strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Grammatica per diletto

5 commenti

Sto leggendo (tra le altre cose) una grammatica della lingua inglese.
Un po’ per dare una ripulita alle basi teoriche, che possono sempre tornare utili, un po’ per il divertimento della cosa.

Ora, ammetto di non aver mai dato esageratamente peso alla grammatica, finché non mi sono messo ad insegnare l’inglese (ho lavorato in una scuola di lingue, per alcuni anni).
Ho una certa facilità con le lingue straniere – ed in effetti il tempo passato su una grammatica è meno produttivo dello stesso tempo passato su un testo – articoli, racconti, romanzi.
Però insegnare è un’altra faccenda.

9780192813893_p0_v1_s260x420Fin dai vecchi tempi, il mio riferimento preferito rimane il Fowler, A Dictionary of Modern English Usage, un testo degli anni ’20 scritto con notevole umorismo ed una sana dose di britannica superiorità, che mi serviva per risolvere tutte quelle questioni odiose come gli split infinitives e tutto il resto.

The English-speaking world may be divided into (1) those who neither know nor care what a split infinitive is; (2) those who do not know, but care very much; (3) those who know and condemn; (4) those who know and approve; and (5) those who know and distinguish. . . . Those who neither know nor care are the vast majority, and are a happy folk, to be envied by the minority classes.

Ne acquistai una copia alla libreria Luxenburg, a Torino, a fine anni ’80 – la seconda edizione, revisionata da Ernest Gowers.

Il Fowler – una copia del quale, in formato elettronico, è qui sul mio desktop in questo momento (non ricordo in quale cassa si trovi la copia cartacea) offre inoltre la straordinaria possibilità di guardare dall’alto in basso le menti semplici che vengono a ciangottare moleste col loro Strunk & White, e spiegar loro che il libriccino al quale tengono tanto è sostanzialmente uno sciocco  manualicolo adatto alle loro limitate capacità mentali ed ai loro gusti rudimentali.

The Deluxe Transitive Vampire scans 001Ora, comunque, mi sto dilettando con un’affare dall’improbabile titolo di The Deluxe Transitive Vampire, e sottotitolato The Ultimate Handbook of Grammar for the Innocent, the Eager and the Doomed.
Un bel volume rilegato rigido, di grande formato, stampato su carta buona e bislaccamente illustrato con immagini rubate ai penny dreadful di metà ‘800.
L’idea dell’autrice, Karen Elizabeth Gordon, è quella di costruire una grammatica dell’inglese che, nei suoi esempi, caso per caso, costruisce una storia – una storia decisamente gotica, che si dipana sulle pagine, popolata di personaggi tanto stereotipati e prevedibili quanto spassosi.
Al lettore resta l’incombenza di mettere insieme i pezzi, riempiendo gli spazi vuoti, aiutandosi con le immagini e col testo stesso del manuale.
L’effetto è interessante.
E poiché si tratta poi sempre di spolverare nozioni acquisite ed ordinarle, la lettura è divertente, e non distrae.
Mi domando come ci si troverebbe, con un manuale del genere, chi fosse a digiuno del tutto della materia – ma trattandosi di un volume in inglese, un lettore a digiuno della lingua pare una eventualità piuttosto improbabile.

Migliorerà le mie probabilità di pubblicazione nel vasto modo là fuori?
Di sicuro non può peggiorarle.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

5 thoughts on “Grammatica per diletto

  1. Considerato che trovo sempre un po’ aridi i libri di grammatica questo libro mi incuriosisce parecchio e soprattutto mi viene da fare una considerazione.
    Da noi nessuno lo avrebbe pubblicato. La nostra grammatica è una delle cose più sacre e noiose che io abbia incontrato a scuola! 😦

  2. Per colpa tua il mio Strunk&White, comprato su suggerimento di un collega, giace su uno scaffale. Ogni tanto mi viene la tentazione di dargli un’occhiata, ma sento echeggiare una diabolica risata astigiana e rinuncio.

  3. “Grammatica per diletto”, che ossimorico accostamento… Detesto la grammatica. In vita mia ho trafficato con otto lingue diverse, e non posso dire di sapere la teoria della grammatica in nessuna di esse. E per di più, edito per mestieri scritti altrui in due lingue. L’ho già detto che detesto la grammatica? Però devo ammettere che il tono del discorso sugli split infinitives e la grammatica gotica potrebbero quasi – e dico quasi – tentarmi…
    E Cily ha malinconicamente ragione – specie per la grammatica gotica.

  4. @Cily
    La grammatica come la matematica, viene insegnata in maniera obbrobriosa.
    Non so se sia colpa dei programmi ministeriali o degli insegnanti in burn out.

    @Messersottile
    Ma no, povero Strunk.
    E anche povero White.
    In fondo non erano cattivi – come al solito, non è chi scrive il testo sacro, da biasimare, è chi ne adotta le regole con spirito talebano…

    @laClarina
    Otto!
    Io nei miei momenti di delirio ne allineo cinque, e già mi sento strano (e mi dicono che sono strano).
    Però no, preferisco un approccio operativo rispetto all’apprendimento della grammatica a memoria (come facevamno le mie studentese di italiano dell’est europeo – che arrivavano a lezione con un italiano rudimentale, ma TUTTA la grammatica a memoria).

    I due libri citati qui sopra a mio parere sono divertenti – Fowler è anche piuttosto utile.
    Non solo coi cultisti di S&W.
    Il vampiro Transitivo è un po’ leggerino, ma dilettevole.

    Anche se la palma dell’originalità – per quel che mi concerne – va ad una grammatica giapponese il cui titolo originale era “Gone Fishing”, e che spiega che semplicemente il giapponese non è difficile, ma te lo spiegano come se lo fosse.

  5. sono con Cily la grammatica raccontata, probabilmente sarebbe digerita meglio di quella imparata a memoria, visto quello che si legge e sente in questo paese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.