strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

La filosofia del tenersi a galla

6 commenti

Per uno di quegli strani vezzi dell’accademia, un dottorato – che sarebbe poi ciò che ho discusso due giorni addietro – viene definito nel mondo anglosassone “Ph.D.” – philosophiae doctor, retaggio del passato medievale di talune università.

E così capita di dire “ora sono dottore in filosofia” (ed è il genere di cosa che nessuna persona sana di mente direbbe mai se non con una bella dose di autoironia), e sentirsi rispondere “la filosofia del tenersi a galla.”
Che non è una osservazione cortesissima, in effetti.
Sembra implicare… sufficienza?

full_frontal_monolith

E da qui, il mio discorso potrebbe prendere due strade.
Da una parte, potrei osservare come esista una sorta di automatismo che porta alcuni a cercare di “rimetterci al nostro posto” quando combiniamo qualcosa.
Dall’altra, potrei invece chiacchierare di come, vista l’attuale inflazione accademica (che non è cosa nuova) la spendibilità di un titolo – laurea, master o dottorato – sia abbastanza relativa.
Due differenti stati di cose in conseguenza dei quali potrebbe succedere di prendersi un dottorato, e sentirsi dire che non serve a nulla.

Ma non mi va.

Di fatto, ci saranno sempre persone desiderose di sgonfiare le nostre vele, e troveranno sempre nello stato della situazione (o viceversa) una giustificazione per il proprio atteggiamento.

Ciò che facciamo deve avere un significato per noi stessi.
Attendersi una approvazione esterna per le nostre scelte è forse un desiderio lecito, ma non viene fornito con alcuna forma di garanzia.
Potrebbe non succedere.
Se poi a qualcuno le nostre scelte dovessero sembrare pare scelte meno che meritevoli di considerazione, come disse il poeta

But two things you should be slow to criticize
A mans choice of woman and his choice of work

Il che fa di questo, io credo, un post abbastanza inconcludente.
Ma a volte capita.

Enhanced by Zemanta

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

6 thoughts on “La filosofia del tenersi a galla

  1. Col tuo curriculum,
    ora è tempo di applicare per un Post Doc ad Harvard!

  2. Complimenti, Doc! bel po’ ti meriti un un po’ di ozio alla latina, tanto per distendere lo spirito prima di rituffarti nella mischia.

  3. Di nuovo complimenti Doctor Mana!

  4. Non avevo may pensato a questo del PH.D …

  5. Complimenti per il recente dottoramento! Da candidata al PhD al secondo anno sono nel pieno di quello che qui nel mondo anglosassone – dove studio – chiamano “second year blues”, ovvero quella fase dove ti chiedi se ciò che stai facendo abbia alcun senso.
    Ecco, penso che la chiave di un dottorato sia riuscire a superare questa fase e dirsi che sì, in fondo, per noi che lo stiamo facendo questo PhD ha un senso. ‘E a culo tutto il resto’.
    Congrats!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...