strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Harley

10 commenti

Allora, sono certamente io che sono strano.
Questo è probabilmente un dato di fatto.
Avevo detto che avrei fatto un post su Harley Quinn, e ora eccolo qui…

Il punto è che c’è un sacco di traffico e un sacco di rumore, in rete, per Suicide Squad, e in particolare per il personaggio di Harley Quinn, interpretato dalla bravissima Margot Robbie.

will-poison-ivy-harley-quinn-be-romantically-involved-in-margot-robbie-s-new-movie-mar-982386

E, ecco, a me lascia un po’ così, questa cosa di Harley Quinn alla quale si inneggia come female badass.

C’è, prima di tutto, la tendenza di una bella fetta di commentatori sul web nostrano ad utilizzare espressioni come (scuserete il mio francese, perché non è mio) Turbofiga per descrivere la Robbie.
Che è una bellissima donna1, ma anche il linguaggio ha la sua importanza.
Però, ok, sull’ormai inarrestabile regresso del linguaggio di una certa fetta del pubblico possiamo farci pochino.

Ma è questa elevazione di Harley a strafiga cazzutissima (altra raffinata espressione colta in rete), che a me lascia qualche dubbio.
Specie quando l’entusiasmo per Harley come role model arriva dal pubblico femminile.

Anche qui, non confondiamoci – a me la Harley Quinn di Timm e Pini piace.
Mi piace e mi è sempre piaciuto lo stile grafico di Bruce Timm, e il personaggio di Harley è complesso, bello e interessante.
E divertente.
Ed è una bella donna intelligente instupidita dall’essersi innamorata di un bastardo – ed è il genere di personaggio che a me fa tenerezza.

TimmHarleyJoker

Ed è qui che io l’entusiasmo di certuni lo trovo sinistro.
Perché Harley è una donna intrappolata in una relazione basata sugli abusi – è follemente (alla lettera) innamorata del Joker.
E il Joker, lo sappiamo, è un narcisista egocentrico e un sociopatico, e se prova un qualche sentimento umano, lo prova solo ed esclusivamente verso Batman.
Harley è sentimentalmente e sessualmente frustrata.
L’ipotesi che il Joker abusi fisicamente di lei in un rapporto sadomasochistico (per quanto consensuale) è ampiamente verificata.
E dato il profilo psicologico del Joker, ogni espressione di affetto nei confronti di Harley è solo una manipolazione studiata a tavolino e finalizzata al mantenimento dello status quo.

tumblr_m6nmu42N6R1qdbhwwo4_500

E poi c’è Poison Ivy.
La voce circola che alla fine gli autori abbiano deciso di sviluppare una side-story in cui Harley è coinvolta in una relazione omosessuale con Poison Ivy come modo per dare alla povera Harley qualcuno che le voglia bene davvero.
Ma anche così, il rapporto dominanza/sottomissione con Ivy è palese.

E per finire c’è la storia del famigerato concorso indetto a suo tempo dalla DC – nel quale ai partecipanti venne chiesto di disegnare una vignetta su Harley che tenta di suicidarsi nella vasca da bagno.
No, davvero!

64b4e691aeef87aca29154387e687bdd

La vignetta doveva seguire queste linee-guida

Harley sitting naked in a bathtub with toasters, blow dryers, blenders, appliances all dangling above the bathtub and she has a cord that will release them all. We are watching the moment before the inevitable death. Her expression is one of “oh well, guess that’s it for me” and she has resigned herself to the moment that is going to happen.

Non male, eh?
La DC dovette chiedere scusa pubblicamente, perché a quanto pare scherzare sugli abusi fisici è ok, ma quando si arriva al suicidio, eh, allora no, proprio no.
E poi, nuda!2

Ma per quanto sia orribile, è quella la destinazione finale di un personaggio come Harley – dopo una vita di abusi, violenze, e sentimenti investiti sulle persone sbagliate.
Orribile, vero?

Quindi no, ridurre Harley a una turbofiga che spacca tutto è ingiusto verso il personaggio.
E pericoloso.
Perché Harley era intesa come un monito, non come un modello da imitare.
E il fatto che ci siano persone che paiono essere incapaci di capirlo, un po’ mi inquieta.


  1. non vorrei che qualcuno pensasse che non me ne sono accorto. 
  2. pare davvero che il picco dell’indignazione fosse sorto non per il suicidio, ma per le nudità della povera Harley. 

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

10 thoughts on “Harley

  1. Temo che molto sia dovuto allo scarso approfondimento del lato da te citato all’interno della pellicola. Oltre che imputabile ad una generale banalizzazione dei sentimenti e dell’approfondimento delle letture emotive. La cosa, però, ad essere sinceri, non mi spaventa: Mallory Knox era qualcosa di meno fumettistico e più reale… eppure riscosse un successo mediaticamente molto più ampio – lei quanto, all’epoca Juliete Lewis. E la Knox di pericolosità per se stessa e soprattutto per gli altri, era un esempio…

  2. Di palo in frasca, sono il solo a pensare che il suo costume da giullare fosse più stiloso di questo da cheerleader del male?
    Comunque, fu davvero scandaloso avere Harley nuda nella vasca? Chi si immergerebbe vestito in una vasca da bagno – anche se a scopo suicidio?

  3. Io la Harley dei fumetti non la conosco granché, ma tempo fa avevo incrociato questa cosa qui (http://msharleyquinnn.tumblr.com/post/139496604697/harley-quinn-and-black-canary-injustice). E la frase nell’ultima vignetta è una delle più tristi e malinconiche e tragiche del mondo. Roba che avrei voglia di menare il Joker a sangue.
    Non sono più riuscita a pensarla senza che mi venisse in mente questa sequenza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...