strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

I landmate di Federico II

5 commenti

imperatore _fedNel 2005 mi capitò di leggere un articolodi storia controfattuale – o Unhistory, come la chiamava Avram Davidson – scritto da Matthew Rossi.
Rossi osservava come Federico II di Svevia fosse stato – fra le tante cose – al punto nodale di due culture, quella occidentale e quella araba, in un momento in cui gli elementi tecnologici per sviluppi alquanto improbabili erano tutti in posto.
La polvere da sparo.
La matematica di Averroé.
I primi passi della meccanica e dell’orologeria.
La politica spumeggiante dell’Europa.
E naturalmente mezzi economici virtualmente illimitati.

Federico Secondo di Svevia aveva a portata di mano tutti i componenti necessari per costruirsi il Gundam.
Beh, ok – per costruirsi una armatura mobile.
Un landmate, se capite cosa intendo.
E considerando che era un tipo gracilino, aveva anche tutto l’interesse a farsela costruire.

A partire da quell’articolo misi mano ad una storia che venne pubblicata su Alia, accompagnata da una splendida illustrazione del mio amico Dalmazio Frau.
L’idea era – posto che ai tempi di Federico fossero state sviluppate delle corazze semoventi alimentate da motori a scoppio, come sarebbe evoluta la storia della cavalleria?
Come sarebbe cambiata la storia del nostro continente?

anni del tuono cover base smallLa storia si intitola Gli Anni del Tuono, ed ebbe critiche più che lusinghiere.
Da molti anni non era più disponibile, e perciò l’ho risistemata (appena un paio di modifiche cosmetiche), e ne ho fatto un ebook, che potete trovare su Amazon.

Gli Anni del Tuono fu per me un esperimento su pù fronti.
Per il tema, per la struttura.
Per il lavoro di documentazione – che fu un gran divertimento.

Ci sono dentro un po’ di injokes – che immagino gli appassionati di animazione giapponese coglieranno.
E qualcuno potrà accorgersi che in maniera estremamente obliqua Gli Anni del Tuono si incrocia con gli Orrori della Valle Belbo.

Ma è una storia che si regge sulle sue gambe.
E spero che piaccia.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

5 thoughts on “I landmate di Federico II

  1. ma è “Clad in Steel and Thunder” o sono rincoglionito io?

    anche nel caso, me lo rileggo con piacere in italiano, perché ne ho un ricordo vago e perché un po’ per pigrizia e un po’ per scarse capacità ancora la narrativa di genere così mi fa faticare un po’, in inglese.

    in ogni modo sono ben felice di veder uscire, nonostante l’annuncio di tempo fa, un bel po’ di ripescaggi in italiano anche della tua vecchia produzione, che non avrei avuto modo di leggere altrimenti.
    ci sono delle storie e dei personaggi che restano, penso al kopi luwak, a baracca & ciambotti
    e mi sa che ce ne sono delle altre che potrebbero uscire allo scoperto.

    • Sì, è la storia che avevo tradotto (non esageratamente bene, lo ammetto) come Clad in Steel and Thunder…
      Questo però è il testo originale, così come pubblicato nel 2006, con minime modifiche editoriali.

  2. Adoro questi “dietro le quinte”. Inoltre Gli Anni del Tuono è veramente valido, e nasce da uno spunto non semplicistico (come invece talvolta accade nel -punk).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...