strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Cosmo

10 commenti

Grande libro, grande serie televisiva, grande colonna sonora.
Oggi ho scoperto che ci sono persone che non l’hanno mai visto, ed ho provato un senso di desolazione.

Carl Sagan, Cosmo – primo episodio.

 

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

10 thoughts on “Cosmo

  1. Er… *raises hand, lowers ears sicut asellus*

  2. Ti voglio bene! Lo sapevi che è previsto un remake condotto dal mitico Neil deGrasse Tyson?

  3. No, nessuna domanda – e problemi… be’, c’è il fatto che appartengo alla desolante minoranza che non aveva mai visto Cosmo. Nemmeno sapevo che esistesse…

  4. E lo so che Tyson non è Sagan, ma a modo suo è comunque un personaggio brillante. Tra l’altro mi è venuto in mente che anche in Italia, tutto sommato, si è fatta della buona divulgazione in tema astronomico. Mi riferisco a “Viaggio nel Cosmo”, anno 1997, condotto dal sempiterno Piero Angela. Conservo ancora un bel ricordo di quel programma…

  5. Perdona loro, perchè essi non sanno quello che fanno… (semi-cit.) Io sto aspettando che mio figlio sia abbastanza grande per rivederlo insieme a lui.🙂

  6. Io purtroppo lo vidi già cresciutello… Poesia allo stato puro.
    Un “remake” ci sta, e penso lo vorrebbe anche Sagan. E poi come dice Giuseppe, Tyson è un personaggio.

  7. approfitto per ringraziarti, perché io ci sono capitato un bel po’ di tempo fa incuriosito da un qualche tuo vecchio post. il libro purtroppo non ho ancora trovato il modo di cominciarlo, ma è in coda.

    in video, andrebbe fatto vedere ai bimbi, per il senso di meraviglia che lascia.

    in un paio di puntate, in alcuni punti, credo di aver pianto per un quarto d’ora buono.

    a volte, per quel senso di meraviglia, mi ritaglio il tempo di una puntata in pausa pranzo, mentre mangio.

    • Carl Sagan era un grande comunicatore – motivo per cui i colleghi un po’ o detestavano.
      È praticamente impossibile ascoltarlo, o leggerlo, senza sentire l’entusiasmo che lo animava.
      Resta uno dei miei idoli e dei miei modelli – e rileggo un suo libro (uno dei tanti) una volta l’anno, per ricordarmi come si fa a comunicare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...