strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

6 thoughts on “senza parole

  1. Già. Mi viene solo un po’ da piangere, al pensiero che ora vivo in un Paese più cattivo, più razzista, più violento nelle parole e nei fatti. E ho una figlia che, se non farò qualcosa, dovrà crescerci.

    • Se ti può consolare, lo era già, così cattivo, razzista e violento nelle parole e nei fatti.
      Ora è semplicemente venuto allo scoperto.
      Bisognerà farsi forza e tenere duro.

      • No, non mi consola purtroppo. Anche perchè si percepiva, questo clima, ma non se ne immaginava la portata. Almeno, io non la immaginavo. Messa così mi domando se non sia più opportuno lasciar affondare la nave guardandola dalla riva… Del resto, riprendendo la similitudine che hai fatto qualche giorno fa, in quegli anni terribili chi lasciò la Germania (e l’Italia) per tempo ci vide lungo e si risparmiò sofferenze enormi, o peggio.

        • “Salvatico è chi si salva”, diceva Leonardo Da Vinci.
          La fuga sarebbe forse l’unica opzione.
          Ma dove? E non tutti, ahimé, possono (ma io ho avviato un salvadanaio per finanziare l’espatrio).

  2. E pensa che quel giorno lì non c’è rimasto secco nessuno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.