strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Come vincere una pizza margherita

52 commenti

Giovedì notte, davanti alla generale indifferenza suscitata dal mio post su High Sierra, ho fatto una scommessa con mio fratello.

Ho scommesso che avrei fatto più visite e più commenti postando cinque paragrafi di Lorem Ipsum e un’immagine neutra, che non con 1000 e rotte parole ed una mezza dozzina di fotografie su un buon vecchio film.

Se avessi vinto, lui mi avrebbe pagato una pizza margherita, e poi io avrei chiuso il blog.

pizza_margheritaIeri all’ora di pranzo sapevo già di aver vinto.
Non solo il post Lorem Ipsum ha fatto più visite di qualunque altro post negli ultimi quindici giorni, ma ha anche totalizzato un bel numero di commenti, e persino il numero di click sui link nel testo ha superato abbondantemente la media.

La pizza margherita non era male.

Ora chiudiamo – andiamo “on indefinite hiatus”, come dicono gli anglosassoni.

Nel caso, qui c’è un generatore automatico di Lorem Ipsum – così non sentiarete la mancanza dei miei post.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

52 thoughts on “Come vincere una pizza margherita

  1. Credo avessero intuito (o temuto) tutti che dietro a quel post ci fosse qualcos’altro… Ma se pagassimo una pizza a testa per continuare a leggerti…?

  2. Beh… A me sembra un po’ folle… Insomma, la scommessa era vinta in partenza! Lorem ipsum è un blocco di testo “universale”, la possibilità che utenti del tutto casualmente ci passino è elevatissima… Per quanto riguarda i commenti, idem: a chiunque sarebbe venuto di commentare e.chiedere se sei impazzito!😀
    Certo, rispetto la.giusta indignazione e frustrazione per aver lavorato su un post e vederlo ignorato… Anche se.il discorso è lungo anche qui: io il post l’ho letto, trovato interessante, anche se sono un ottimista e amante degli happy endings, votato 5 stelline. Non avrei avuto nulla da dire*, se non “bel post, non conoscevo affatto il film”. Ma di commenti così ne potresti ricevere a decine… Ma ho il sospetto che non siano esattamente il tipo di feedback cui aneli, no?

  3. P. S. Io per la pizza ci sto, tanto già cerco di pagare una sorta di “abbonamento” annuale a questo blog e a pochissimi altri…

  4. se chiudi il blog per quel motivo lì, per quel che te ne può fregare, perdi tutta la mia stima

    tra l’altro i commenti mi sembrano una cosa naturale: per segnalre che magari è partito per sbaglio un post, o per chiedere il senso…

    io ho letto con interesse il post su high sierra, come molti a tema cinema e musica (anche se per la musica facciamo scopa praticamente solo coi jefferson airplane), ma non è che ogni volta uno può avere qualcosa da dire… i film per quel che mi riguarda finiscono in lista, e di solito cerco di trovare il tempo di vederli prima di metterci bocca.

    poi fai te, ci mancherebbe altro, ma sarebbe un finale deludente

  5. No, ma non puoi chiudere! Non lo faresti mai!

    Non lo faresti, vero?

  6. Signore e signori, grazie per l’attestato di stima, ma non mi pare il caso di fare delle tragedie.
    In primo luogo, perché se non vi dovesse bastare il generatore di Lorem Ipsum, ci sono una manciata di blog molto popolari sui quali potrete trovare le cose delle quali io ho parlato, riciclate riutilizzando persino le immagini e senza naturalmente dare il credito o un backlink.
    Dovrete cercare un po’, ma non è così difficile.
    In secondo luogo, vi invito a guardare al bicchiere mezzo pieno – a tutti coloro che in questo momento stanno festaggiando al grido di “evvai, finalmente s’è levato dai c*glioni!”

    E nota personale @Melo – mi dispiace di perdere il tuo rispetto con questa decisione, ma se, avendo fatto un’affermazione di questo genere, io ora facessi marcia indietro in meno di 12 ore, perderei il mio rispetto.

  7. Punto di partenza: SE è tuo e ci fai quello che ti pare.
    Punto di arrivo: in quel mare buio che è la blogsfera italiana sta per spegnersi una delle poche luci.
    Cosa c’è in mezzo? Molte cose, sopratutto organiche.
    Tipo chi, per anni, è passato di qui e ha copiato spudoratamente (e male) le tue idee. O che scopiazzato, altrettanto male, le tue recensioni.
    Oppure chi, venendo qui e facendo copia/incolla, ha passato il suo tempo a prendersela con te invece di usarlo per creare qualcosa di suo.
    Altra puzza viene da chi è passato di qui con il solo scopo di darti noia.
    Per non parlare di chi non ha mai accettato di comunicare e scambiare, per invece venire qui a sbrodolare altre sostanze organiche.

    Eppure, non era difficile capire cosa è SE. Così come non era difficile capire che “fare cultura” può essere divertente e che le idee sono l’unico vero messaggio di chi ha veramente qualcosa da dare.

    Hai ragione quando scrivi che c’è chi farà festa per questa chiusura. Ne conosco qualcuno anche io. Sono i tuoi lettori di lingua inglese, che avranno molto più output da parte tua.🙂

    • @Angelo
      I miei lettori in inglese corrono il rischio di vedersi affogare in cose che non interessano.
      Ma Karavansara ha dei temi stretti, e tenendomi su quelli per lo meno non rischierò di presentare a chi mi legge cose che palesemente non interessano.

      Per il resto, non è poi una cosa così grave – ci sono un sacco di blog, là fuori.
      Un sacco di posti dove si parla di ciò che si conosce già, così non si corrono rischi.

      Credo che i più traumatizzati, per la chiusura di strategie, saranno quelli che ancora oggi chiedevano a Google dove comprare la schiuma da barba Proraso.

  8. Si tratta della chiusura di un blog molto letto e molto amato, per quanto mi riguarda… “Tragedia” è un parolone? Non lo so, ma il dispiacere è molto e la speranza che torni sui tuoi passi è l’ultima a morire. S.E. è (era?) il migliore dei blog che seguo.
    Detto questo… Mi piacerebbe proprio sapere chi sono i “copioni”, ché mi sembra davvero una condotta senza ritegno… Roba da bimbiminkia affamati di gloria.

  9. lo scopo di un post su un film/libro e fare in modo che i lettori li scoprano e decidano di vederlo/leggerlo, è naturale che ci siano pochissimi commenti
    il post sul Lorem Ipsum ha suscitato molte visite e commenti perchè tanti lettori non avevano la più pallida idea di cosa fosse ed è stato interpretato come una sfida
    io per primo non conoscevo la pratica del lorem ipsum come riempitivo,sono rimasto inizialmente sorpreso da un post in latino, trmite google dopo un po’ ho capito cos’era in realta, infine ho cercato di capire se si trattava di uno scherzo o di una critica alla moltituine di articoli inutili e vuoti che si trovano in giro

  10. Beh sicuramente chi copiava ora non avrà più trippa per gatti…
    Non c’è modo di farti tornare indietro?

  11. Quel post sul nulla ha fatto più visite è più click? Può essere non mi stupisco di nulla ma la vera domanda è un’altra, di quel post sul nulla che è rimasto?
    Niente.
    C’è chi è venuto ha guardato chiedendosi -che diavolo è questa roba?-, e ci sono stati tanti che avranno cliccato e cercato chissà quale oscuro misterioso messaggio, o significato segreto, nascosto tra le righe nel testo nei refusi nei link. Ma alla fine tutto è stato messo da parte e, sopratutto, dimenticato.
    L’altro quello su High Sierra ha seguito la stessa fine?
    Penso di no.
    Ne sono sicuro.
    Ida Lupino Bogart un noir (non un poliziesco eh!) dei tempi andati il com’era fatto quello che raccontava, beh sò che di quel post è rimasto molto di più di quello che sembra, e che alla distanza si vede la differenza.
    Ma poi insomma who cares!
    Ha fatto più click? Embè estiquatzi! Potrei fare io stesso un post sul nulla in cui attrarre vagonate di gente, e che avrei dimostrato?
    E’ vero la blogsfera è piena di parole, c’è un’inflazione di parole dal peso specifico nullo, ma è anche e sopratutto avara di contenuti, e la chiusura di questo blog sarebbe detta alla “star war” “un grosso drammatico vuoto nella forza”, e all’inferno quelli che festeggerebbero.
    Alla fine non devi nulla né a me né a nessuno, è solo una tua decisione, dico solo che la tua assenza sarebbe una grossa perdita.

  12. Ovviamente fai come ti pare, si tratta del tuo tempo; ma l’impressione è che ti fossi stufato da un po’ dei questo blog, e che hai finalmente trovato un modo più o meno elegante di chiuderlo.

    Da parte mia, peccato, venivo qua tutti i giorni a leggere i post, e anche se non ho quasi mai fatto commenti degni di questa qualifica, ho sempre letto con interesse, e mi sono procurato/letto parecchi libri e film qui da te citati.

    Ho sempre trovato orribili le scelte musicali, ma de gustibus….

    Auf Wiedersehen!!

  13. questa cosa mi rattrista,parecchio.spero tu ci ripensi.
    nel caso contrario,addio e grazie per tutto il pesce!

  14. @Weirdcollector
    Sarei quasi tentato di ritornare sulla mia decisione e continuare a scrivere strategie, solo per poterti bannare.😀

  15. 😉

    Fallo pure se ti può far piacere; lasciami solo ribadire per l’ultima volta il dispiacere di perdere una delle mie letture quotidiane.

  16. Quando uno in un post di commiato viene a scriverti “ho sempre trovato orribili le tue scelte musicali” forse quella di chiudere non è una brutta idea (anche se sai come la penso a riguardo, e quindi non mi ripeto). Oppure sarebbe una bella idea riconvertirlo in blog musicale per far torto a scrocconi ingrati. :3
    In ogni caso spero vivamente sia solo una chiusura temporanea.
    Ci credo.
    Io (e molti altri) crediamo in Davide Mana e in Strategie Evolutive.

  17. @sommobuta
    de gustibus….non deve per forza piacermi tutto🙂

  18. Eh, appunto Davide, chi non crede nello Spirito Santo dovrà pure avere qualche alternativa!😄

  19. La mia paura è che questa indifferenza generale non sia che l’inizio di un lungo tracollo. Non mi riferisco solo alla blogosfera, ma all’interesse culturale della maggior parte della gente.
    Detto questo mi spiace per la chiusura, ma anche perché nonostante seguo il blog da un po’ di tempo, mi sono accorto di aver commentato solo ora.
    La verità è che ci sono momenti in cui persino io che faccio tanti bei discorsi contro l’indifferenza/pigrizia delle persone, mi ritrovo in qualche modo trascinata da essa.

    In ogni caso, spero di rivedere nuovi articoli da queste parti, ma soprattutto nuovi Ebook

  20. Spero tu possa ritornare sulla tua decisione, il mattino sarà un po’ più triste…..

  21. @Davide: per carità, tra crostacei e nobili monarchici… Dio ci salvi!😀 Mi butto con deciso vigore e rinnovata fede sullo Spirito Santo!😀
    E comunque hai gusti musicali immensamente diversi dai miei, ma io ho scoperto un sacco di buona musica da queste parti… Lì ho lesinato sui commenti perché sono davvero incompetente, e il rischio di dire castronerie è elevatissimo. Però sappi che negli ultimi anni ho creato un personaggio per una campagna di d&d che suonava il flauto traverso, prendendo ispirazione da qui!😀

  22. 😥

    Davvero una pessima notizia…

  23. Non il rispetto, la stima. E comunque mi correggo: non “tutta la mia stima”. Ma un po’ si, e proprio per via del finale deludente.
    Ti stimavo capace do un finale migliore di questo.

    Il rispetto resta immutato sia per il gran lavoro di questi anni che, comunque, per la decisione che hai preso. Anche se la condivido poco, è una decisione che non può che essere tua.

    Peccato. Spero che le cose cambino.

  24. Non si puo fare niente per farti cambiare idea?

  25. Un finale migliore?
    Avrei voluto chiudere con un bel brano musicale – l’avevo in programma per domani.
    Ma pare che i miei gusti musicali facciano schifo, quindi ho deciso di risparmiarvelo.
    Ci sono un sacco di blog là fuori con musica migliore della mia – andate da loro, per un bel finale.

    E come ho detto, non si può annunciare la chiusura del blog e poi cambiare idea.
    Si chiama coerenza.
    O forse solo puntiglio.
    È l’ultimo appiglio dei disperati, e quindi mi pare perfettamente adatto.

  26. solo gli stolti non cambiano idea…..

  27. Il tuo è uno dei blog che seguo quotidianamente e che mi ha fornito, nel corso degli anni, centinaia di spunti letterari, cinematografici e musicali.
    Ho scoperto qui autori e musicisti che non avevo mai sentito prima (esempio a caso, Abney Park per quanto riguarda la musica, Peake per quanto riguarda i libri). E non solo: ogni singolo post mi ha regalato qualcosa.
    Non voglio farti cambiare idea, perché so che comunque non la cambierai, ma voglio ringraziarti per questi sette anni.

  28. Peccato, perche’ era una lettura di valore.
    Vorra’dire che verro’a cercarti di piu’ altrove.

    stima.

  29. Mi dispiace, mi mancherà il tuo modo di raccontare le cose

  30. Mi dispiace, Davide.Se mi è lecita una citazione, non lsdcisrti rubare la speranza. E buon cammino, dovunque tu scelga di andare. Ti cercherò su Amazon. mf

  31. Grazie a tutti, ragazzi e ragazze.
    Ci si vede in giro.

    @Mariluf – grazie per il commento su High Sierra😉

  32. i tuoi gusti musicali non fanno schifo, io almeno non l0ho mai detto. ho solo detto che sono parecchio distanti dai miei ascolti soliti. e amnche se non sono diventati ascolti quotidiani, li ho scoperti con interesse.
    così come ho letto con interesse un sacco di cose, tue e non solo, grazie a questo blog, che continuo a raccontare agli amici, per brevità, come “il mio spacciatore di fiducia di narrativa fantastica”, quello che in sei giorni ha salvato il mondo.
    come ho già detto, pazienza. mi dispiace parecchio, mi rende triste nonostante il puntiglio o il disappunto o il non capisco cosa abbiano portato a questa che pare una decisione irrevocabile, ma pazienza. a pregare non vado nemmeno in chiesa. mi auguro di poter continuare a leggere lo stesso blogger che ha accompagnato quattro anni di colazioni o di mattine in ufficio in qualche altra forma, da qualche altra parte.
    altrimenti, comunque, buona fortuna. e grazie per tutto il pesce.

  33. Che dire, grazie! Credo di essere approdato qui cercando “blog fantasy”, o in qualche altro modo discutibile. Grazie a Strategie Evolutive ho scoperto un mucchio libri interessanti, per cui la ricerca è andata a buon fine. Buon proseguimento altrove!

  34. Indietro non si torna? Allora è il momento dei saluti e dei titoli di coda, così grazie per tutti i post che hai condiviso sulla rete, da parte mia è stato piacevole seguire questo blog, certo ci sono stati anche momenti d’attrito e mi scuso per quelli e per tutte le seccature date al padrone di casa.
    Ci si becca fuori, da qualche parte.

  35. Rispetto la tua scelta e la condivido anche. Ti auguro ogni bene. Non ho commentato spesso, come altri, per manifesta inferiorità su molti temi che hai trattato, ma da Strategie ci son passato spesso e ho fatto passaparola dal vivo in diverse occasioni, negli ultimi 4 anni, dai tempi della Faina, per intenderci.
    Comunque a presto, su altri lidi🙂
    “Fare o non fare, non c’è provare…”

  36. Ciao, Davide.
    Seguo da tempo il tuo blog e lo considero uno dei migliori in Italia. In particolare, per quanto riguarda lo sword and sorcery (genere letterario negletto nel nostro paese), hai svolto un’opera di divulgazione senza precedenti, lavorando alacremente per riportare alla luce splendidi libri e meravigliosi autori che per tutti noi erano sconosciuti.
    Ti ritengo un maestro e ti sono tributario per tutto ciò che ho potuto apprendere su questo blog. Ora hai deciso di chiuderlo e la notizia non può che spiacermi. In ogni caso spero che continuerai a scrivere ebook.

    Buona domenica.

  37. Condivido molte delle cose dette dagli amici che mi hanno preceduto. C’è il dispiacere sincero per la chiusura di uno dei blog più brillanti che io abbia mai incontrato, ricchissimo di spunti informativi e critici – e a parlare non è solo l’amico, ma il lettore affezionato. Altrettanto sinceramente credo che la faccenda del Lorem ipsum non sveli altro che la curiosità (che potesse esservi cifrato qualcosa, qualche messaggio a chiave) combinata con quella casualità che governa il successo di certi post rispetto ad altri. Capisco d’altra parte che anche le creature online possano avere un ciclo, e solo l’autore possa liberamente capire quando è il momento di passare ad altro – a nuove sfide (come direbbe la retorica) o comunque a una sana dose di maggior divertimento. Questo “altro”, Davide, da te lo attendiamo, e non ho dubbi che sarà straordinario.

  38. eh no cavoli…non puoi chiudere pure te! Ascolta, quelli che copiano ci sono ovunque, come le mosche e non puoi farci nulla, i commenti a volte ci sono a volte no, non è detto che perchè ricevi pochi commenti la gente non ti legge…sui copiatori, posso dirti che, sebbene il mio blogghetto di storie di fantasmi stia al tuo come l’acqua di un ditale sta all’oceano, esiste il plugin di wp che disabilita il tasto destro di cui quei farabutti abusano per copiare…e io l’ho messo nel mio blog…ma dai su non chiudere, almeno per chi t’ha sempre seguito e continua a farlo.
    poi se i motivi sono altri rispetto la tua decisione, ma…si perderebbe un pezzo importante nella blogosfera se tu chiudessi.😦

  39. Arrivo in ritardo come il mio solito e me ne scuso.
    Comprendo i motivi economici perché in parte sono anche i miei, però mi dispiace. Sono arrivato alla rete anche grazie a te, i tuoi post erano un appuntamento quasi irrinunciabile (anche se ultimamente commentavo di meno per mancanza di tempo) e a scanso di equivoci apprezzavo anche la tua scelta di post musicali.
    Mi auguro che tu ci ripensi.

  40. Davide questo non me lo dovevi fare! Il tuo è l’unico (e dico UNICO) blog che seguo con continuità! Detto questo rispetto la tua scelta e capisco che quando uno s’è rotto i coglioni, s’è rotto i coglioni.
    Dovrò iniziare a seguire Karavan…

  41. Pingback: Del perché chiudere un blog che funziona | Plutonia Experiment

  42. Pingback: Di blog che chiudono, film di merda e altre nefandezze | ilgiornodeglizombi

  43. Cosa resterà? Il fatto che chiudi il blog per via di una scommessa che aveva come posta una pizza…

  44. Mmmm, mi spiace per la tua decisione. Benché non fossimo per niente in “amicizia” e anche se a volte non ho apprezzato alcuni articoli “commerciali”, t’ho letto diverse volte; i tuoi post sulla Fantacollana sono stati qualcosa di “leggendario” (e molto copiati). Ringrazio vivamente.

  45. Pingback: Equipaggio Fantasma | Iho's Chronicles

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...