strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Sei variazioni su un tema elisabettiano

5 commenti

Diamoci un tono.
Un paio di notti or sono ho speso un’ora almeno a chiacchierare di compositori inglesi della prima metà dell’900.

Ora, a me piace molto, la musica inglese di quell’epoca – ho qualche CD, l’ascolto con parsimonia – e trovare persone che condividano quella passione è difficile.
Maledettamente difficile.

Per festeggiare il fatto di aver scoperto di non essere solo in questo mio piccolo universo, oggi vi infliggo qualcosa di molto diverso.

Nel 1953, a sei compositori si riunirono per inventarsi un lavoro che celebrasse l’incoronazione di Elisabetta Seconda ricongiungendola idealmente con Elisabetta Prima, e riassumendo tutta la musica inglese.

I sei compositori coinvolti furono, in ordine alfabetico, Lennox Berkeley, Benjamin Britten, Arthur Oldham, Humphrey Searle, Michael Tippett and William Walton. Un paio d’altri erano stati convocati, ma non parteciparono o si chiamarono fuori all’ultimo minuto.

illus-0013-1

I sei congiurati presero allora un vecchio pezzo popolare da balo, Sallenger’s Round, che era stata orchestrata ai tempi di Elisabetta Prima da William Byrd, e composero sei variazioni.
La terza include uno stralcio del Dido & Aeneas, di Henry Purcell*, il massimo compositore inglese del 17° secolo.
È stato fatto notare che costruire un lavoro classico a partire da una ballata popolare chiama in causa anche John Gay, che compose la sua Beggar’s Opera cucendo assieme canzoni popolari – e così la celebrazione dei massimi compositori inglesi è completa**.

Al pubblico della prima venne consegnata una cartolina, con la sfida ad abbinare a ciascun compositore la sua variazione.
Nessuno riuscì ad azzeccarle tutte.

——————————
*Yes, my dear lady, Henry frigging Purcell.
** I pignoli noteranno l’assenza per lo meno di John Dowland e Thomas Tallis, ma i pignoli a noi non interessano. Edward Elgar era certamente presente in spirito, essendo questo, dopotutto, un pezzo di circostanza.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

5 thoughts on “Sei variazioni su un tema elisabettiano

  1. son queste cose che ti rendono indispensabile!

  2. Meraviglia!

    Meraviglia tale che ti si perdona anche Purcell…😉

  3. Scusate l’intrusione. Volevo cogliere l’occasione per dire ad entrambi che, apprezzando tantissimo i rispettivi blog (ed ebook vari!), vi ho linkati sul mio sito. Nel caso la cosa dovesse recare fastidio per un qualsivoglia motivo, è sufficiente dirmelo… Grazie. E ancora complimenti per le persone che siete.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...