strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

La Mer a berce mon coeur pour la vie

9 commenti

Ci sono un sacco di cose delle quali vorrei parlare, ma il tempo è poco, e poi il weekend è iniziato, e così mi concentro su ciò che ho in macchina al momento, ed in particolare su una cartella di appunti, foto e altre meraviglie che si va riempiendo in vista del concorso Hydropunk, messo in piedi dal sempre coraggioso webmaster del blog Minuetto Express.

Il regolamento del concorso ve lo lascio sciroppare sul sito ufficiale.
Basti in questa sede riportare l’argomento…

ARGOMENTO: una Storia Alternativa (aka ucronia) con elementi retrofuturistici, ambientata tra il 1899 e il 1999, in cui l’umanità scopre l’esistenza di creature subacquee intelligenti, e numerosi cambiamenti climatici modificano l’aspetto della terraferma.

Racconti da 1000 a 5000 parole.

Il che mi permete di utilizzare la formula di Lester Dent, naturalmente, dividendo la storia in quattro parti da 1250 parole ciascuna.
Bello liscio.

L’argomento naturalmente mi interessa.
Oh, è vago, molto vago – ma è bene che sia così.
È bello poter scrivere di qualcosa che piace.
È bello poter attingere alle proprie competenze, ma lasciare…

Ah, stavo per dire “lasciare spazio all’immaginazione”.
Scemo.
Come se immaginazione e creatività non avessero nulla a che vedere con la ricerca scientifica.
Ma qui si tratta non tanto di lavorare secondo modalità differenti, ma semplicemente di lasciare un po’ più larghe le maglie dei filtri.
Lasciar passare più materiale.
Sarà divertente.

Peccato solo per il limite al 1999 – sarebbe stato bello tornare all’universo del mio vecchio racconto, Blooper.
Ma chissà…
Anche così delle buone idee ci sono.
E l’ambientazione pseudostorico/ucronica garantisce possibilità di recuperi interessanti.
Toccherà solo trovare il modo di metterci uno xilofono…

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

9 thoughts on “La Mer a berce mon coeur pour la vie

  1. Ma questa cosa è molto, molto, molto attraente… E ha anche tempi belli lunghi, per cui magari ci si sta dentro nonostante tutto. Chissà, chissà.

  2. Sarà molto interessante leggere i racconti. Lo scenario è sfizioso al punto giusto.
    Vorrei contribuire anch’io in qualche modo. A trovare il tempo, maledizione!

  3. I tempi per fare qualcosa in teoria ci sono, ma arrivo sempre agli sgoccioli con tutto

    *O* il video ❤

  4. Signori e signore, come diceva quell’insopportabile gnomo da giardino di Yoda, Fare o non fare, non c’è provare.
    Forza, cosa sono 1000 parole?
    (anche se forse scrivere una buona storia di 1000 parole è più difficile che scriverne una buona di 5000)

  5. Ovviamente attendo il tuo racconto con ansia! E per gli altri, il buon Yoda ha ragione: bastano anche 1000 paroline, che saranno mai? 😀

  6. Anche io sono molto tentata da questo concorso e ora che sono al mare ci sto pensando spesso mentre sto sulla spiaggia ma non mi si sta accendendo nessuna lampadina…
    Hai qualche lettura da consigliarmi che potrebbe risvegliare la mia ispirazione? 🙂

  7. Io sto leggendo il Breverton’s Nautical Curiosities… incredibili le cose che si scoprono sui merluzzi…

  8. Nautical Curiosities…suona decisamente interessante…vediamo se mi sveglia un po’! 🙂

  9. A me una lampadina si è accesa, resta da vedere se riuscirò a realizzare quello che vorrei. L’ucronia mi preoccupa, visto che a tecnica sto a zero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.