strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Saponi da Barba

22 commenti

gi-pietra-coloraQuesto è quasi un post del piano bar.
Il numero di persone quotidianamente indirizzate su strategie evolutive nella loro ricerca di informazioni su saponi e schiume da barba è tale, che un post di questo genere si rende necessario.

Ora, strategie evolutive, nella sua veste occasionale di lifestyle blog, include già un post esaustivo sulla rasatura con un rasoio di sicurezza – vale a dire con uno di quegli aggeggi che NON sono usa e getta.
Un post nel quale si parla anche brevemente di saponi da barba.

Vediamo di espandere.
Il sapone da barba svolge la fondamentale funzione di facilitare lo scorrimento della lama del rasoio sulla pelle, ed al contempo rimuove gli oli contenuti nella barba e presenti sulla pelle del volto, rendendo la barba più permeabile all’acqua.
Un buon sapone da barba riduce i rischi di taglio.

Attualmente si trovano in commercio saponi da barba in bombola pressurizzata (i più diffusi), e in crema (in ciotola o in tubo) o solido; il sapone in crema o solido è anche noto come sapone in ciotola.

La schiuma da barba in bombola è la più facile da reperire, ne esistono decine di formulazioni, profumazioni e marche.
La trovate al supermercato.
È essenzialmente una questione di gusti.
Io, dovendo scegliere, mi oriento su Prep o su Noxema, ma si tratta, lo ripeto, di gusti personali.

La comodità della bombola – rapida, portatile – è controbilanciata dal prezzo (la schiuma in bombola è più cara del sapone in tubo o solido) e dall’impatto ambientale – la bombola deve essere smaltita.

taylor-of-old-bond-streetPassiamo al sapone in ciotola.
Normalmente il primo impatto è spiacevole – ed è dovuto al prezzo.
La spesa iniziale è aggravata dalla necessità di acquistare un pennello da barba, e magari anche una ciotola (se non volete limitarvi alla ciotola di plastica con la quale vi vendono il sapone).
Se usate il sapone in tubo, potete evitare l’acquisto di una ciotola*, ed usare una normale tazza di ceramica (di quelle da té, che IKEA vende a meno di un euro).
L’investimento iniziale si ammortizza tuttavia molto alla svelta, considerando che il sapone in ciotola rende di più – dura, in altre parole, più a lungo della bombola.
Ed un buon pennello dura in eterno.

La procedura è semplice – si inumidisce il pennello, lo si strofina sul sapone, e poi si “monta” la schiuma da barba, che si va poi ad applicare sul viso.
Rispetto alla bombola, il sapone in ciotola può quindi essere preparato con acqua calda, rendedolo più piacevole sulla pelle, e facilitando ulteriormente la rasatura.

cream_150bowlAggiungiamo una scelta forse addirittura più ampia, un minor impatto ambientale (col pennello si usa meno sapone, e quindi se ne riversa di meno nei bacini idrici) e uncerto risparmio a lungo termine.
Dettaglio curioso – in aeroporto vi faranno delle difficoltà per il sapone in bombola, non per quello solido.

Problemi – radersi con il sapone solido richiede più tempo.

Ma se si sparge la voce che vi radete usando il sapone in ciotola, probabilmente non avrete più problemi di approvvigionamento, visto che una bella confezione di sapone da barba diventa un bel regalo per Natale o altre festività – fa fine e non impegna, come si dice dalle mie parti.

im10578914Proraso, storica marca nazionale normalmente snobbata da quelli eleganti, è facile da reperire anche al supermercato, in tubo o in ciotola di plastica, costa un’inezia (vantaggi del prodotto nazionale), ed è apprezzatissima da quelli che se ne intendono.
Sia Taylor of Old Bond Street che Crabtree & Evelyn offrono delle belle ciotole in legno che durano per sempre, e che si possono poi ricaricare con le ricariche vendute a parte.
Ho sempre trovato odioso il sapone Mitchell’s Wood Fat – oltretutto costoso, anche perché distribuito in ciotola di ceramica – per via di quella faccenda del grasso di lana.
Una mia fisima, naturalmente.
Potendomelo permettere, propendo per il C&E Nomad al sandalo, ma come si diceva, è questione di gusti personali.

Esiste anche il sapone solido in stick, allo stato solido come certi deodoranti, che si passa sul viso a secco, ma non offre molte delle garanzie del sapone in schiuma (bombola o pennello) ed il rischio di tagliarsi rimane più forte.
O così mi dicono.
—————————-

* prod-7749-250-250Quando parliamo di ciotola, in senso lato, intendiamo qualsiasi contenitore abbastanza ampio da poterci conservare il sapone, e montare la schiuma.
La ciotola da barba tradizionale (shaving mug) è uno strano affare, di solito di ceramica, una specie di tazza ampia, con una nicchia in cui conservare il sapone solido, e un bacino ampio dove montare la schiuma.
Se vi avanzano quattrini, e volete un brivido steampunk, orientatevi su uno shaving scuttle, che pare una teiera con una coppa in cui montare il sapone, e un serbatoio per l’acqua calda per mantenere il sapone in temperatura. Alcuni modelli hanno un becco molto ampio (dove infilare il pennello).

Enhanced by Zemanta

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

22 thoughts on “Saponi da Barba

  1. Da cinque mesi, più o meno, ho preso a farmi la barba in old style, con pennello, sapone e rasoio di sicurezza.
    Le differenze si vedono, fin da subito, senza contare il risparmio notevole in lamette e bombole di schiuma.
    Per ora utilizzo un sapone in stick, ma non è certo il meglio che potevo provare e stavo cercando di orientarmi su qualcosa in ciotola, quindi il tuo post è azzeccatissimo!

    Però ho un problema: dove vivo io a parte la Proraso, è difficile trovare altre marche. Dove posso reperirle?

  2. E’ anche per post come questo che adoro il tuo blog!😀

  3. Tenendo conto che radermi è una cosa che, diciamo, non mi appassiona, (infatti porto abitualmente il pizzetto e spesso pure il resto della barba, anche se corta) e per la quale ogni minuto in più è un minuto che considero perso, la mia scelta ricade sulla banale schiuma in tubo. Tanto più che avendo i capelli lunghi devo pure metterci il tempo dell’asciugatura. E, si, barba selvatica e capelli luoghi, da buon selvaggio, ma senza queste features ormai mi sentirei nudo, e alla fin fine così pare che abbia un viso più interessante.

  4. Appena finisco la schiuma da barba (che con i miei ritmi può durare degli anni) provo a convertirmi al sapone in ciotola. Il passaggio al rasoio di sicurezza mi incute un certo timore, ma prima o poi andrà sperimentato.

  5. @Narratore
    O una grossa profumeria (ammesso che abbiano un settore per uomini) oppure qualche negozio online, o Amazon.

  6. io mi sono convertito tre mesi fa ed è una delle cose per cui sono grato a questo blog. Io rado solo guance e collo, il resto della barba la tengo alla lunghezza giusta con un trimmer elettrico, e ho ancora una bomboletta da smaltire ma la alterno col proraso in ciotola. I soldi risparmiati in lamette usa e getta li ho investiti in una crema dopobarba fantastica (sempre proraso, avena e tè verde) che mi salva dalle irritazioni.

  7. No, sono uno sfigato a farmi la barba. solo schiuma e bic. Però mio papà avrebbe adorato questo post

  8. @Narratore, mio padre ha sempre avuto la pazienza e la costanza, di cercare la sua marca, che ora non ricordo, in un banco profumeria al mercato. Lui da sempre usa pennello e ciotola.

  9. Ora manca solo un post sulle lamette, e sui negozi strani strani dove reperirle a prezzo modico (c’è un turco che mi è valso l’acquisto solo per la bellezza del biglietto da visita :D)
    Io ho ricevuto con piacere in regalo un sapone al sandalo della Dr. Harris in ciotola di legno, che è un oggetto bellissimo solo la ciotola, e per montarlo trovo splendida la ciotolina in metallo dell’ikea (pochissima spesa).
    Tra i saponi italiani e a prezzo modico l’acquisto del secolo (e che durerà un secolo) per me è stato il panetto da un chilo (!) di crema da barba Cella: la confezione old style è buffissima (http://artedelradersi.files.wordpress.com/2012/09/cellacompleto.jpg) e il profumo di mandorla mi offre una buona alternanza col sandalo. Di sicuro è un’ottima alternativa al profumo della proraso, unico reperibile nei negozi della mia zona, che non mi è mai piaciuta troppo e il cui profumo sparisce abbastanza alla svelta. Finito il secolo mi incuriosiscono non poco le creme e i saponi della Taylor.
    Curioso che la maggior parte dei negozi da me abbiano in vendita le lamette ma non i rasoi (neanche i safety razor della wilkinson, che per trovarlo m’è toccato ordinarlo in Polonia).
    P.S. la shaving mug col drago è me-ra-vi-glio-sa.

  10. Provati un po’ tutti i sistemi, devo dire che, essendo sempre di fretta, la bomboletta di schiuma da barba e l’usa e getta mi risolve il problema di dovermi alzare troppo presto.
    Quando però ho tempo di farmela con pennello e sapone, il risultato è senz’altro migliore. Anche il procedimento è più piacevole.

    Concordo con quel che dici a proposito di Proraso.

  11. quando mi facevo la barba, usavo la schiuma in ciotola. Ora ho smesso😀
    e poi la ciotola si può riutilizzare!

  12. Io uso sempre schiuma in ciotola in questo modo farsi la barba assume toni più rilassanti.

  13. il sapone proraso però brucia come l’inferno.. hanno esagerato con gli olii di menta.
    (e non provate ad uscire in una giornata di tramontana con la barba appena fatta)

  14. io sparo direttamente dal tubo la crema (proraso) tra le setole del pennello e mi monto la schiuma sulla faccia. qualcosa tipo mr. bean che beve il caffè zuccherato senza avere la tazzina, lo so.
    ma la mia pigrizia no intende cedere su questo punto.

  15. non mi faccio la barba! ogni 3 mesi vado dal barbiere! semplice e drastico!😀

  16. Da ex amministratore del forum Il Rasoio (su forumup) mi permetto di segnalare le poche inesattezze in un articolo comunque accattivante.

    – L’unico ingrediente davvero essenziale della rasatura tradizionale è l’acqua (da cui il termine “wet shaving”). A livello teorico è possibile fare totalmente a meno del sapone, a patto di tenere costantemente la barba ben bagnata con acqua calda. La reale funzione del sapone non è quella di agevolare lo scorrimento della lama, ma di mantenere i peli più umidi possibile.
    – La procedura di montaggio del sapone è lievemente più complessa di quella descritta, ma per ulteriori dettagli esistono articoli specifici o video a tema (eccellenti quelli di mantic59)
    – Il sapone solido in stick non si passa assolutamente a secco: dopo averlo steso sulla barba viene comunque montato con il pennello ben intriso d’acqua. Non esistono prodotti tradizionali da usare a secco.

    Personalmente utilizzo saponi solidi inglesi, ma una delle creme più interessanti che ho avuto tra le mani era portoghese. Si chiama Musgo Real e profuma di erba appena falciata🙂

  17. Un post stuzzicante, specie per chi, come me, per anni ha coltivato la rasatura all’antica, con tanto di rasoio a lama libera e coramella!

  18. Non ho vie di mezzo, o rasoio elettrico (veloce, ma non da risultati eccellenti sulla mia barba piuttosto dura) o sapone in ciotola un prodotto senza nome (la ciiotola, in plastica, è rossa) profumato alla mandorla, che reperisco al mercato rionale o da Auchan. Avevo molto apprezzato il prodotto in tubo fornito dall’esercito ai tempi della naja, ma non l’ho mai più visto

  19. Dettaglio curioso – in aeroporto vi faranno delle difficoltà per il sapone in bombola, non per quello solido.

    A me han fatto delle difficolta’ per la ciotola di Proraso verde giusto una decina di giorni addietro. Aeroporto di Charleroi (Bruxelles Sud), dove arrivo con il mio bagaglio stripatissimo che seziono a richiesta. Tra PC, tablet e carte varie spunta la borsetta con la roba da bagno.
    “Apra, grazie”.
    E io apro.
    “E questo cos’e’?”, indicando la ciotola verde.
    “No, e’ per radersi, per farsi la barba”.
    “?? Apra, grazie”. Io apro la confezione, la tizia pare soddisfatta e lo comunica alla collega che staziona ai raggi x: “Oh, vedrai una ciotola con della roba dentro, ora. Dice che e’ una roba per farsi la barba, fai passare, va…”.

    Devo essere pero’ sincero fino in fondo: in genere NON porto ne’ sapone in ciotola, ne’ schiuma: alla bisogna uso il rasoio con acqua e sapone comune: il bagaglio ha la precedenza sulla barba🙂

    Barney

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...