strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Un simpatico giochino (seguirà dibattito)

16 commenti

animated-question-mark-for-powerpoint-1256186461796715642question-mark-icon.svg.hiFacciamo un gioco?
Dai!

Cos’hanno in comune questi romanzi?

  • J. L. Carr – A Month in the Country
  • John W. Campbell – Who Goes There?
  • Jack London – The Call of the Wild
  • John Steinbeck – Of Mice and Men
  • George Orwell – Animal Farm
  • Anthony Burgess – A Clockwork Orange
  • Isaac Asimov – Nightfall
  • Herman Melville – Billy Budd, Sailor
  • Truman Capote – Breakfast at Tiffany’s
  • Ernest Hemingway – The Old Man and the Sea
  • Robert Louis Stevenson – The Strange Case of Dr Jekyll and Mr Hyde
  • Charles Dickens – A Christmas Carol
  • H. G. Wells – The Time Machine
  • Philip Roth – Goodbye, Columbus
  • Joseph Conrad – Heart of Darkness
  • Thornton Wilder – The Bridge of San Luis Rey
  • Jack Kerouac – The Subterraneans
  • Thomas Pynchon – The Crying of Lot 49
  • Joyce Carol Oates – Black Water
  • Stephen King – Rita Hayworth and Shawshank Redemption
  • Joseph Conrad – The Secret Sharer
  • Patrick Leigh Fermor – The Violins of Saint-Jacques
  • Clive Barker – The Hellbound Heart
  • Ira Levin – The Stepford Wives
  • John Steinbeck – The Pearl
  • Carson McCullers – The Ballad of the Sad Cafe
  • Brandon Sanderson – The Emperor’s Soul
  • Norman Maclean – A River Runs Through It

Rispondete nei commenti.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

16 thoughts on “Un simpatico giochino (seguirà dibattito)

  1. Purtroppo non ne ho idea però grazie per la lista! Ne farò buon uso perché dentro ci sono molti romanzi che voglio leggere e finisco sempre per dimenticare 😃 !!!

  2. Uhm… Boh!!
    Avrei detto che sono tutti autori maschi, ma la Oates mi sballa il ragionamento…

  3. Pingback: Un simpatico giochino (seguirà dibattito) : The Christmas Blog

  4. Sono tutti di autori anglofoni. Parecchi non li ho letti e magari mi manca qualche riferimento

  5. Ah e sono tutti più o meno considerati classici, qualsiasi cosa si intenda con questo aggettivo.

  6. Sono tutti romanzi ascrivibili al Dreadpunk?

  7. Tutti i romanzi hanno avuto una trasposizione cinematografica?

  8. L’anglofonia mi sembra l’elemento che spicca a una prima scorta dei titoli, l’altro, in tutte diverse declinazioni, mis embra che abbiano il tema più o meno nascosto della fuga:
    Uomini e topi e la fuga disperata dalla miseria e dal degrato, Il richiamo della Foresta la fuga dalla civiltà, Il vecchio e il mare la fuga dalla morte, Colazione da Tiffany la fuga dall’ordinario, In Notturno di Asimov c’è la fuga dalle tenebre (simboliche e non)…devo analizzarli tutti per esserne sicuro però!

  9. Mi accodo.
    Son tutti anglofoni.
    E se non dico caxxate, a parte clive barker è tutta gente passata alla storia. Ma immagino che nn sia nulla di così triviale.

  10. Sono ambientati a Londra.

  11. Parlano in modo o in un altro di viaggi nel tempo?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...