strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

2MM:Nativity, Capitolo 3 – il making of

14 commenti

Screenshot from 2013-02-16 13:10:12Scritto, spedito, pubblicato.
Piacerà? Non piacerà?
Nel frattempo, come ha fatto chi mi ha preceduto, metto giù un po’ di note riguardo alla genesi di questo episodio, per coloro che fossero interessati.
Non sarà una cosa ordinata.

Tanto per cominciare, questo è il terzo episodio della nuova stagione.
Meglio, è solo il terzo episodio.
Ci sono altri venti autori in coda dopo di me, con le dita che prudono. Devo quindi essere ben conscio che questa non è la mia storia, ma è la loro.
E nello specifico, io sono qui per fornire loro appigli, spunti, materiale sul quale lavorare.
Il mio capitolo dovrà sollevare più domande che dare risposte.
Le risposte sono un problema altrui.

Questo significa che in questo capitolo non comparirà Rebel Yell.
Lo so, Reb è estremamente popolare, e molti lo vorrebbero vedere in scena, ma Reb è un risolutore, non un propositore.
E a questo punto nella storia bisogna proporre.
Le soluzioni (che poi per Reb sono solitamente abbastanza spicce) sono in mano ad altri autori.
È diverso il motivo per cui invece non compare Derek, alias Shock (to the System) forse l’Old Timer al quale sono più affezionato (e no, non l’avete visto granché in azione, ma dategli tempo); qui entra in gioco il mio egoismo di fondo – Derek è mio, e non intendo lasciarlo gestire da altri proprio per l’affinità che sento nei confronti del vecchio super londinese.
E poi, sarebbe stupido, e di cattivo gusto – oltre che contrario alle regole di campo – usare personaggi e situazioni comparsi in spin-off e storie con le quali il pubblico e gli altri partecipanti potrebbero non avere familiarità.
Solo un idiota farebbe una cosa del genere.

Quindi, se Old Timer dovrà essere, sarà un nuovo Old Timer, evocato apposta per Nativity.
Sarebbe bello.

Ora, il tema.
Senza un tema, le storie si afflosciano, e in un round robin, il tema non viene concordato e inserito ad arte – tocca scoprirlo mano amano che si scrive.
Ora, naturalmente, questo è Nativity, quindi il tema della nascita, del sorgere di qualcosa di nuovo, mi pare una scelta ovvia, ed in linea con ciò che hanno fatto coloro che mi hanno preceduto – ci sono molte nascite, molte novità, nei primi capitoli di 2MM:N.
Nascita, novità e responsabilità.
La responsabilità io ce la metto sempre, ed è una specie di cosa che gli Old Timer hanno di default.
Responsabilità verso i nascituri,verso i giovani, verso le nuove generazioni.

daryl hannah, valerie quenessen, etc. - summer lovers _1982__0001La Grecia è al centro di questa nuova serie.
Ora, fatemi causa, ma io sono cresciuto negli anni ’80, e quindi per me la Grecia significa solo due cose – Summer Lovers, e Yanni*.
E Summer Lovers venne girato su Santorini, e Santorini è ancheun pezzo piuttosto famoso di Yanni**.
Perciò, ok, il mio capitolo si svolge su Santorini.
Bello liscio.

Cosa sappiamo di Santorini?
Ah… vediamo…
Località turistica.
Sede dell’antico vulcanola cui eruzione devastò la civiltà minoica, e probabilmente diede origine al mito di Atlantide.
Parecchio fuori mano, come posto.
Ma zeppo di turisti.

Un rapido giro di Wikipedia mi fornisce i due dati che mi servono.
E questa foto, che è… wow!

799px-Santorini-20070808-058248-panorama-small

Quella sottile infarinatura bianca lassù è Fira.
La mia storia si svolgerà a Fira.

Metto giù una trama di massima – ragazza in fuga, messa alle strette dai cattivi, viene salvata da un Old Timer.
Bello liscio.

hannahE poiché io penso alla Grecia e pensoa Summer Lovers, mi viene in mente Daryl Hannah.
Onestamente Daryl Hannah non è mai stata la mia attrice preferita, ma da quando la conosco come attivista ambientalista mi piace molto di più – e poi ha questa bella immagine dura e incacchiata, questo profilo da frusta.
Ci starebbe bene nella parte di Whiplash, una Old Timer che era venuta fuori una sera, chiacchierando con alcuni autori durante la prima stagione di 2MM.

Ma nulla va mai secondo i piani, come cantavano gli Styx, ed infatti, scrivendo il mio capitolo, succedono due cose.
valerie-quennessen-2Primo, Valerie – che nel mio cervello ha il viso della compianta Valerie Quennessen – comincia ad assumere contorni più definiti.
Valerie sa qualcosa che metterebbe nei guai la Hypotetical – per favorire ciò, faccio di lei un membro del WITNESS, che è una autentica organizzazione, finanziata da Peter Gabriel, che si occupa di documentare fotograficamente gli abusi e le violazioni dei diritti civili.
Ci sta da dio.
Ma poiché c’è la faccenda della nascita… e se Valerie non fosse braccata dalla H. per ciò che sa, ma per ciò che è… o potrebbe essere?
E se fosse una super in latenza, attivata dopo i fattacci di Admiral City?
Se la H. la volesse studiare, o controllare, o clonare…

Mi piace.

E mentre Valerie assume contorni più definiti, ecco il secondo imprevisto: anche il personaggio di Bannon, che immaginavo come malvagio uomo della Hypotetical, e avversario di Whiplash, cambia progressivamente ruolo.
Sarà perché lo immagino coi lineamenti dell’attore Lance Henriksen, che mi è piuttosto simpatico, e che è un duro, ma buffo.

tumblrheader01

O perché è più giusto che ci sia lui, nell’occhio del ciclone, piuttosto che Whiplash (che fa una comparsata, ma forse non è lei).
È più economico, e complica le cose in maniera interessante.

atlas-1E così, mentre Valerie Broussard erutta in tutta la sua potenza (non è un classico, che il supereroe scopra i propri poteri nel momento di massima crisi?), e mi offre l’opportunità per un po’ di devastazione all’ingrosso (incidentalmente, la piazza e la chiesa sono inventate – non ho idea se ci sia un posto del genere a Fira), Bannon si rivela essere un insider degli Old Timers***.
E lo vedo un po’ come gli Agenti dell’Atlas dei fumetti – che sembrano i cattivi ma sono i buoni, che paiono presi da uno spy movie degli anni ’60…

Bannon introduce l’elemento della lealtà e del cambio di fronte.
Questo mi piace, perché crea una simmetria tanto con Clark – un uomo di Fortress Europe che decide di cambiare bandiera – che con Jackson – che palesemente sta servendo i padroni sbagliati, ma ha il cuore al posto giusto.
Vedo forse un team emergere…? Ah, sarebbe bello, ma non è più un problema mio.

Bannon è un Old Timer, non ha un costume, non ha un potere definito. é un super atipico come tutti i vecchi. Un pacifista.
Uno che vorrebbe tanto avere dei poteri di offuscamento delle menti altrui, e invece…

E invece toccherà al prossimo giocarsela, con la mia benedizione.
Il mio soloconsiglio è di non scolpire nella roccia i suoi poteri, non cercare di quantificarlo come una scheda per un RPG.
Gli Old Timers funzionano perché sono imprevedibili e insoliti, e non codificati.

Tesla_aged_36.jpegMi rimane solo, a questo punto, da inserire un piccolo cappello introduttivo (con incluso cameo di Nikola Tesla) – che getta un po’ di luce (ma proprio poca) sui motivi degli Old Timers, e di Bannon in particolare. Che io vedo un po’ come garanti della variabilità.
Dopotutto, non sono sorti i peggiori orrori del ventesimo secolo, dall’illusione di poter governare l’evoluzione?
E non è forse questa una delle minacce implicite di Nativity?
Non sono gli Old Timers qui per aiutarci?

Fine.
1300 parole mal contate****.

——————————

* È OK se non sapete di cosa io stia parlando.
** Ricordate? È OK se non sapete di cosa io stia parlando.
*** Da dove vengano i nomi dei due personaggi, è lasciato come esercizio per i lettori.
**** Esattamente come questo post. Mica male, eh?

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

14 thoughts on “2MM:Nativity, Capitolo 3 – il making of

  1. Io invece vorrei proprio riprendere un personaggio e una situazione da uno spin-off, mettendo giù la cosa in modo che non sia necessario averlo letto per comprendere il capitolo. Sono un idiota?

  2. Ah, tra l’altro scusa, mi sono dimenticato di farti i complimenti per l’ottimo capitolo! 😀

  3. @Il Moro
    Grazie per i complimenti.
    Sull’idiozia… pescare personaggi e riferimenti da spin-off e altro materiale non canonico significa complicare la vita a noi stessi, ai lettori ed agli altri autori.
    Ai lettori ed agli altri autori, perché li si obbliga a dover recuperare materiale che si riteneva non essenziale per capire o documentarsi; a noi stessi perché – se vogliamo evitare il problema appena esposto – ci si obbliga a cercare di fornire a lettori e compagni di cordata le informazioni necessarie. Avendo a disposizione solo 1500 parole, è abbastanza stupido buttarne almeno un quarto per spiegare cose che si poteva fare a meno di dover spiegare semplicemente restando a fuoco.
    Insomma, è antieconomico – si usa il poco spazio a disposizione invece che per creare qualcosa che serva a tutti e sia divertente, per riassumere qualcosa di già fatto.
    Lo scopo della round robin è collaborare, non complicarsi reciprocamente la vita.
    Poi, chiaramente, io mi sentirei idiota a provarci.
    Non è detto che altri abbiano le mie remore.

    @Gianluca
    Grazie!

  4. Grande professionalità e rispetto per i colleghi di Round Robin, non mi stancherò mai di dirlo.
    Io ero soprattutto curioso riguardo al cappello iniziale (sì, con tanto di cameo), che forse per qualcuno è passato inosservato rispetto al resto del capitolo, che conquista tutte le attenzioni.
    Sulle dinamiche Clark/Jackson, sono curioso (e un po’ timoroso) di vedere come evolveranno. A essi ora si aggiunge anche Bannon.
    Ma il bello delle RR è questo!

  5. Davide, Tutto molto vero, ma io sono convinto che se gli spin-off ci sono li si debba considerare, anche perché concorrono a creare un universo vasto e variegato.
    Sarà perchè io ne ho scritti un mucchio… XD
    Ricordo che Alex Girola aveva detto che avrebbe deciso quali erano quelli “canonici” e quelli no, poi non credo che l’abbia mai fatto.
    Comunque, ho già pronta una bozza del mio capitolo con i riferimenti agli spin off. Visto che sono a casa in mutua, penso di avere tempo di provare a scrivere anche un capitolo invece completamente “staccato” e vedere quale mi piace di più.
    Devo solo trovare una buona idea. Un’altra.

  6. Sul fatto degli spin-off, mi riferisco a quanto affermato da Il Moro, non sono d’accordo. Nel senso che ne esistono molti, degli esistenti un numero robusto non ha alcun crisma di ufficialità, in generale utilizzarli è poco rispettoso del lettore e potrebbe essere visto come una vera e propria deviazione rispetto all’asse principale della storia.
    Sul capitolo di Davide devo ribadire che è cinematografico ai massimi livelli. Paradossalmente trae forza proprio da quello che non dice, che non è esplicito nella narrazione. Chi verrà dopo dovrebbe leggere attentamente quanto fin qui proposto, c’è già molto che ha un grande potenziale. Per altro, sarebbe anche ora di spiegare e/o gestire la situazione greca dal punto di vista geopolitico.

  7. Continuo a non essere d’accordo con voi sulla questione spin-off, ma mi rimetto al volere del pubblico. Bisogna saper andare incontro ai propri lettori, no? XD
    Sono già al lavoro su un capitolo alternativo a quanto avevo già scritto, che tenga conto solo di quello che è avvenuto nella prima stagione e nei capitoli precedenti.
    Sì, è facile farmi cambiare idea….
    Quello che ho già scritto magari lo pubblico poi sul mio blog come curiosità, senza nessuna pretesa di ufficialità.

  8. Capitolo molto divertente anche questo, la nuova stagione è iniziata coi botti! Complimenti! 😉
    Colgo l’occasione per fare un commento anch’io riguardo gli spin-off e la RR: sono d’accordo con Il Moro sul fatto che inserendo personaggi ”esterni” degli spin ci sia una maggiore ”coesione” e partecipazione nell’universo 2MM, riconosco però che non è per nulla facile inserirli e capisco chi dice che è sconsigliabile. Io ad esempio, al tempo inserii Black Jack nella RR e questo creò non poca confusione nei lettori. Quindi sì, meglio evitare 😉 Poi vabè, se si riesce a farlo bene senza mandare in tilt chi legge non ci vedo grossi problemi.

  9. Grandioso capitolo…non ci aspettavamo di meno da uno come te 😀

  10. Personalmente penso che dipende molto da come vengono utilizzati gli spin off… se vengono citati in modo che chi li conosce apprezza la strizzata d’occhio e chi non li conosce neanche sente il bisogno di andarli a cercare, è ok, altrimenti effettivamente possono complicare molto la vita.
    Riguardo a Jackson e ai suoi problemi sbagliati… Davide sai qualcosa che non sappiamo? Pensando che lavorando per i laboratori di Angela, ed essendo lei una figura positiva, il nostro buon Jackson stesse anche lui dalla parte giusta… o mi son perso qualcosa?

  11. L’ho detto e lo confermo: grande capitolo!

  12. Ottimo il capitolo e interessante ed esaustivo il dietro le quinte. 😀 Quest’abitudine della seconda stagione mi piace un sacco, soddisfa la curiosità del lettore e offre spunti e approfondimenti per gli altri autori.

    Sulla questione spin-off, da lettore e da autore, dico che è meglio evitare. Sì, ho capito che a chi ha letto le avventure di un certo personaggio fa piacere rivederlo o impiegarlo qua e là, è un po’ la sindrome da giocattolo preferito che diventa poi il protagonista di tutti i giochi. È divertente, accende la fantasia e tutto il resto, ma il più delle volte è un effetto limitato a chi ne gode. Gli altri invece sono costretti a imparare il gioco nuovo e le sue regole, dovendo poi averci a che fare anche se accessorio e non richiesto. Complica inutilmente le cose, come diceva Davide. Meglio attenersi alla storia principale, pensare che il sistema a turni serve per lavorare di concerto con gli altri offrendo spunti e soluzioni a seconda dei casi, mentre qualunque capriccio è un bastone tra le ruote di chi viene dopo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.