strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Storie e sandwich

2 commenti

Un post adatto, io credo, all’ora di pranzo.
Scopro con non poca sorpresa che in uno degli incontri a corollario della fiera dei libri di Milano si è svolto sul tema

Il panino come racconto di un’infinita combinazione armonica

Il che se vogliamo dimostra che certi miei post della serie Non è sempre caviale non erano poi così bizzarri e fuori luogo come alcuni avevano lasciato intendere.

07130002_b

… questa è sottile …

L’idea, tuttavia, del panino come racconto ha stimolato la mia fantasia.
E dopo essermi sparato una trilogia di salame tipo Milano e baguette – praticamente un romance, lui rude membro della lower class operaia meneghina, lei raffinata designer di moda di Parigi – mi sono detto che non sarebbe una cattiva idea, quella di mettere giù una raccolta di racconti come panini.
O viceversa.
Sarebbe una cosa che farebbe un grosso successo in libreria, alle presentazioni – vi parlo del libro e voi intanto vi fate un sandwich. Farebbe il tutto esaurito.

E no, davvero, non sto scherzando – voi non sapete cos’è l’orrore se non avete mai organizzato un evento che comprendesse anche il buffet.
Been there, done that,come si suol dire.

240_F_121080818_Bo8sLhnLozqY4JnImJFhwFWManiYfIFh

Resta il problema, per la mia ipotetica antologia, di trovare delle combinazioni armoniche che possano agganciare i miei lettori abituali.
Perché il romance a base di salame Milano e baguette avrebbe certamente un suo pubblico, che tuttavia non è il mio.
Tacchino saltato in padella in un panino integrale?
Una storia ambientata nell’America rurale, con un tema ecologico. Potrebbe starci.
Un French dip, panino di roast beef a baguette, servito con una tazza di brodo, si presterebbe a un tema spionistico, nella Parigi nebbiosa del dopoguerra.
Una rivisitazione de Il Vecchio e il Mare di Hemingway con un bel sandwich al tonno?
E poi certo, il panino falso luau, praticamente un pastiche di Magnum PI.

51cAI7xEe6L

L’ispirazione però la si trova.
E se volete delle idee, c’è il mio vecchio post sui panini di Pasquetta, risalente al lontano 2012 – perché strategie evolutive è sempre stato avanti.
Si potrebbe fare, ne sono fermamente convinto.
Così come sono fermamente convinto che pochi là fuori avrebbero le capacità autorali e culinarie, la faccia tosta e il coraggio di farlo.
Chissà, magari, una di queste notti, colto da uno sbranello notturno, potrei saccheggiare il frigorifero, improvvisare un paio di toast, e poi provarci.

Quasi quasi…

Annunci

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

2 thoughts on “Storie e sandwich

  1. Se lo fai te lo compro giuro…racconti e panini! E non mi dispiacerebbe nemmeno la combinazione salame/baguette (magari aggiungendovi un po’ di tentacoli 😉 )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...