strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Quattro Colori

8 commenti

sueIo non sono un gran lettore di fumetti.
Da ragazzo ne leggevo molti di più.
Poi, leggere fumetti è diventato un passatempo costoso.

Però come tutti coloro che appartengono alla mia generazione, di fumetti ne ho letti una quantità.

Italiani, americani, franco-belgi, giapponesi.
In bianco e nero e a colori.
Supereroi, western, horror, fantascienza, avventura…
Ed avevo un amico – che se n’è andato da qualche anno – che sosteneva che i fumetti sarebbero presto diventati il nucleo dell’immaginario popolare.
Avrebbero popolato il nostro subconscio, colonizzato i nostri sogni, rimodellato le Dreamlands di H.P. Lovecraft, alterandone l’estetica, e le leggi naturali.

Fu chiacchierando con lui, ormai più di dieci anni or sono, che finimmo aparlare della continuità – non era ancora un’epoca di reboot e di apocrifi rampanti, e quindi cinema e romanzi avevano una impressione di stabilità e di permanenza che i fumetti non avevano.
I personaggi dei fumeti venivano riscritti, ridisegnati.
Pensate a Sue Storm Richards, la Donna Invisibile.

TTWR_Invisible-Woman

Ecco, io pensando a Sue Storm, pensai a come ci si possa sentire, a vivere in una realtà che shifta in questo modo, per cui si cambia costume, si cambia aspetto fisico, si cambia personalità.

Una realtà fluida, dominata da regole di mercato, dal modificarsi dei gusti del pubblico, dal fanservice…

quattro colori smallE ci scrissi un monologo.
Proprio un monologo teatrale.
Bello.
Venne fuori qualcosa di ottimo – ok, me lo dico da solo – aveva ritmo, aveva spirito.
Funzionava.
E scomparve, in uno sciocco crash informatico.
Una decina di pagine, zap! – annullate.

Ho provato per anni a ricatturare lo spirito di quel monologo, e non ci sono mai riuscito.

Ci ho scritto un racconto, però.
Si intitola Quattro Colori, e se vi interessa, lo trovate su Amazon.

Non è il mio vecchio monologo – ma è esattamente la stessa storia.

 

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

8 thoughts on “Quattro Colori

  1. Su questa cosa,la realtà che nei fumetti muta continuamente per adeguarsi ai gusti del pubblico era stata oggetto di una vignetta comica sul sito Gutters dove si immaginava che i supereroi tra un albo e l’altro siano in continua cura dall’analista per non uscire fuori di testa.

  2. Acquistato!

    Sai che l’argomento mi piace🙂

  3. Io sono cresciuto con i manga fondamentalmente, l’unico esempio di continuity l’ho avuto con Dylan Dog…

  4. Preso, letto ed apprezzato. Mi piace molto il tuo modo di scrivere. Ciao. mf

  5. Evvai! riesco di nuovo a commentare! Ri-ciao! mf

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...