebook per la domanica – qualcosa che costa un euro, e si legge in un’ora se andate lenti.
E poi vi viene voglia di rileggerlo.
E magari di procurarvi altro dello stesso autore.

That Was Radio Clash, di Charles de Lint, è un racconto di venti pagine, originariamente pubblicato nell’antologia Taverns of the Dead, e successivamente ristampato nella collezione Muse and Reverie.
Lo si può acquistare come stand-alone in formato elettronico sul solito Amazon.

Vale un dollaro?
Vale maledettamente un dollaro.

Forse è fantasy.
Forse è fantascienza.
Trattandosi di una storia di viaggi nel tempo, non può essere esattamente fantascienza – ma contiene una razionalizzazione, quindi fateci quel che vi pare.
Di sicuro, è scritto benissimo.

Una ragazza coi capelli blu affoga il dispiacere in una birra, la notte della morte di Joe Strummer.
Un tale al bancone del bar attacca bottone.

Possiamo cambiare la nostra vita, modificando quell’unico punto nodale in cui tutto avrebbe potuto essere diverso?
Ed ha davvero importanza chi canta, o importa la canzone?
E cos’è una vita, se non c’è un impegno ad animarla?

Charles de Lint resta uno dei grandissimi del fantastico contemporaneo.
Continua a sfornare libri splendidi, e da noi non lo conosce nessuno.

Venti pagine sono nulla.
Ma se non avete mai letto niente di questo autore, se vi piace il rock, se vi ricordate di Joe Strummer, se vi siete mai domandati come sarebbe andata se… beh, buttateci un occhio.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

13 thoughts on “La meccanica dei rimpianti

  1. Ma la ragazza coi capelli blu è Nihal dalla Terra del Vento di Licia Troisi? 🙂

  2. Per scoprirlo dovresti leggerti il racconto.

  3. Di Charles de Lint è stato pubblicato da poco La Mappa del Dragone (The Painted Boy) per Newton Compton. Ci hanno messo qualche anno, ma alla fine ci provano.

  4. Vero.
    In passato erano usciti alcuni racconti sparsi, e un fantasy tolkieniano – Into the Green, non ricordo il titolo in italiano.
    Poco, e sempre materiale meno che memorabile.
    Painted Boy viene oltretutto fiscalizzato come narrativa per ragazzi.
    Speriamo che, nei prossimi quindici/vent’anni esca qualche cos’altro.

  5. De Lint, madonna mia, una sicurezza solo a citarne il nome.
    Aggiudicato.
    (E poi, viaggi nel tempo… ma scherziamo? Roba mia)

  6. Grazie della segnalazione Davide, comprato a letto all’istante, vista anche la mia adorazione per Strummer.
    Anzi, visto che sono uno di quelli che di De Lint non aveva letto nulla, e mi è piaciuto parecchio come è scritto questo, qualche altro suo titolo (magari memorabile 🙂 da consigliarmi?
    Grazie ancora!

  7. @Abo
    Io andrei sui racconti.
    I due migliori punti d’inizio sono probabilmente, a scelta, Dreams Underfoot oppure The Best of Charles de Lint.

    Se inveci preferisci la narrativa lunga – Svaha è un cyberpunk molto molto diverso, e vivamente consigliato, ma non so quanto facilmente si trovi.
    The Mystery of Grace è una storia di spettri atipica – ed uno stand-alone.

    Ma ripeto, io partirei dai racconti.

  8. Preso. In serata lo leggo. Grazie per la segnalazione.

  9. Di Charles De Lint è uscito in italiano per i Junior Fantasy “Il posto dei sogni” ( The Dreaming Place) un fantasy sulla cultura degli indiani d’America.

  10. Segnato per quando avrò un ereader. Presto, spero.

  11. Ho ordinato su IBS questi romanzi di De Lint:

    – The Mystery of Grace ( autoconclusivo)

    – The Onion Girl ( ciclo di Newford, protagonista Jilly Coppercorn)

    – Widdershins ( ciclo di Newford, protagonisti Jilly Coppercorn e Geordie Riddell)

    – Promises to Keep ( prequel al ciclo di Newford, protagonista Jilly Coppercorn)

    Da dove iniziare?

  12. Caspita che carico!

    Beh, Grace è uno stand-alone, quindi no problem.
    Come cronologia interna, gli altri tre andrebbero presi in quest’ordine…
    . Promises to Keep
    . The Onion Girl
    . Widdershins

    Jilly e Rydell compaiono in un sacco di racconti che trovi sparsi per le collezioni di Newford, ma non sono essenziali.

  13. Grazie delle precisioni, Davide!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.