strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

La voce nella testa di Grainger

Lascia un commento

51nAbmxnz5L._SX373_BO1,204,203,200_Grainger non ha un nome – è solo Grainger.
Ha pilotato navi spaziali per tutta la vita, in una galassia popolata da una umanità che in mille e cinquecento anni di era spaziale è cambiata molto poco rispetto a come noi la conosciamo.
Poi, due anni fa, la sua nave si è schiantata su Lapthorn’s Grave – un pianeta disabitato al margine dell’Halcyon Drift, un mondo che deve il suo nome a Lapthorn, il socio di Grainger, che ci ha lasciato la pelle nello schianto.
Tratto in salvo dopo due lunghi anni di isolamento e solitudine, Grainger è senza un quattrino, con un debito colossale e una voce che gli parla nella testa. Forse è un parassita alieno – lui dice di esserlo. Forse è semplicemente Grainger che è sciroccato dopo gli anni passati da solo su un mondo morto.
In una galassia nella quale la crisi economica è una realtà, su una Terra periferica, Grainger deve trovare un modo per sbarcare il lunario.
E c’è proprio il lavoro che fa per lui – pilotare la Hooded Swan, dritto nel cuore dell’Halcyon Drift, in cerca di una nave perduta da ottant’anni.
Nessuno di coloro che l’hanno cercata è mai tornato.

2171847Brian Stableford, biologo e sociologo, è una delle voci più interessanti della fantascienza inglese della seconda metà del ventesimo secolo, sebbene la sua produzione non sia mai stata popolarissima.
Stableford ha all’attivo una settantina di romanzi, fra i quali molti titoli fondamentali – da The Empire of Fear, a The Werewolves of London, a The Hunger and Ecstasy of Vampires nell’ambito dell’horror (ma sempre con elementi fantacientifici); il ciclo della emortality per ciò che riguarda la fantascienza e la storia futura e, appunto, i sei romanzi della serie dello Hooded Swan.
Ha inoltre tradotto decine di romanzi e racconti dal francese all’inglese (inclusi molti recuperi di lavori ottocenteschi) e un ampio catalogo di opere di critica e studio sul fantastico (incluso l’ormai datato, ma divertente Writing Fantasy & Science Fiction and Getting Published).

51XeXN48CwL._SY344_BO1,204,203,200_Le storie di Grainger – sei romanzi in tutto – sono una strana miscela di space opera, planetary romance e hard boiled, con in più l’elemento distintivo di un io narrante cinico, disincantato e fermamente pacifista, coadiuvato da una seconda voce “nella testa” che gli fa da coscienza (ed offre all’autore la possibilità di parlare direttamente al proprio personaggio, spesso scoprendone i bluff).

Il protagonista, l’approccio obliquo a temi classici – lo spazio oscuro e inesplorato, il vascello perduto, le meraviglie tecnologiche e la competizione commerciale – e soprattutto il linguaggio di Stableford, che è sempre molto ricercato, fanno di Halcyon Drift, primo romanzo della serie dello Hooded Swan, una lettura molto molto sodisfacente.
È space opera, ma non la space opera di nostro nonno.
E se il sapore della fantascienza inglese degli anni della New Wave è forte, è un sapore che peraltro non mi dispiace.
Meno feroce e corrosivo del Centauri Device di M. John Harrison, il ciclo di Grainger è altrettanto sovversivo e intelligente, e merita una riscoperta.
Da noi il romanzo venne tradotto da Nord come “Nel vortice di Alcione”1, ed in originale lo si trova, con tutti gli altri titoli della serie, in ebook a prezzi decisamente abbordabili.

Resta ad oggi il titolo più venduto del catalogo di Stableford.


  1. fatto che destò sempre ilarità nei lettori torinesi di una certa età, visto che l’Alcione era un cinema piuttosto noto in città. 

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...