strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Da qualche parte tocca cominciare

30 commenti

OK, e così sono andato e l’ho fatto.
Ho postato una risposta ad una offerta di lavoro da parte del Nuseo di Storia Naturale di Londra.

Sì, questo qui…

Un posto per un anno a Londra, come responsabile della didattica.
Non credo di avere grosse possibilità.
Il posto è più adatto ad una persona più giovane di me, con delle qualifiche più strutturate.
Che sia già sul posto.
Però chissà.
Se non ci avessi provato, non avrei certamente avuto alcuna possibilità.

Ed è stato bello scoprire che agli inglesi del NHM non interessa l’anno in cui mi sono laureato, e neanche la votazione.
Che non si sognano di domandarmi “quanto pensi sia il compenso adeguato per il tuo lavoro”*, ma anzi, me lo dicono forte e chiaro a pagina uno.
Che non vogliono il mio CV – e che anzi, qualunque proposta di collaborazione che non passi attraverso il loro formato e la loro modulistica verrà annientata.
Che mi mandano una mail 24 ore dopo dicendo che i miei dati sono nel pool di valutazione.
È un altro mondo.

E poi c’è un altro motivo, per connettersi al sito del NHM e riempire la loro modulistica.
Si tratta di vincere la paura.

Perché è facile, a chiacchiere, dire sì, vado all’estero, anche un posto da telefonista a Taiwan è comunque meglio che in Italia.
È molto facile.
Ma premere il pulsante invia della mail con allegato il curriculum è tutta un’altra cosa.
Esporsi al rischio che arrivi una risposta che ci dice

Wow! Sei proprio chi stavamo cercando. Ti aspettiamo a Seoul fra tre giorni per discutere i dettagli…

… fa paura.

C’è una specie di sfarfallamento, a livello del diaframma, mentre si riempie il modulo online, mentre si elencano le qualifiche, mentre si scrive nella casellina di testo perché siamo la persona più adatta per questo posto…

È un po’ come prima di tuffarsi.

Perciò sono andato e l’ho fatto.
Ora che il primo è andato, ne verranno molti molti altri.
Tanto ormai, sono compromesso, giusto?

————————————————-

* mai è esistito momento più falso e stupido nell’intero processo di selezione del personale.
Sì, lo considero peggio del test grafologico per stabilire se il candidato sia una persona affidabile da come fa il taglio alle T.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

30 thoughts on “Da qualche parte tocca cominciare

  1. Hai fatto benissimo.
    Ti costa giusto quell attimo di sfarfallante paura, e poi sia mai che il detto “la fortuna aiuta gli audaci” non si riveli veritiero 🙂

  2. Beate farfalle nello stomaco 🙂
    E, se dovessero fare a me il test grafologico sulle t, mi scordo qualsiasi lavoro. 😉

  3. Che bello. Complimenti e in bocca al lupo.
    Lo farò anch’io. Magari mi prendono come lettore in qualche università, chissà. ^^

  4. Grande, bravo! Incrocio le dita per questo… ma anche per le future opportunità all’estero che deciderai di saggiare! 🙂

  5. Oddio, c’è chi fa il test grafologico?
    Terribile, terribile.
    In bocca al lupo!

  6. ehi, in bocca al lupo.
    Le farfalle causa tuffo nel vuoto le conosco bene, ma ti posso dire che non c’è cosa più bella dell’essere là (ovunque sia là).
    mi raccomando, non mollare (io ho mandato quasi 160 domande, sparse per il mondo. E alla fine ho pure avuto il lusso di essere conteso e poter scegliere). ma ci è voluto il suo tempo.
    un saluto

  7. Grazie a tutti per il supporto.
    In effetti, io un anno all’estero, studiando e lavorando l’avevo già totalizzato vent’anni or sono.
    Ed era stato più facile, paradossalmente.
    Brutta cosa, la vecchiaia.

  8. ma in bocca al lupo-sauro!! speriamo bene… fuggi dall’italietta finché sei in tempo… e se non ti prendono qui, applica ovunque che nel mondo civile tutte le qualifiche vengono valutate davvero per il loro valore e gli stipendi sono GIUSTI…

  9. Ci sono stato proprio quest’estate! Grande Davide! In bocca al Lupo!

  10. In bocca al lupo!
    Hai fatto davvero bene!
    Certo che da noi il candidato ideale viene scelto in modo quasi scaramantico…
    Pare più un rito voodoo…

  11. Per me puoi andare anche su Marte, purchè continui a scrivere il tuo blog…

  12. In bocca al lupo, hai fatto benissimo 😉

  13. Hai fatto una scelta difficile ma giustissima!
    In bocca al lupo, condivido pienamente il tuo coraggio! 😀

  14. Intanto in bocca al lupo.
    Capisco bene la sensazione di cui parli. E’ facile stravolgere la vita col pensiero, ma poi il primo passo richiede sempre un coraggio enorme. Complimenti a te che l’hai dimostrato!

  15. Sì, ok, poi vediamo cosa ne viene fuori 😉
    Intanto compilo una lista di quelli da contattare successivamente…

  16. Davide, ma perchè non dici “tra una settimana due sono là”?.
    Una persona come te, col tuo valore, la tua cultura, le tue capacità farebbe loro gola.
    Pensaci. So che la vita ci “trattiene” con mille problemi (la salute dei genitori, l’abitudine, le necessità economiche) e che lo sfarfallio del diaframma è potente.
    Però uno come te in quel mondo meritocratico attento solo a quello che uno SA fare e non al pezzo di carta…
    Non è questo? Sarà un altro, am ti scongiuro di pensarci seriamente. Sei maledettamente sprecato in Italia. L’ostacolo più grande è andare. Una volta là tutto diventa più semplice.

  17. @Lady
    Allora, in lista per il futuro ci sono
    . una sessantina di università (Europa, Americhe, Oceania)
    . un numero ancora imprecisato di aziende in Australia e Nuova Zelanda
    . la NASA, il NOAA, l’Istituto Oceanografico Scripps, l’Istituto di Santa Fé…
    . …
    E non ho ancora cominciato a spulciare la lista di indirizzi in Giappone.
    E oggi ho visto un bando dell’Università del Brunei che era uno spettacolo.
    Li batterò tutti.
    Senza pietà.
    Per intanto, fino a novembre sono qui (a Urbino) a finire il dottorato.
    Questa prima uscita è solo per mettere le mani avanti… il bando al NHM scade domenica, dovevo sbrigarmi.

  18. Così si fa! Il primo passo – il terrificante, meraviglioso primo passo. In bocca a tutti i lupi del caso (povere bestie!). Qui si fa il tifo – e chissà che, un momento o l’altro, non si trovi il coraggio di imitarti…

  19. Capisco la sensazione di “paura”. E’ il futuro che bussa alla porta, insieme alla consapevolezza che bisogna girar pagina. Che sia Londra, Hanoi, Buenos Aires o altro l’importante è che tu possa fare quello che sai, che vuoi, che credi di saper fare. Go!

  20. Alla fine si tratta solo di vincere l’esitazione.
    Peccato che tocchi sapere il mongolo per l’Università di Ulan Bator – pare abbiano un eccellente dipartimento di scienze della terra…

  21. Non so i concorrenti…..ma per quei quattro o cinque mesi che seguo il tuo blog…beh….mi sembreresti proprio una persona adatta per quella carica di responsabile della didattica. L’ “in bocca al lupo” è ovvio e sincero.

  22. In bocca al lupo…. anche se con un po’ di tristezza. Ciao!

  23. Verremo con te a Londra se ci porti!

  24. Ti auguro veramente di tutto cuore di riuscire a centrare uno di questi obiettivi, ma sono sicuro che non ne hai bisogno (degli auguri, intendo!): credo che tu abbia tutte le carte in regola per riuscirci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.