strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Effetti nefasti dei film degli anni ’80

12 commenti

asteria 1Ci sono cose che capitano.
Del tipo, avendo già fin troppe cose da fare, un sacco di problemi, livelli di stress da paura e l’incombenza di fare 25 minuti di camminata ed esercizi di respirazione ogni giorno, questa settimana, beh, ho deciso che avrei scritto un’altra storia.
Nel weekend.
In due giorni netti – sabato e domenica.
Diciamo 12.000 parole.

E allora perché non una nuova storia di Asteria?
La mia amazzone preferita – la mia unica amazzone, a dire il vero – è stata lontana dagli schermi dei kindle per un sacco di tempo. Ed è certamente il mio personaggio del quale mi vengono chieste notizie più spesso. E le sono affezionato.

Ora, l’idea non era di scrivere questa storia in due giorni.
Poi è successo che ho detto, in un commento su Facebook – e quindi dev’essere vero – che sarebbe uscita una nuova storia di Asteria ad agosto.

Qui è entrato in scena il mio vicino di cella Alesandro Girola, che posseduto dallo spirito inquieto di un qualche personaggio da film action anni ’80, mi ha detto

Ti diamo tempo fino a Luglio.

E da lì la conversazione ha preso un tono… non so, da film di Tony Scott…

Selezione_012

Per cui, il nuovo racconto di Asteria uscirà il quindici di luglio1.
E a quel punto mi sono detto, che diamine, è venerdì sera, posso cenare, fare la mia passeggiata, e poi mettere giù le prime 3000 parole della nuova storia.
Il che significa che, lavorandoci durante il weekend, per lunedì potrei averla pronta.

E così ho scritto la nuova storia di Asteria in due giorni e spiccioli.

Asteria alla corte del Gran Khan

E non è male.
Qualcosina sotto le 12.000 parole, ma chissà cosa succederà in fase di revisione.
Ed esce fra un mese.
E potrei anche metterla in preordine, ma tanto poi voi non la preordinereste.

Certo, riuscendo a scrivere una nuova storia ogni weekend, potrei avere una terza storia pronta per agosto… perché è stato scritto su Facebook, che una storia di Asteria sarebbe uscita ad agosto. E allora dev’esere vero.

E intanto potrei scrivere anche quella storia action stile anni ’80 di cui si farneticava fra vicini di cella. Tipo L’Ultimo Boyscout, o 48 Ore. Ma di classe.

Staremo a vedere.

Nel frattempo, se volete, il primo racconto di Asteria è ancora disponibile, su Amazon, per un euro e cinquanta.


  1. e spero che quell’ultima battuta non mi frutti un (nuovo) marchio di infamia per omofobia, sessismo, pratica della medicina senza licenza, mancanza d’amor patrio o per aver fatto un remake non autorizzato di un film di John McTiernan rovinando l’infanzia di qualcuno. 

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

12 thoughts on “Effetti nefasti dei film degli anni ’80

  1. Non so dirti che effetto avrà su di te, ma io quando cammino dopo un po’ mi ripulisco di tutte le tensioni, i pensieri, le cose che hanno una cattiva influenza sulla scrittura e sulla lettura. È sorprendente come ti metti seduto e cose che mezz’ora prima sembravano aggrovigliate escono fuori libere, in scioltezza. Tutto questo per continuare a incoraggiarti e per dirti che io aspetto la storia action anni ’80. In bocca al lupo per Asteria!

  2. Rimanendo in tema e in “tono”:
    Fregatene e tira dritto per la tua strada

  3. Magnifico! Una storia di Asteria da leggere sotto l’ombrellone! C’è solo da stare attenti che mentre la leggo i miei bambini non affoghino, che le tue storie diciamo che mi prendono sempre un po’ troppo…😛
    Non vedo l’ora!

  4. “Ti ricordi quando ti avevo detto che il nuovo ebook di Asteria sarebbe uscito ad agosto?”
    “Sì, sì, l’avevi detto!”
    “Beh… mentivo!” (Uscirà a luglio).

    Così abbiamo citato – più o meno – anche Commando😀

  5. Grazie!!!!a nome di tutti i fan di Asteria.

  6. Pingback: Il ritorno di Asteria | strategie evolutive

  7. L’unica cosa bella davvero di Facebook è l’inglese pirata!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...