strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Libri: provviste per l’inverno

4 commenti

Un paio di giorni or sono un lettore di questo blog mi ha mandato un buono regalo su Amazon, così, come gesto di apprezzamento. È il genere di gesto inaspettato (e raro) che di solito mi lascia senza parole. Nient’altro da dire se non grazie.
Ora, dicono che non ci sia nulla di meglio per far felice una persona che ama leggere,che regalare dei libri – e un buono su Amazon è come un assegno incassabile alla banca del libro.
E in questo periodo di scarsi introiti e lunghi conti da pagare, per me è come una gazzosa ghiacciata nel bel mezzo del Sahara.

Subito, naturalmente, i dubbi.
Cartaceo o ebook? Un solo volume di lusso o una quantità di ebook da pochi soldi?
O qualcosa di completamente diverso?
Musica? Film?

Beh, io le mie decisioni le ho prese, e a questo punto ve le posso anche raccontare, no?

Primi due titoli:

41WiaEfvIJL._SY346_The Fox and the Flies e A Criminal Investigative Analysis of Jack the Ripper.
Fra una decina di giorni, mio fratello compirà gli anni, e lui da tempo colleziona libri su Jack lo Squartatore1. Questi due titoli mancavano sul suo scaffale, e quindi, cosa c’è di meglio che fare un doppio regalo a mio fratello, senza scucire un centesimo?

È probabile che i due volumi vengano recensiti prima o poi sul blog di mio fratello, RedJack. Fateci un giro, se avete voglia.

Avendo in questo modo messo a posto la mia coscienza e fatto il mio dovere di fratello maggiore, sono passato a riempire il mio carrello. E le risposte alle domande cruciali, per me, sono: ebook, e quanti più possibile.

41kcyUuABhLInto the Black, The Heart of the Matter, Homeworld e Out of the Black di Evan Currie
Ho recensito qualche settimana addietro il quinto volume di questa serie, ed ero davvero curioso di leggere il primo – ma ieri tutti i volumi della serie erano scontati, su Amazon.it (e forse lo sono ancora anche oggi – buttateci un occhio), e quindi, perché no? Ora ho sul kindle tutta la serie, e ho molte lunghe notti per leggerla.
Fantascienza militare, space opera a cavallo fra passato e presente, e debutto di un autore autoprodotto che è riuscito a fare il salto della quaglia e a farsi pubblicare direttamente da 47th North, la casa editrice di genere di proprietà di Jeff Bezos.
Senza barare, senza millantare fantastiliardi di copie vendute.
Quel che ho letto finora di Currie mi è piaciuto, per cui ho delle buone aspettative – pur ricordando che si tratta di fantascienza avventurosa.
Vi saprò dire.

51Wtnb+Q4kL._SY346_The First Kothar the Barbarian Megapack, di Gardner F. Fox
Vogliamo scherzare? Kothar il Barbaro?!
Gardner Fox è stato un ultraprolifico autore dell’epoca dei pulp, nonché storico autore per la DC Comics (per la quale si stima scrisse 4000 storie a fumetti). Fox è l’uomo che ha inventato la Bat-cintura, tanto per dire.
Scrisse anche un sacco di storie per le riviste, e Kothar the Barbarian è un cugino povero (molto povero) di Conan, le sue avventure messe assieme alla svelta per sfruttare la popolarità del cimmero howardiano. Ma anche se barbaro di serie B2, Kothar ha un suo posto, su uno sgabello in un angolo, nel Valhalla della sword & sorcery, e questo volume include le sue prime tre uscite – e costa 92 centesimi.
Irrinunciabile.
Confesso di avere delle aspettative molto basse per questo volume, ma credo sarà, se non altro, divertente.

51ynxzy3t3LThe Evil in Pemberley House, di Philip J. Farmer e Win Scott Eckert
Un solo uomo, nella storia della letteratura fantastica sarebbe riuscito a incrociare Orgoglio e Pregiudizio con Doc Savage e Tarzan, e ricavarne una storia gotica abbondantemente scollacciata, e quell’uomo era P.J. Farmer.
Win Scott Eckert, collaboratore e fiancheggiatore di lunga data dello scomparso colosso Farmer, recupera una trama abbandonata a suo tempo dal maestro e ne ricava un romanzo, primo di una serie, sulle avventure di Pat… beh, non esattamente Pat Savage, perché il copyright è una brutta bestia. Ma sì, ci siamo capiti, la cugina di Doc.
Farmer è un autore che in troppi hanno dimenticato, e anche un semi-apocrifo come questo merita una lettura. E poi c’è quella meravigliosa copertina del compianto Glen Orbik…

51uY7lbYmJLThe Ghost Bride, di Yangsze Choo
Fantasy storico ambientato nella comunità cinese della Malaysia nel 19° secolo, e opera che arriva con una serie di recensioni sfolgoranti, questo titolo era da tempo sulla mia lista dei desideri.
Certamente il titolo più letterario di questo carico di volumi, è anche certamente quello per il quale ho le aspettative più alte – per la giovane autrice di questo romanzo si sono scomodati paragoni con Neil Gaiman e Hayao Miyazaki, e il titolo ha portato a casa una carrettata di premi e di nominations.
Questa, alcuni hanno pensato bene di sottolineare, nonostante sia una storia zeppa di spettri e spiriti e strane cose, è “letteratura vera”, non robaccia come… mah, come Kothar il Barbaro.
Anche di questo, vi saprò dire.

51yqFKqAiCLBelow the Peacock Fan: First Ladies of the Raj, di Marian Fowler
E poi un saggio storico, su Emily Eden, Charlotte Canning, Edith Lytton e Mary Curzon, le quattro consorti dei quattro viceré dell’India britannica. E credo sarà interessante vedere la storia e l’evoluzione del Raj attraverso le esperienze di queste quattro osservatrici (in tutti i sensi) privilegiate.
Questo è un titolo che è al contempo un testo da diporto e un volume da mettere in bibliografia per il mio lavoro su Hope & Glory, e va ad aggiungersi allo scaffale (in parte fisico, in parte virtuale) sulla storia coloniale, e sull’Oriente.
E anche questo ha una copertina splendida.

E questo per il momento è tutto – anche se qualche euro l’ho ancora salvato, e me lo terrò come ultima spiagia per i momenti di disperazione.
O per quando uscirà il secondo volume con le avventure di Kothar il Barbaro.
E ancora un grosso grazie al mio generoso lettore.


  1. io concordo con Dean Winchester, quello non è un hobby. Andare a pesca è un hobby… 
  2. facciamo anche di serie K, o L… Brak il Barbaro era di serie B, Kothar è molto più giù di Brak. 

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

4 thoughts on “Libri: provviste per l’inverno

  1. Io ho troppa roba da leggere ma Kothar me lo segno😉

  2. Evan Currie è in offerta anche in amazon.com (quello che posso usare io per gli e-book), preso, grazie!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...