strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Niente data, niente foto

7 commenti

Ho fatto un esperimento.
Ci sono delle aziende, in giro per il mondo – e per la rete – che vi fanno il CV. Sulla base della sempre valida regola che la prima dose è gratis, l’analisi del curriculum è gratuita – tu gli mandi il CV, e loro lo analizzano, segnalando punti di forza e punti deboli.

E così io gli ho mandato il curriculum.
Vediamo, mi sono detto.

Badmotherfuckerwallet-150x150Ah, sì, chiariamo subito un dettaglio – il ragionamento chiaro che se vogliono essere pagati troveranno dei difetti anche se non ci sono è alimentato dallo stesso principio di il CV non conta nulla, perché tanto se vuoi il lavoro nel curriculum ci metti un sacco di balle.
Lo so che siamo tutti dei bad motherfuckers che non credono a nulla.
Ma io il CV gliel’ho spedito ugualmente.
Fatemi causa.

L’analisi arriva dopo 48 ore.
Si è svolta in due fasi – prima passando il file a un parser, e poi facendolo leggere a un consulente umano.
Ed è meno peggio di quello che pensavo.
Arrivo alla sufficienza – 60 su 100, ma ci sono alcuni problemi.

Primo, cosa mi è saltato in mente di metterci la data di nascita?
Mettere la data di nascita favorisce la discriminazione sulla base dell’età.
I responsabili del personale sono tenuti a cestinare tutti i CV con la data di nascita o l’età.

Già, all’estero – qui mi è capitato due volte in un mese esattamente l’opposto.
Sul CV non c’è la data di nascita, non lo possiamo accettare.

Seconda cosa, ho un sacco di skill e di esperienze diverse, sarebbe bene evidenziarlo modificando la struttura del CV (per ambiti di competenza e non cronologico).

Selezione_001

Ma anche qui, a parte il più volte reiterato lei ha troppe qualifiche e il consiglio se vuoi trovare un posto, taglia tutto quello che hai fatto dopo la maturità, resta il fatto che per i miei potenziali datori di lavoro italiani questo curriculum non è in formato standard.
E comunque è troppo lungo.
E ho troppe qualifiche.
E sono vecchio.

Terza cosa, mettere subito in evidenza il profilo professionale e mettere bene in chiaro che si è disposti a trasferirsi per lavorare.

E no, non metterci la foto, sempre per la questione della discriminazione, a meno che il lavoro che stai cercando non sia di diretto contatto personale col pubblico.

Ho sempre avuto due curriculum – uno per l’estero e uno per l’Italia.
Ora – complice questa analisi e ilcorso dell’università di Sheffield – ho un paio di ottime linee guida per migliorare quello per l’estero.
Quello per l’Italia… ma c’è lavoro, in Italia? Per chi?

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

7 thoughts on “Niente data, niente foto

  1. Personalmente nel campo in cui sono specializzato l’unico modo in cui ho trovato lavoro è spesso stato con la sponsorizzazione di qualcuno che mi abbia già visto lavorare e che mi proponga ad un nuovo datore di lavoro.

    Non è esattamente esalante pensare ad un mercato del lavoro che funzioni in questa maniera.

  2. Ciao Davide, posso chiederti come si chiama l’azienda che analizza i CV? Interesserebbe farlo anche a me.

  3. Qui da noi si trova lavoro per conoscenza. Nel senso di persona che indica persona, non per knowledge. A me con il CV è andata una volta soltanto, delle tante in cui ci ho provato, e ha funzionato perchè l’azienda in questione aveva disperatamente bisogno di determinate qualifiche con un tempo limitato a disposizione.
    All’estero? Ne ho mandati cinque in totale. Cinque risposte. Due negative, una possibilista e due con approfondimento via email. Poi non se n’è fatto nulla ma si stavano discutendo i dettagli del contratto, non la decisione di aprire un rapporto,

  4. Ogni tanto mi capita di visionare CV per le assunzioni. Quelli italiani sono spesso orripilanti, basati su standard tipo l’orrido “cv europeo”, o comunque lunghissimi. Ma anche altri europei non scherzano.
    Mi capita molto raramente di vedere un curriculum da cui traspaia l’interesse per la posizione aperta.
    È un’arte anche fare cv🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...