strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Cercatori di Spettri

5 commenti

CarnackiParlavo di Carnacki, l’altro giorno, con la mia amica Lucia.

Per chi se lo fosse perso, Thomas Carnacky è un personaggio creato dall’immaginazione di William Hope Hodgson, e pubblicato originariamente sulla rivista The Idler.
Carnacki è un investigatore dell’occulto.
Carnacki the Ghost Finder è infatti il titolo della collezione pubblicata da Microft & Moran nel 1947, ed oggi straordinariamente collezionabile (e che copertina!)

William Hope Hodgson è un personaggio eccentrico in una categoria – quella degli autori del sovrannaturale – che ha fatto dell’eccentricità uno dei criteri essenziali per l’ammissione.

William Hope Hodgson

William Hope Hodgson (Photo credit: Wikipedia)

Figlio di un pastore anglicano, il giovane William fuggì dal collegio per imbarcarsi come mozzo.
Per rispondere ai maltrattamenti subiti dagli altri marinai, Hodgson sviluppò un personale sistema di allenamento e cultura fisica, che lo portò nel 1899 ad aprire la W. H. Hodgson‘s School of Physical Culture.
Per arrotondare le entrate piuttostos carse della sua palestra, Hodgson cominciò a scrivere articoli sulla cultura fisica, e successivamente passò alla narrativa, attingendo alla pripria esperienza come marinaio per creare quello che viene definito “Il Ciclo dei Sargassi” (The Boats of the Glenn Carrig, e The Ghost Pirates riuniscono gran parte del materiale in questa serie.)

Carnacki ha ben poco di marinaresco, ed ancor meno a che vedere con la cultura fisica e la ginnastica – sono storie seriali, scritte per capitalizzare sulla popolarità del genere e per la fascinazione con lo spiritismo dei primi anni del ventesimo secolo.
Carnacki non è il primo detective dell’occulto, ma è probabilmente il migliore – fallibile, capace di provare terrore per ciò che affronta, armato di un idiosincratico armamentario che include gli ultimi ritrovati scientifici e i vecchi rimedi tradizionali, Carnacki è lo Sherlock Holmes del sovrannaturale, e le sue storie si leggono con estremo piacere.

E qualora foste interessati, sì, ne esistono infinite edizioni in tutte le salse, oppure potete trovare molto del suo catalogo sul Progetto Gutenberg.

Il motivo per cui se ne parlava, con la mia amica Lucia, di Carnacki, è dato dal fatto che il solito Simon R. Green – autore del quale ho parlato spesso, e del quale non posso che parlar bene – non solo ha deciso di proseguire con la sua serie intitolata Ghost Finders, dedicata alle imprese dei membri dell’Istituto Carnacki, ma è persino riuscito a scrivere un film, basato su quelle storie.
Curioso, considerando che nessuno apparentemente ha mai adattato per lo schermo le storie originali di Hodgson.

Il film basato sulle storie di Green dell’Istituto Carnacki si intitola The Judas Ghost, è costato la miseria di 200.000 sterline e pare decisamente consigliato.
Prossimamente, spero, la recensione.
Frattanto, il trailer…

Enhanced by Zemanta

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

5 thoughts on “Cercatori di Spettri

  1. Come forse avrete capito, ho un debole per gli investigatori occulti! Ritrovare lo spettrale Carnaki é sempre un piacere, uno dei nonni putativo di Stefano Drago…

  2. Sempre interessanti segnalazioni, purtroppo per me, in inglese. Mi sarebbe piaciuto proprio.

    • I racconti di Carnacki sono stati tradotti e stampati più volte – credo compaiano sia nel catalogo Fanucci che in quello Newton, insieme con tutti gli altri lavori di Hodgson.
      Prova a dare un’occhiata sulle bancarelle dell’usato, qualcosa trovi di sicuro.

  3. Ottima segnalazione. Non lo conoscevo.

  4. Lo conosco solo grazie ad Alan Moore, quando (“Century”) porta avanti la lancetta dei suoi straordinari Gentlemen. Fra l’altro in quel volumetto compare, di sfuggita, anche John Silence…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...