strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

La borsa dei dadi

11 commenti

E così sarò a Modena, il prossimo weekend, insieme con la ciurma di Savage Worlds Italia.
Il 5 ed il 6 di Aprile.
Saranno due giorni di presentazioni (5 nuovi manuali, più diversi futuri progetti), partite dimostrative e quant’altro.

BD0E95570Se siete da quelle parti, passate per lo stand di Savage Worlds, e probabilmente non potrete fare a meno di vedermi.
C’è anche in programma una partita a Deadlands che dovrei masterare, quindi potreste anche trovare un posto al tavolo, se avete voglia.

Per l’occasione , ho dato una sistemata alla borsa dei dadi.
Che, essendo io un Xtreme Dungeon Master, non è esattamente una borsa.

Ho tonnellate di dadi.
Quando si giocava a casa mia, usavo uno di quei grossi vasi di vetro dell’Ikea, e chi ne aveva bisogno, pescava da lì.
Ma ora sono un master che viaggia, per cui devo avere tutto in tasca.

GetImageIo uso una Protector Bag per Nintendo DS, come quella in fotografia.
Non è una scelta specifica – era semplicemente la cosa più adatta al prezzo più abbordabile.
È relativamente tascabile, compatta, piena di tasche.
All’interno, si sistemano comodamente

. un set completo di dadi (1d4, 3d6 , 2d8, 3d10, 1d12, 1d20)
. un sacchetto di quei cosi di vetro che noi chiamiamo bennies
. due mazzi di carte da poker (dorso blu e dorso rosso)
. il gioco Cthulhu Dice (perché ci possono essere dei tempi morti)
. una matita HB con gomma da cancellare
. un set di matite colorate
. un notes
. due cerotti
. due aspirine
. due grosse clip
. varie ed eventuali

Tutto in un unico comodo pacchetto, in modo da poter perdre (o dimenticare) tutto insieme e non un po’ di qua e un po’ di là.

Ma davvero, venite a trovarci, allo stand di Savage Worlds Italia.
Così mi presterete i dadi che avrò certamente scordato a casa.
Con tutto il resto.

Enhanced by Zemanta

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

11 thoughts on “La borsa dei dadi

  1. Fantastico! Allora ci si vede! Bella roba…

  2. Ci vediamo a Modena! P.S. cosa sono esattamente i cosi di vetro chiamati bennies?

  3. quado iniziai a giocare a D&D, mi si presentò il problema di dove mettere i dadi. Allora presi il bel sacchetto scamosciato dove era custodia la catenina d’ora con la croce che mi fu regalata per la prima comunione, gettai da qualche parte la catenina, e ci misi dentro i dadi…

  4. (Ci si prova!)

    Il mio master usava una scatola di biscotti! Io che ero un giocatore dilettante, avevo un paio di sacchettini, uno di stoffa e l’altro in finta pelle, con due set completi. Da vero niubbo!

  5. Quest’anno per me niente Modena, mannaggia. Se lo avessi saputo proma avrei pilotato gli eventi in modo da venire a salutarti! Altro oggetto indispensabile é una bottiglietta di sanitizer per lavarsi le mani ogni tanto, o dal bagno di folla si ritorna sempre con qualche raffreddore….

  6. Sarà un onore avere l’occasione di vederti, se avrò la fortuna di sedermi al tavolo sarà ancora meglio, altrimenti mi accontenterò di toccarti tipo rituale Hadaka Matsuri 🙂

  7. Non ricordo di averti mai beccato senza dadi😉

  8. Io sono rrivato alla conclusione che un dungeon master non ha mai abbastanza materiale dietro. Io per i dadi uso il sacchetto del pampero anniversario, con tre set completi (fra cui quello originale della scatola rossa di D&D) più altri dadi extra, visto che a volte i mie giocatori sono sufficientemente niubbi da non portarsi dietro il loro set di dadi. A questo agigungo matitie, gomme temperino e un’agenda per segnarmi i punti salienti della sotira che potrebbero ripresentarsi.

    La fidazata che è molto più professiponale di me si cucisce le borse dei dadi a mano e ci tiene dentro oltre ai dadi anche pietruzze e segnalini.

  9. Ho sempre usato uno zainetto, come porta materiale da Master… Zainetto con apposita tasca, nella quale mettevo una o più scatole contenenti i miei dadi.
    Perché uso il passato?
    Perché qualche settimana fa qualcuno mi ha aperto la macchina, e tra le cose che ha sottratto dal bagagliaio c’era anche il suddetto zainetto, con un paio di manuali, schede, appunti di avventure e… I miei dadi. Tutti. Quelli di D&D scatola nera, il mio primo “vero set”, i dadi del mio PG storico…
    Un lutto. ;_;

  10. Pingback: La borsa dei dadi | Iho's Chronicles

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...