strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Tre saggi scientifici – un esperimento

37 commenti

Voglio provare a fare un esperimento, e voi dovrete darmi una mano.
No, no, non fate quella faccia – non si paga nulla.

Il discorso è questo – ve la ricordate la faccenda della candela e dell’oscurità di Carl Sagan?
Parte della soluzione o parte del problema?
Bene, mi piacerebbe, d’ora in avanti, riprendere a recensire dei saggi scientifici – e poi, perché no, magari anche saggi storici. Anche perché non mi pare che ci siano molti che lo facciano, nella blogsfera nostrana. E perché c’è sempre quella faccenda dell’analfabetismo scientifico crescente che io sento quasi come un insulto personale.

sagan-science-technology

Ora, io ho la casa zeppa di saggi, e quindi la scelta è ampia e variegata – e ho già un po’ di titoli che mi piacerebbe a questo punto rileggere e presentare.
Ma per cominciare, e limitatamente ai titoli in italiano, per ora, perché non mettiamo ai voti con cosa cominciare?

Perciò, ecco l’esperimento – qui di seguito vi propongo tre titoli.
Voi votate quello che vorreste vedere recensito – se nei commenti volete anche speigare il perché, i commenti sono aperti.
A questo punto io rileggo il libro selezionato, e ci faccio unpost un po’ articolato – diciamo sulle 600 parole. Magari mettendoci dei link di approfondimento, o quant’altro.
Staremo a vedere.
E poi si passa al successivo… ci saranno testi recenti e testi un po’ datati, e come dicevo cose in italiano e probabilmente cose in inglese.

E per cominciare, ho qui sulla mia scrivania, pescati a caso1 dal mio scaffale…

Michio Kaku – Fisica dell’Impossibile: un bel volumone sulle basi scientifiche dei principali capisaldi della fantascienza.

Tom Standage – Una Storia Commestibile dell’Umanità: sul rapporto fra la civiltà umana e il cibo.

Edward O. Wilson – Il Futuro della Vita: su biodiversità, estinzione, e dove andremo a finire.

E qui di seguito c’è il gizmo per votare.

 

La votazione si chiude lunedì. Voi votate, io rileggo e recensisco e chiacchiero, come mio solito. I volumi esclusi potrebbero venire ripescati in futuro – perché se l’espediente funziona, a questo punto lo si potrebbe fare una volta al mese, no?

Ah, e già che ci siete, se avete voglia, nei commenti suggeritemi anche un titolo per questa iniziativa – perché bisognerà creare un nuovo tag e unanuova categoria per l’archiviazione.

Save


  1. beh, ok, non proprio a caso… 

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

37 thoughts on “Tre saggi scientifici – un esperimento

  1. come al solito, visti i risultati parziali, mi ritrovo in minoranza😀
    bella l’idea di fondo: considerando che è grazie a questo blog che qualche annetto fa ho ripreso in mano un po’ la saggistica, ogni tanto, qualcosina di divulgativo facile facile, ma con una curiosità che mi mancava da diverso tempo.

  2. In minoranza anche io. Ho votato Il Futuro della Vita, perché è un argomento che mi affascina, mi sta particolarmente a cuore e perché ho bisogno di saperne di più.

  3. L’idea è bellissima, condivido appieno il pensiero sulla necessità di combattere l’analfabetismo che attanaglia questo paese…
    Se vuoi una mano per i saggi storici, specie puntati su civiltà antiche, basta che fai un fischio! ^_^

    P.S.: complimenti per il blog🙂

    • Grazie – magari si organizza un guest post.
      Perché no…?

      • In effetti… E poi sarebbe uno stimolo in più per leggere saggi, visto che generalmente non mi entusiasmano, preferisco quelli più a carattere divulgativo (per fare un esempio: Angela, Hawking, Hack…).

        Per il titolo potrebbe essere “quattro chiacchere su…” O “scienza e chiacchiere”
        Sul mio blog ho “pillole di storia”🙂

  4. L’idea mi garba un sacco (anche perché, dopo il tuo post, io il libro di Sagan l’ho letto ed è stato insieme utilissimo, entusiasmante e… avvilente). Le proposte sono tutte e tre interessanti, ma voto per il rapporto civiltà/cibo. Sono molto curiosa!

  5. Una Storia Commestibile dell’Umanità: è un argomento che mi appassiona molto e i tuoi post gastronomici sono sempre interessanti.

  6. Ho votato per il libro di Kaku. Lo lessi a suo tempo e lo trovai un buon libro divulgativo, cosa abbastanza rara.
    Per quanto riguarda i suggerimenti posso proporre:

    S. Singh “Codici e Segreti”, breve excursus sulla crittografia
    K. Devlin “I numeri magici di Fibonacci”, sulla matematica medievale
    M. Livio “La sezione Aurea”, sul noto rapporto matematico

    Sono tutti libretti agili e brevi, facilmente reperibili in edizione economica. Non so se rientrano nei limiti della tua iniziativa, ma personalmente li ho trovati tutti quanti interessanti.

  7. Kaku è imprescindibile, non fosse altro che per mettere giù le basi di molte cose fondamentali. Quanto al titolo, che ne dici di “alfabetizzati anonimi”? Se continua così, toccherà passare alla clandestinità.

  8. Il primo l’ho letto, quindi non posso votarlo.
    Voto Wilson.

  9. Scelta difficile… Scelgo fisica dell’impossibile e gli altri… mi sa che me li dovrò proprio leggere io!😄

  10. Io ho votato per il libro “la Fisica dell’Impossibile”, visto che studio fisica e sono curioso di scoprire come (e se) si riesce a divulgare concetti complessi in modo comprensibile e “alla mano”. A me non riuscirebbe, ma ammiro molto chi ne è capace.
    È la prima volta che commento su questo blog e volevo fare i complimenti al padrone di casa. Veramente un blog interessante e ben fatto!
    Per quanto riguarda altri libri anche io consiglio come Cornelius “Codici e Segreti”. Si tratta di un libro che descrive la storia della crittografia dalla sua nascita fino ai giorni nostri, spiegando le idee alla base dei vari metodi crittografici. L’ultima parte, sulla crittografia a chiave pubblica e come essa sia legata al concetto di riservatezza nell’era di internet, secondo me, è abbastanza interessante visto il clima attuale.

  11. Anch’io in minoranza… il fatto è che penso che dovendo partire, tanto vale partire decisi, anche nelle tematiche. Tra i prossimi penso che i saggi di Diamond siano imprescindibili, no?
    Per il titolo pensavo a qualcosa di abbastanza didascalico sul tipo “Fan della conoscenza” oppure stile slogan “Sapere è potere”

  12. Comincio col votare il primo… Sperando di leggerli tutti e tre.Grazie!

  13. Che bella idea! Non sono un granché nell’inventare titoli, hashtag o quant’altro, ma di sicuro hai la mia attenzione (e il mio voto per MIchio Kaku, fosse la volta buona che mi decido a cominciarlo)🙂
    Poi chissà, magari in futuro, se accetterai guest post, mi propongo per qualcosa su pedagogia, educazione/formazione et similia!😀

  14. Posso suggerirne uno anche io?

    “Le Origini del pensiero scientifico” di G. De Santillana…

    Difficilissimo da trovare… Ma…

    Sauti!
    Mat

  15. Ho votato Wilson – Il futuro della vita
    Propongo tre saggi
    – I bottoni di Napoleone: Come 17 molecole hanno cambiato la storia. Autori: Le coiter -Burreson (come la chimica, e le spezie, hanno plasmato il nostro mondo e come hanno influito sulla storia e geopolitica)
    – L’enigma dei numeri primi. Autore: Marcus du Sautoy. Da Euclide ai supercomputer, tutti aggrappati e affascinanti dalla musica irregolare dei mattoncini della matematica
    – Cercatori di meraviglia: Storie di grandi scienziati e curiosi del mondo. Autore: Amedeo Balbi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...