strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Nuove facce per una vecchia canzone

21 commenti

FrankFrazetta-Conan-the-Avenger-196Dicono che le copertine non abbiano importanza.
Ed esiste, innegabile, una certa forma di imbarazzo, da parte degli appassionati di letteratura fantastica – specie quelli un po’ attempati – riguardo alle “tipiche” copertine del genere.
Frank Frazetta è stato un grande artista, ma ora i suoi barbari nerboruti e le sue donnine discinte mettono in difficoltà una quantità di lettori che si vergognano a morte e temono l’idea di essere considerati politicamente scorretti.

E d’altra parte, le copertine vendono i libri – si tratta del primo impatto, di ciò che attira il nostro occhio, ciò che ci fa prendere il libro dallo scaffale e ci spinge a girarlo, per leggere la quarta di copertina.

47d129e68946b97181ae099ed20a4b6fDiscutevo giorni addietro con una scrittrice americana che mi diceva come le copertine anni ’80 dei suoi romanzi – con il classico motivo guerriero muscolare/fanciulla in deshabillé, uscite dai pennelli di Boris Vallejo –  avessero portato ottime vendite negli anni ’80, ma si fossero recentemente trasformate in un problema.
Non che fosse cambiata una virgola dei romanzi che ci stavano sotto, a quelle copertine.
Per cui, nuova edizione, nuove cover, adatte ad un pubblico maturo e serio che cerca la profondità della narrativa di speculazione e non un facile brivido e qualche titillamento a poco prezzo1.
Le vendite sono tornate al livello del secolo scorso.

D’altra parte, il pubblico ha un occhio non solo per le copertine politicamente scorrette, ma anche solo per le copertine poco professionali.
E qui mi ci devo mettere anch’io.swamp god cover final small

Un rapido sondaggio fra i miei lettori di lingua inglese ha recentemente segnalato un problema affine – le storie di Aculeo & Amunet piacciono (come testimoniato da abbondanti recensioni positive su Amazon e Goodreads), ma le copertine sono considerate off putting… che non si traduce esattamente repellenti, ma siamo da quelle parti.
E non è proprio bello sentirselo dire.

Che fare?
Procedere fieri verso il Deserto delle Vendite Azzerate, orgogliosi delle nostre copertine che portano i lettori a schivare i nostri ebook?

Io ho deciso di fare esattamente ciò che ha fatto la mia amica americana.
Ho ingaggiato un professionista – il sempre eccellente Luca Morandi, alias Cyberluke – e ho ricopertinato (che brutta parola) le storie di Aculeo & Amunet.
E le nuove copertine sono – per quel che mi riguarda, assolutamente spettacolari.

Bride-of-the-swamp-god-preview

Servirà a qualcosa?
Vi farò sapere.


  1. per quelli, immagino, qui da noi ci sono gli ebook “erotici” che molte case editrici nazionali – incluse un paio specializzate in fantastico – continuano a sfornare con copertine al limite dell’osceno, ma grazie al cielo ciò che accade fra Amazon e l’ereader è nascosto agli occhi di chi ci siede al fianco sul tram. 

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

21 thoughts on “Nuove facce per una vecchia canzone

  1. è stata un’ottima idea.
    La nuova cover da proprio l’idea dell’azione ed è molto elegante.

  2. È carinissima questa nuova copertina!
    Anche se non capisco come una copertina di Frazetta possa essere mal vista, in libreria se ne vedo una è la prima che tiro su dallo scaffale o.o

    • Ci sono molte persone che hanno dei problemi con Frazetta, Kelly, Vallejo e soci – probabilmente hanno paura che qualcuno, a vedergli leggere un libro con una cover così, possa pensare che aloro piacciono quel genere di cose e non i “libri seri”😉

  3. Bisogna accettare l’idea che l’abito fa il monaco.

  4. Bravo Davide,
    finalmente una veste degna del contenuto.
    Saluti!

  5. I dettagli dello scudo sono assolutamente spettacolari

  6. Questo mi fa ricordare che in metro a Milano (ero lì per l’EXPO) una ragazza stava leggendo un libro, con un foglio A4 piegato in due a censurare la copertina. Il che ha risvegliato in me una curiosità morbosa, mi sono contorto nel sedile fino a quando non sono riuscito a leggere il titolo sulla costa del libro. Titolo che ora non ricordo, ma ricordo richiamasse un tema sessuale. Queste copertine scollacciate ne creano di problemi!!😀
    Vallejo è stato un artista seminale per costruire il nostro immaginario fantasy, ed è un peccato che adesso venga così osteggiato😦
    La copertina nuova del tuo libro penso funzioni assai, è quello che va di moda adesso, ed in questo non c’è niente di male.

  7. Il che mi ricorda che la premiata ditta Martin & Dozois, soliti a editare maxi antologie tematiche, per la sola “Dangerous Women” scelsero di mettere in copertina solo i nomi degli autori senza immagini, con la generica giustificazione generica che erano i nomi a vendere. Altre antologie, però, avevano in effetti una bella illustrazione in copertina.

  8. Davide, pensi che in futuro sarà possibile leggere le storie di Aculeo & Amunet anche in italiano?

    • Francamente, non credo – l’unico esperimento di pubblicazione di A&A in Italiano è stato dis carsissimo successo, e visto l’impegno necessario a scrivere queste storie, credo continuerò a pubblicarle solo in inglese.
      Né affiderei A&A a un editore – il “mettici più tette/falli scopare” mi è già stato ventilato una volta, e non ho alcuna intenzione di lasciare il controllo dei miei personaggi a chi non li rispetta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...