strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Terroir, il Sapore della Terra

7 commenti

Da alcuni anni – e credo di averne già parlato in passato – mi occupo (anche) di geologia del vino, vale a dire di quella branca della geologia che si occupa dello studio dei terroir.
Argomento interessante, che mescola geologia, antropologia, storia e pratiche commerciali e, mi sono sempre detto, una buona freccia all’arco di uno che si ritrovi seduto nel bel mezzo del Monferrato, dove il vino, e i terroir, dovrebbero essere il pane quotidiano.

Dal 2009 ho frequentemente offerto i miei servizi a produttori di vino, associazioni di produttori e altre realtà locali, per cercare di fare qualcosa sui terroir. C’era una ipotesi di studio in collaborazione con Urbino quando ero ricercatore, ci sono state infinite offerte di conferenze gratuite, di corsi brevi, di eventi con degustazione del terroir, che vorrebbe poi dire far assaggiare al pubblico un po’ di vini ricavati dallo stesso vitigno ma cresciuti su terroir diversi, ad esempio.
Dal 2009 ho sempre e solo ricevuto picche – con la sola eccezione di un articolo, pubblicato nel 2010 su una rivista specializzata.
Ma al di là di quello, a quanto pare in Astigianistan l’argomento non interessa.
Per lo meno non se lo presento io. Tocca faresene una ragione.

A questo punto ho deciso di affrontare il problema in maniera diversa, e ho trasformato la mia ipotetica conferenza di base, quella terra-terra per spiegare i principi basilari, la storia e la scienza del terroir, in un agile volumetto.
Una quarantina di pagine, non troppo tecniche, di taglio divulgativo. Niente mappe, niente tabelle, nient. Esempi presi soprattutto da Francia e Germania, Australia e California (…), qualche dettaglio storico, monaci avvinazzati, esperti di marketing rapaci, Rame, Nichel e Cadmio, il cambiamento climatico, il Pinot noir e lo Champagne, l’antica Grecia e il mondo islamico, i falsificatori di vini… quel genere di cose.

L’agile volumetto si intitola Terroir, Il Sapore della Terra, ed è al momento disponibile su Smashwords come mobi, epub, pdf e in un paio di altri formati, per un prezzo decisamente abbordabile che potete pagare anche con PayPal.
Una cifra irrisoria considerando quanto le informazioni che contiene vi consentiranno di spacciarvela con gli amici che hanno fatto il corso da somellier (li odiate anche voi, vero, quando cacciano il naso nel bicchiere e poi si inventano parole a caso?)

Buona lettura.

Advertisements

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

7 thoughts on “Terroir, il Sapore della Terra

  1. Non posso dire di essere un particolare conoscitore del vino, ma credo sarà una lettura molto interessante!
    Strano che tu non abbia trovato apprezzamento per questo genere di cose, comunque se per qualche strana ragione ti capitasse di fare una conferenza in quel di Firenze, sicuramente io sarei uno del pubblico.

  2. Mi perdoni se ti dico che sono assaggiatore ONAV? Che non vuol dire essere sommelier!

    • Guarda, fintanto che non mi parli di “un rosso dalla tessitura importante, da meditazione, con toni fruttati di bacche vermiglie e papaya fritta e un vago retrogusto di barberia di provincia”, per me va bene 😀

  3. Non sono ne un gran bevitore ne un buon bevitore ma l’ho preso sulla fiducia, avendo letto altri tuoi saggi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...