strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

The Shaking of the Sheets

1 Commento

Una bella canzone sulla morte, cosa c’è di meglio per una domenica piovosa come questa?

Questi sono gli Steeleye Span, dal loro sottovalutato Tempted and Tried, del 1989.

bestof_2

La canzone è Shaking of the Sheets, una allegra ballata del tardo sedicesimo secolo.
Tanto per dimostrare che anche ai tempi di Elisabetta prima si scrivevano canzoni divertenti.
Nonostante la peste – e la ballata è combinata con un altro classico a tema mortuario, The Black Joke, che proprio di peste tratta.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

One thought on “The Shaking of the Sheets

  1. Una gioia per le orecchie…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...