strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Pax Angelica

2 commenti

La memoria gioca brutti scherzi – sarà la vecchiaia.
Non ricordavo di aver prenotato, nell’aprile di quest’anno, The Ghoul King, secondo volume delle Dreaming Cities di Guy Haley.
Era stato un gesto d’impulso – il primo volume, The Emperor’s Railroad mi era piaciuto molto, e quindi, perché no?

E così, un paio di giorni fa, l’ebook si è materializzato sul mio Kindle.
Gli gnomi del signor Bezos hanno una memoria migliore della mia.

9780765390257

Come nel caso del volume precedente, abbiamo fra le mani una storia compatta e ben scritta, che si leggein due serate e lascia la voglia di saperne di più.
Ci saranno altri volumi, si spera.

Come già detto in precedenza, la serie di Haley riprende da una parte i temi popolari al momento – gli zombie, il futuro distopico – e dall’altra certipaesaggi da fantascienza d’intrattenimento degli anni ’70, con eroi solitari che peregrinano per paesaggi devastati dalla catastrofe. Flirta con la science-fantasy, ma resta solidamente fantascientifico, e con la formula della novella o del romanzo breve, Haley ha costruito il prototipo del perfetto intrattenimento.

In The Ghoul King torniamo a incontrare Quinn, l’ultimo cavaliere, che vaga per i resti medievalizzati di ciò che un tempo furono gli Stati Uniti.
I misteriosi Angeli che controllano questo nuovo mondo hanno parecchi conti da saldare con Quinn, non ultimo ciò che il cavaliere ha combinato nel volume precedente.
In qualche modo, l’esistenza stessa di Quinn pare minacciare la Pax Angelica – il nuovo ordine imposto per volere di Dio ai sopravvissuti della guerra che ha trasfromato gli Stati Uniti in una landa selvaggia in cui si aggiranoo rde di non morti. La Pax Angelica non è, naturalmente né pacifica né angelica, e gli angeli stessi sembrano essere in guerra fra loro, e il nuovo racconto ci mostra più da vicino molti degli aspettipiù sinistri – epiù affascinanti – della loro strana dittatura tecnologica.

Catturato dai suoi nemici e costreto a combattere nel’arena contro gli zombie per l’intrattenimento di un pubblico non proprio raffinato (un classico) Quinn viene liberato da una banda di improbabile “Cercatori” e coinvolto in una missione suicida, che va a scavare nel passato del mondo incui si svolge la serie.

Ed è forse proprio nell’approfondire il background e nell’arricchire la descrizione del mondo di Quinn che The Ghoul King “acchiappa” di più il lettore.
Per il resto, l’avventura di Quinn e dei suoi alleati resta un’ottima storia piena d’azione, di misteri e di mostri… ma è nell’addentrarsi all’interno del mondo delle Città Sognanti, nel mostrarci scorci di ciò che è accaduto e sta accadendo, che il lavoro di Haley è al suo meglio.

Come si suol dire, la fantascienza sta bene, e vi saluta tutti.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

2 thoughts on “Pax Angelica

  1. Comprato il primo, maledetto di un Mana :)!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...