strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Sciamanesimo per Tutti: o, la mia vita fra i cacciatori-raccoglitori

6 commenti

Si parlava di sciamanesimo, ieri, durante l’ora d’aria del Blocco C della Blogsfera.

Un mio vecchio amico paragonò a suo tempo la figura dello scrittore a quella dello sciamano – noi siamo quelli che lasciano la tribù e vanno a cacciare il naso in cose che alla tribù fanno paura, e torniamo per raccontare loro cosa abbiamo visto.
Per spiegar loro com’è il mondo là fuori.

Tsuyanqua-Tsaatan-Shaman-Bor-Haik-Hovsgol-2000-copy

Normalmente gi sciamani sono trattati con un misto di disprezzo e reverenza nata dalla paura.
Non si sa mai cosa potrebbero combinare.
Strana gente, gli sciamani.
Falli arrabbiare, e ti intrappoleranno in un loro incantesimo.
Faranno di te un personaggio in una delle loro storie.
E quando sei dentro ad una storia, non sei più padrone di te stesso.
Pauroso, vero?

È sempre stato così, fin dai tempi antichi.
Ma il fatto è che qualcosa ora è cambiato.
article-1137083-03508662000005DC-456_226x412_popupAi vecchi tempi, il resto dei cacciatori raccoglitori aveva altre forme di gratificazione del proprio ego.
C’era quello che aveva raccolto più bacche di tutti gli altri.
C’era il cacciatore che aveva affrontato e ucciso la tigre dai denti a sciabola.
C’era quello che sapeva giocare bene a pallone.
Quello che aveva la macchina più veloce o la fidanzata più carina1.

Gli sciamani erano considerati sfigati stramboidi.

Ora, stranamente, pare che presso alcune tribù sia diventato invece di moda atteggiarsi a sciamani.
Se ne osserva l’abbigliamento ed il modo di parlare.
Se ne copiano i gesti ed i tic.
Se ne emula il linguaggio.
Se ne imitano le danze e i canti.
Se ne millantano i poteri.

web_cave_man_hunter_gatherer_costume1Ma non basta mettersi in testa un cranio d’alce e sporcarsi la faccia di sangue di fagiano per diventare sciamani.
Il potere è qualcosa che arriva – no, non per talento innato o comunione con la Musa, ma col semplice, duro lavoro.
Ricordate – andare là fuori, affrontare l’ignoto, tornare e raccontare storie…

Non proprio una cosa comodissima.
È scomodo, l’ignoto.

Eppure c’è chi ci prova.
Ed essendo i cacciatori-raccoglitori persone in fondo ingenue, può anche capitare che qualcuno, raccattata una pelle d’orso di seconda mano e improvvisati un paio di balli eccentrici con accompagnamento di un tamburo rotto, venga applaudito dalla tribù, e si veda offrire i bocconi più teneri e le fanciulle più graziose2.
Perché di solito questi falsi sciamani mancano di quell’aura spaventosa.
Sono simpatici.
Ecco, in effetti è quello, che vi diranno, quando farete notare che non hanno potere alcuno, che sono dei volgari millantatori3.

“Sì, però è tanto simpatico.”

Oppure vi faranno notare che ok, proprio uno sciamano-sciamano non è, però ciò che rivela del mondo è facile – ed è vero che è quasi certamente tutto una balla, però è una balla che tutti capiscono, e che non fa paura.

tumblr_static_767_max

E intanto cosa ne è stato dei veri sciamani?
Probabilmente sono là fuori, a cacciare il naso in cose in cui non dovrebbero.
E quando torneranno con le loro storie, si sentiranno probabilmente dire che sono storie troppo complicate, troppo spaventose, troppo diverse.
Si sentiranno rinfacciare che non sono simpatici.
Che non seguono le regole.
Ma in fondo da sempre, fra i cacciatori-raccoglitori, la capanna dello sciamano si trova fuori dal perimetro del villaggio.


  1. si, lo so, questo è terribilmente sessista – che volete farci, così era nei tempi antici. 
  2. sono cacciatori raccoglitori, nonpotete aspettarvi che siano politicamente corretti. 
  3. perché su una cosa soltanto ci ha preso, Terry Goodkind, ma ci ha preso in pieno. 

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

6 thoughts on “Sciamanesimo per Tutti: o, la mia vita fra i cacciatori-raccoglitori

  1. La prima immagine mi ha fatto esplodere nella testa, come un flash, il ricordo del film su Dersu Uzala. Ah, le madeleines…

    PS: comunuque sia, al mio occhio poco avezzo ai dettagli pare che la figura di riferimento sia ancora il cacciatore-raccoglitore (declinato nelle varianti imprenditore, calciatore e manager) e non lo sciamano. Secondo me, potete dormire sonni tranquilli: la figura pseudointellettuale di maggior richiamo è, al massimo, l’aspirante steve jobs che vuole fondare una startup.
    Più che altro, mi pare che la categoria sciamanica soffra di un fenomeno più generalizzato: l’appiattimento e lo svuotamento di significato dei generi narrativi. Ma il fenomeno ha colpito anche, e pesantemente, il cinema. Serpeggia anche nel fumetto, quantomeno quello italiano. Sebbene il fumetto riesca comunque a mantenersi più variegato e vitale, alla fin fine.

  2. Eppure la figura dello “scrittore” ha un appeal inedito. Sembra una maschera comoda e molto figa. Fa fine e non impegna (beata ignoranza) ma in compenso scredita ci lo fa veramente o ci ambisce col cuore e l’anima

  3. Nel bene e nel male, i tempi cambiano – magari non tanto, certi schemi si ripetono perché sono tanto comodi e funzionali, ma cambiano.
    Se lo scopo dello scrittore-sciamano è quello di condividere con (quasi) tutta la tribù le sue visioni, ma gli altri non lo ascoltano perché parla troppo difficile o di cose troppo strane… bene, lo scrittore-sciamano deve trovare il modo di semplificare senza snaturare e magari mettere ciò che non piace alla tribù in un livello di lettura più profondo. Non troppo nascosto, altrimenti nemmeno i pochi interessati alla profondità lo troveranno.
    Diciamo che piccoli indizi, tipo scia di briciole, potrebbero andare…
    Detto così sembra pure facile, ma non lo è: è difficile trovare uno sciamano capace in mezzo a tanti ciarlatani, è già grasso che cola affidarsi a un promettente fattucchiere😦

    • Mano – ci sono tante cose facili facili facili… perché cercare altro.
      Oltretutto sono rassicuranti.
      Il classico “se questo imbecille riesce a scrivere ci riesco anch’io” – cosa si può desiderare di più.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...