strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Hobby: Come Trovare il Tempo (prima parte)

11 commenti

Si era detto di parlare di hobby, giusto?
Ma la questione era subito emersa – dove trovare il tempo?

E non è una domanda da poco, e non è un argomento marginale, perché il tempo È NECESSARIO trovarlo.
È una questione di sopravvivenza.
La gig economy da una parte1, e l’elevatissima connettività dall’altra rischiano seriamente di consumare le nostre ore di veglia.
Scrivere per pagare i conti (facciamo un caso autobiografico) significa per lo meno otto ore alla tastiera, tutti i giorni. Ike Asimov diceva che lui per non avere distrazioni abbassava le tapparelle e si convinceva che fuori infuriasse la tempesta – e in effetti, è quello che faccio io.
Il rischio serio è quello di alzarsi alla mattina, sedersi al computer, alzarsi dal computer e andare a dormire – e nel mezzo consumare qualcosa di orribile chiamandolo “pranzo” o “cena”, ma semnpre davanti al video.
Poi per distrarsi… Netflix. O Amazon Video.
O qualunque altro servizio online di streaming.

Screenshot from 2018-04-16 18-22-14

Ci sono due segnali, due campanelli d’allarme che ci avvisano che stiamo perdendo il controllo

  • Mangiamo alla scrivania
  • Non sappiamo più con precisione che giorno sia, perché in fondo non ha importanza.

Tocca correre ai ripari.
Perciò proviamo a fare un post su come trovare il tempo.

Quello del trovare il tempo è un argomento classico dei blog che si occupano di scrittura – moltissimi autori scrivono nel tempo libero e hanno un lavoro vero per mantenersi. Questo non vuol dire che la loro scrittura sia necessariamente un hobby, ma molte delle strategie che utilizza chi scrive facendo un altro lavoro si adattano abbastanza bene a qualsiasi hobby noi si decida di praticare.

Le idee che seguono sono ricavate da alcune dozzine di testi e articoli sull’argomento, e sono più o meno rimaneggiate per adattarsi ad attività che non siano la scrittura (o la lettura).

Un primo passo consiste nel fare una revisione della nostra giornata e della nostra settimana. Ci si siede – e si annotano le attività svolte giorno per giorno, ora per ora.
Ci sono momenti liberi?
C’è del tempo sprecato?
Fare una lista cartacea e usarla per scarabocchiare è molto utile.

La revisione ci aiuta a trovare l tempoche potremmo dedicare ai nostry hobby.
Ora, chiaramente, è molto più facile leggere, o scrivere, o fare le parole crociate, mentre si è in coda al supermarket che non costruire trenini, o dipingere miniature, o collezionare minerali o francobolli, o andare a pesca.
Ma avere una buona mappa della nostra giornata tipo, e della nostra settimana tipo è un buon modo per evidenziare tempo libero, e magari avere qualche idea mediante la quale, riorganizzando un paio di attività, riusciamo magari a costruirci un’ora libera dopo cena, o prima di colazione.

Le attività evidenziate nella nostra revisione si possono organizzare gerarchicamente. Chi si occupa di time management distingue tra urgente e importante nella gestione del tempo

  • Rispondere al telefono è urgente
  • Andare regolarmente dal medico per una visita di controllo è importante
  • Ritirare i bambini all’uscita dalla scuola è urgente e importante
  • Controllare Facebook non è urgente e non è (probabilmente) importante

Quindi è bene fare prima le cose molto importanti e molto urgenti, poi le cose molto importanti e meno urgenti, eccetera.

A questo punto, dobbiamo dare un’occhiata al nostro hobby.
In cosa consiste?
Possiamo farlo nei ritagli di tempo?
Uno dei mie hobby è cucinare – ne parleremo, ma per intanto non posso che oservare quanto sia meraviglioso, perché sono obbligato a praticarlo almeno una volta al giorno, con un extra tutte le volte che vado a fare la spesa.
Non potrei dire lo stesso dell’origami (che non è un mio hobby) o della pratica del flauto traverso (che era un mio hobby).

ice-sculpting-hp-orig

Se il nostro hobby richiede tempo e luogo dedicati (lo studio dove mi servono almeno due ore per scolpire statue di ghiaccio con la motosega – ancora una volta, non un mio hobby), dovremo cercare di incastrarli. Può essere difficile, ma la revisione serve proprio a quello – trovare il tempo e se possibile riorganizzare la nostra giornata.

A questo punto, come spendere quel tempo dipende essenzialmente dalle nostre priorità.

Quindi, passo successivo, una lista delle priorità.
Una volta individuato come spendiamo il nostro tempo, cerchiamo di decidere qualisono le nostre priorità.
Staccare un minimo è indispensabile.
Conta come “staccare” portare a spasso il cane?
Possiamo perciò definire un tempo ben speso e un tempo che si potrebbe spendere meglio.

bruce-lee-aplaudiendo-66476C’è questa storia che racconta John Hyams, su Bruce Lee – Bruce Lee sosteneva che il tempo è l’unica cosa che ci possono rubare e non ci potranno mai restituire, e perciò si accertava di levarsi dai piedi chi gli faceva perdere tempo, senza pietà.
Il tempo è prezioso.
È una buona politica.

La TV è di solito la prima a venire eliminata.
È davvero urgente e importante che io guardi X Factor, o la sedicesima replica di Star Trek?
E oltretutto, con la TV on demand, posso guardare ciò che ritengo importante (ma non urgente) in qualunque momento.

Alla fine, facendo questa revisione, quanto tempo possiamo recuperare?
Dipende da un sacco di fattori, ma io credo sia ragionevolmente possibile recuperare almeno due ore la settimana, per una persona con una famiglia e una vita normale, in una città di medie dimensioni.
Se vivete soli e derelitti in una città fantasma dell’Astigianistan, potreste recuperare due ore la giorno.

E qui per ora ci fermiamo.
Dovremo anche parlare del fatto che staccare una volta ogni tanto, serve – che sia il weekend se questo ci viene concesso dal nostro datore di lavoro, o una giornata di nostra scelta. Ma staccare è importante.


  1. ne riparleremo 
Annunci

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

11 thoughts on “Hobby: Come Trovare il Tempo (prima parte)

  1. ok, ho deciso che il mio hobby primario sarà leggere il tuo blog e quello secondario intagliare statue di ghiaccio con la motosega.
    Ora aspetto la seconda parte
    ^__^

  2. La scoperta dell’acqua calda è quella degli audiolibri: permettono di utilizzare alcuni tempi morti o sovrapporre più attività (dare una rinfrescata al Don Chisciotte, fare la spesa o due passi al parco o sfruttare i tempi dei trasferimenti in auto). Segnalo in particolare il programma Ad Alta Voce di radio tre: ha prevalentemente classici della letteratura ma i podcast sono gratuiti e di solito le letture sono buone. Certo non si sente l’odore della carta…. 😉

    • Sì, gli audiolibri sono una buona soluzione, anche se io – dopo aver perso un’uscita dell’autostrada e fatto quasi trenta chilometri in più l’ultima volta, con gli audiolibri ci faccio attenzione 🙂

  3. Leggere strategie evolutive dove lo metto? È un hobby? Ricordo con orrore quando avevi deciso di sospendere le pubblicazioni… ho già un lavoro precario, aggiungerci un hobby precario sarebbe terribile.

    Mi accorgo che youtube è per me un hobby, il mio lavoro mi permette di ascoltare mentre lo eseguo (alla faccia delle teorie sul multitasking impossibile per l’uomo), e di fatto preferisco un audiolibro o un documentario a della musica, e di documentari ne faccio fuori a bizzeffe. La playlist automatica di youtube (visto che non guardo ma ascolto soltanto) poi mi porta a certa roba incredibile e in mezzo a tanto ciarpame più spesso di quanto credessi capitano piccole perle e personaggi degni di essere ascoltati.

    • Quello dileggere uno o più blog (così come seguire vlog e podcast) è certamente un hobby – e sulla precarietà, purtroppo non dipende da noi.
      I blogger fanno una vita incerta 😛

  4. Oh, dimenticavo, non so se lo usi, ma per noi freelance è decisamente utile qualcosa tipo rescuetime, ti fa vedere quanto tempo spendi al PC e su cosa in particolare, cosi scopri con orrore che la settimana precedente hai perso 10 euro della tua vita su facebook (ma io lo uso anche per lavoro per pubblicizzare prodotti o miei lavori, ma sono certo che 10 ore sono state dedicate al cazzeggio per almeno 90%)

  5. Fantastico post. Avrei dovuto leggerlo vent’anni fa, quando sono andata in pensione, ma non è mai troppo tardi…. Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.