strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Patreon: il New Deal

13 commenti

unnamedCome cantavano gli Styx, Nothing Ever Goes as Planned – ho lanciato la mia pagina Patreon il 1 ° dicembre 2017, e circa una settimana dopo Patreon ha annunciato che stanno cambiando il sistema di pagamento.
Quello che segue è il testo “ufficiale” suggerito che dovrei postare per i miei follower, per spiegarti cosa succederà:

In passato, coprivo io la commissione del 5% di Patreon e tutte le spese di elaborazione per tutti i miei supporter. Ciò significava che ogni mese vedevo dal 7 al 15% dei miei guadagni sparire per coprire le spese di elaborazione.
A partire dal 18 dicembre, Patreon applicherà una nuova commissione di servizio del 2,9% + $ 0,35 a ciascuna delle vostre singole donazioni. Questa tariffa di servizio aiuta a mantenere in funzione Patreon e standardizza le mie spese di elaborazione al 5%.
Ciò garantisce che i creatori come me mantengano più guadagni per continuare a creare contenuti di alta qualità. Spero che voi tutti comprendiate  capisca e continuiate a sostenermi su Patreon. Potete leggere di più sul costo del servizio qui.

Spero che voi tutti comprendiate … mio Dio!

Ora, questo è stato uno shock – la mia pagina Patreon è stata un successo, e sta andando bene, e sono estremamente grato a tutti i miei sostenitori ed entusiasta dei risultati. Ho grandi speranze e grandi progetti per questa cosa di Patreon, che voglio far crescere sia per me che per i miei follower. Ma ora, solo un mese dopo, Patreon ha deciso che farà pagare di più ai miei follower perché mi aiutino.

Questo è male.

Facciamo un po ‘di matematica su carta e penna.
Con il vecchio accordo, per 1 dollaro versato dai miei supporter, ottenevo 90 centesimi, forse qualcosa di meno, a seconda del costo della transazione. Ai miei sostenitori italiani vengono anche addebitati 20 centesimi per dollaro, a causa dell’IVA italiana.
Con il nuovo accordo, incasso 95 centesimi di dollaro, ma i miei supporter devono sborsare 1,38 dollari – e i miei sostenitori italiani devono aggiungere 27 cent a quello, portando il totale a 1,65 dollari spesi per farmi ottenere 95 centesimi.

Tutti, ma tutti su Patreon si aspettano una grande perdita di supporto – in particolare i sostenitori di 1 dollaro rischiano di svanire, e davvero, possiamo biasimarli?
Questo colpirà duramente soprattutto quei creatori che hanno appena iniziato – proprio come me – perché questo cambio di regole potrebbe far infuriare i loro primi supporter. Quelli che hanno dato loro la loro fiducia, e si sentiranno traditi.

L’alternativa, sottolinea Patreon, è che voi ragazzi doniate di più.
Per una donazione di 5 dollari, io ottengo 4 dollari 75, e i miei sostenitori pagano 5,50 (ma quasi 6,60 dollari se provengono dall’Italia). Sì, proporzionalmente è meno.
Che gran consolazione.
E chiunque impegni 10 dollari pagherà solo 10,64 per far ottenere a me 9,50.
La strategia sembra infatti progettata per uccidere le promesse da 1 dollaro.

Questo è male.

Allora, cosa fare?
Non sono autorizzato a coprire il vostro l’extra – Patreon non mi offre questa opzione.
E non posso costringere voi ragazzi a continuare a sostenermi.
Tutto quello che posso e voglio fare è lavorare di più così che io possa dare di più ai miei supporter.
Perché se decidete di sborsare di più, devo far sì che ne valga la pena.

A partire da ora i sostenitori di un dollaro riceveranno quattro post esclusivi a settimana invece di due, oltre ad altri vantaggi che sto ancora cercando di inventarmi. Altri livelli di donazione riceveranno di più in proporzione: più storie, più materiale.
E se c’è qualcos’altro che pensate possa funzionare, per favore fatemelo sapere nei commenti. Questa è per me una sorta di emergenza, quindi sto improvvisando e facendo progetti mentre le cose accadono.

So che c’è una petizione per chiedere a Patreon di riconsiderare, e l’ho firmata. Vi invito a fare lo stesso. Ho questa strana sensazione in questo momento, che la mia pagina Patreon è stata lanciata il 1 ° dicembre e Patreon sta lavorando per ucciderla entro il 18.
Sono disposto a combattere perché non succeda, ma ho bisogno di aiuto.

Ah, una nota volante: no, questo non significa che “certe cose non funzionano”, “son tutte truffe”, “lo dicevo io”, gne gne gne.
È proprio perché Patreon funziona che l’azienda ha deciso di alzare le tariffe.

Annunci

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

13 thoughts on “Patreon: il New Deal

  1. Questa mattina è arrivata anche a me, in quanto sostenitore, la stessa mail. Non ti nascondo che ho rosicato parecchio… Per quanto mi riguarda, tutto quello che mi sento di fare è dirti che hai ancora il mio supporto, che per ora è al “secondo livello” ma che spero di poter portare al terzo entro il 2018. Perché la cosa di Storium mi intriga parecchio… Spero che anche gli altri patrons la pensino così. Keep going! Buon lavoro

    • Grazie.
      La maggior parte dei miei supporter sono al secondo o terzo livello,e quindi sono quelli che sentono di meno la mazzata – che però c’è.
      Ti ringrazio per la fiducia.
      Ora ho dei motivi in più per scrivere più in fretta 😛

  2. Sarà anche la conseguenza di una legge di mercato, ma a te dovrà sembrare roba da legge di Murphy!
    Mi farò un giro su Change 😉

  3. Ho letto il post..e ho deciso di aderire oggi. E’ un piccolo modo per dirti grazie di tutto quello che hai scritto e prodotto da quando ti seguo (direi dal 2010) e soprattutto per essere stata una fonte di ispirazione per tante cose, troppe da elencare in un commento.
    Continua così

  4. Alla fine è un caffè in più. Fa incazzare per i modi, ma non è certo colpa degli autori. E è un caffè in più. La scelta di dare un supporto annuale, nei limiti delle possibilità che uno ha, dovrebbe andare al di là della cifra. Stiamo parlando di cifrette. A me ad esempio ha dato più fastidio l’IVA.
    Certo, i supporti da un dollaro perdono ogni senso, probabilmente. Ma se un autore sceglie di tenere botta e restare, oltretutto fornendo lavoro in più, in fondo trovo corretto anche in principio mantenere il supporto da parte dei donatori e fare uno sforzo aggiuntivo. Tutti. Non mancando di fare il possibile per far pressione su patreon per l’imposizione. Il link della petizione?

    • Illink dellapetizione dovrebbe essere nel post.
      E sì, sonocifre irrisorie – ma mettiamoci nei panni di chi magari supporta venti autori con un euro a testa, e si trova improvvisamente a pagare 30 euro al mese anziché 20…
      Pessima scelta da parte di Patreon, e potenzialmente suicida.
      Però sì, anche a me dà più fastidio l’IVA sulle donazioni.

  5. In risposta alle modifiche di Patreon anche GumRoad ha annunciato enormi cambiamenti. Tutti abbastanza positivi però.

  6. Domanda stupida (tl;dr): quindi se io non faccio nulla patreon comincerà (credo a gennaio) a prendere quei 35cent in più senza che io debba approvare, o devo approvare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.