strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Echi sottomarini

15 commenti

Echo sarà pronto, spero, per la prima settimana di Novembre.
Voi tornate da Lucca Comics & Games, e vi beccate la storia extra del progetto crowdfunding.
Bello liscio.

E potrei dirvi che Echo è una storia di fantascienza hard, ma non solo – è anche una metafora del rapporto fra l’uomo e l’ambiente, ed una profonda meditazione sul significato della conoscenzae sulla natura della realtà1.

Solo che io questo tipo di discorsi lo trovo mortalmente noioso.
È come se in piccolo, in una nota a pié pagina, ci fosse scritto

Vedi? Non ti devi vergognare a leggere queste porcherie…

Ma io non mi vergogno, e non me ne sono mai vergognato – e troverei paradossale se, dopo tutti questi anni, dopo la scuola, la famiglia, l’università, i bulli ai giardinetti e le fidanzate, fossero proprio i fan della fantascienza a farmi prendere in uggia il genere.

219684d00d1f803170ff722365a99d8cDi cosa parla (parlerà?) Echo?
Di un esperimento, usando computer quantici, per la comunicazione fra specie diverse.
Di memetica – non le foto sceme che condividono su facebook, ma quella seria, quella postulata ne Il Gene Egoista di Dawkins e successivamente sviluppata da Susan Blackmore con The Meme Machine.
Di ecologia marina e di politica.
Di alta pressione, di profondità, di correnti marine.

La storia si incastrerà in Blooper, ma avrà un diverso taglio.
E riciclerà spudoratamente un pezzo inutilizzato di Buran – perché qui non si butta via niente.

Non posso garantire che fornirà spunti per aprire dibattiti e miditare sulle metafore o cose del genere.
Ma farò tutto il possibile perché sia divertente e intelligente.
E sì, quella qui sopra è una ipotesi di coperina.
Ma solo un’ipotesi.


  1. Vedi? Non ti devi vergognare a leggere queste porcherie, puoi leggerle e sentirti figo e tirartela coi tuoi amici laureati in materie umanistiche. 
Annunci

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

15 thoughts on “Echi sottomarini

  1. puoi leggerle anche se sei laureato in materie umanistiche 😛

    • Ma è più difficile, per gli umanisti: devono assumere la posizione adatta al genere, poi disporre il volto in una delle Sedici Espressioni Consentite, e annotare a margine le loro riflessioni.
      Un casino.
      Noi scienziati apriamo il libro e via.

      • Volendo non scherzare e prendere seriamente quanto detto, rispecchia perfettamente un passaggio che ho trovato in “Something like an autobiography” di Kurosawa: annotava pedissequamente ogni reazione e riflessioni che aveva leggendo i classici occidentali e poneva attenzione nella posizione di lettura, vietando la lettura stando sdraiati sul letto.

  2. Concordo sul pezzo… anche in quella parte che ho capito poco perché vado sulla fiducia ^__^

    Hype ancora altissimo e… splendida questa immagine per la copertina, secondo me da tenere questa tutta la vita!!!

  3. Hype a millemilioni! Non vedo l’ora.
    Ma noi che siamo solo teatranti, praticamente dei guitti di strada, potremo leggerlo normalmente? 😀

  4. Bellissima copertina. Aspetto e spero.

  5. Lo troverò su Amazon al solito?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...