strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Elric di Melniboné

18 commenti

elricm1_350Il volume numero venticinque della Fantacollana è Elric di Melniboné, di Michael Moorcock, che riunisce sotto ad una sola copertina i tre volumi Elric of Melnibone, The Sailor on the Seas of Fate e The Weird of the White Wolf, che a loro volta raccolgono racconti apparsi a partire dai primi anni ’60.
C’è anche una bella introduzione di Sandro Pergameno, e la copertina, splendida, di Michael Whelan.

Curioso, considerata la popolarità di cui gode oggi il personaggio di Elric, pensare a come, all’epoca, la critica nazionale fu feroce col lavoro di Moorcock – definito se ricordo bene privo di fantasia, dotato di modeste doti espressive, e privo di una reale comprensione dei cicli mitici.
Insomma, un disastro.
Ma d’altra parte, forse, è comprensibile – passare senza soluzione di continuità da Conan ad Elric può essere traumatico.
Elric infatti venne concepito come anti-Conan – sostituendo al barbaro che dal nulla, attraverso infinite peripezie, si conquista un impero, l’erede al trono di un impero che attraverso infinite peripezie perde tutto, e poi muore.

C’è, nella sofisticazione di Elric, una eco della sofisticazione di Michael Moorcock che fa da contraltare all’irruenza di Conan, a sua volta eco dell’irruenza di Howard.
Ma a differenza di Conan, Elric non si presta a fare da portavoce a facili ideologie e semplici, brutali metafore.
Il nichilismo di Howard non basta ad un autore come Moorcock, interessato al valore delle scelte morali ed al significato di libertà.
E Elric diventa quindi un’incona che è difficile adottare/dirottare.
Elric l’Albino, Elric l’Ultimo Imperatore, Elric il Portatore della Spada Nera, Elric l’Ammazzaparenti, Elric il Lupo Bianco.
Elric è debole, Elric è un potente stregone, Elric desidera la pace, Elric è un portatore di guerra e devastazione, Elric è fiero della propria libertà, Elric è una pedina di forze colossali, Elric è solo, Elric ha infiniti alleati, Elric vince, Elric perde.

elricIl personaggio nasce quando un editor rifiuta un apocrifo su Conan scritto dal giovane Moorcock, ma gli suggerisce di usare la stessa situazione per un suo personaggio
Nel creare Elric, Moorcock in un certo senso segna il proprio destino, condannandosi alla convivenza in eterno con un personaggio che forse non gli è neanche troppo simpatico, e che negli anni ’90 rivelerà aver sempre considerato un personaggio comico.
Ci sta anche quella.
Elric ha le spalle larghe.

Se la critica nazionale si esprime in maniera oggi incomprensibile, il pubblico pare gradire.
E davvero, a tanti anni di distanza, Elric è, con Conan, con Fafhrd & il Gray Mouser e con Kane, membro (svogliato, probabilmente polemico, formalmente “contro”) di un pantheon di personaggi imprescindibili, che definiscono il genere.

Parlare di fantasy è impossibile, se non si è letto Elric.
Se non si è letto Moorcock.

Sciocco dettaglio personale – a lungo tempo introvabile, questo volume della Fantacollana fu oggetto di un collezionismo feroce; si arrivò al cospirazionismo, a sostenere che la Nord in effetti ne avesse una cripta ricolma, e che ne mettesse sul mercato un paio di copie ogni tanto, a prezzi stravaganti, per lucrare.
La mia copia la prestai ad un compagno di corso al primo anno di università.
Lui cambiò indirizzo universitario, cambiò casa, cambiò città.
E si tenne il libro.
Molti anni dopo, la rimpiazzai con la ristampa.
Il libro, non l’amico.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

18 thoughts on “Elric di Melniboné

  1. Sono riuscito a recuperare l’edizione della Fanucci in quattro volumi e con la lettura sono fermo al secondo dei quattro. Diciamo che posso parlare di Fantasy al 50%.

  2. Io non l’ho letto mai e ora mi hai anche raccontato come va a finire 🙂

  3. comunque i prezzi sono ancora da collezionismo, su ebay per i due volumi elrichiani vogliono 100 euro più spedizione.

  4. @messersottile
    Scegli tu – o fan o tasy.

    @Andrea
    I prezzi sono dementi.
    Sul finale, non considerarlo uno spoiler – c’è tanta di quella varietà, nel multiverso moorcockiano, che spesso ciò che muore rimane tale per poco.

  5. Stormbringer…

  6. Il mio eroe (o antieroe) preferito di quell’epoca gloriosa.

    Aspetto ovviamente la recensione lunga km di qualche imbecilloide che ci terrà a spiegarci perché Moorcock “scrive male”.

  7. ho letto solo il primo qualche tempo fa, dopo aver letto pareri positivi in merito e che poi ho fatto miei. Peccato solo non aver ancora letto gli altri.

  8. Comprato insieme al fratellino su di una bancarella di libri usati, tre euro tutti e due.

  9. Michele li ha tutti e due, ma non si ricorda quando li ha comprati. Io con Elric ho un rapporto tesissimo a causa di una (ex)amica che lo idolatrava al punto di vivere la sua vita come se fosse Elric. Lo so, qui siamo davanti a un caso psichiatrico, ma mi ha rovinato il gusto per questo antieroe.
    Nota di Michele, polemica (oddio c’ho il marito troll ^^): secondo lui Moorcock va letto da “giovani” perché quando l’ha riletto una decina di anni fa, non ha tollerato né stora né personaggio. Ma, si sa, michele è un bastian contrario ^^

    • È importante tenere a mente che Moorcock ha cominciato con Elric, non ha finito con Elric.
      Ci sono cose, a mio parere, decisamente più interessanti – Dancers at the End of Time, ad esempio, o Gloriana, o Mother London.
      Elric ha fatto la storia, poi Moorcock le cose che aveva ed ha da dire, è passato a dirle attraverso altri personaggi.

  10. Bel pezzo! Ero proprio curioso di vedere che avresti scritto a riguardo. Se fosse possibile mi piacerebbe leggere anche un articolo “personalizzato” di quelli che sai fare tu, tutto su Elric.
    Una cortesia: se “spoileri” indicalo sopra per favore. Io non ho letto il romanzo e non conosco nulla dell’evolversi della sue vicende e sapere che il personaggio ad un certo punto morirà (anche se dovesse poi risorgere), è comunque un evento centrale e non è una cosa carina rivelarlo. Grazie.

  11. Grazie, mi hai fatto rivivere i nostalgici tempi di giovanili letture notturne e sogni di gesta fantastiche ed eroi dal volto triste e le “spalle larghe”… a quando una recensione sul misconosciuto lavoro di karl edward wagner e del suo eroe dagli occhi di assassino?

  12. Anche a me fregarono uno dei due originali hardcover della Nord!

  13. Ho letto Elric inizialmente perché faceva parte della bibliografia di Kata Kumbas più che per interesse personale (in effetti spiega molto degli approcci di quel gioco). Poi però mi ha preso per la storia in se ed assieme a Zothique è uno dei libri che ha influenzato il mio stile di masterizzare i giochi di ruolo.

  14. Pingback: | Italian Sword&Sorcery

  15. Pingback: Elric di Melniboné – Hyperborea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.