strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

La Diavolessa su Patreon

Lascia un commento

E ora anche i miei supporter su Patreon che non amano leggere in inglese hanno la loro versione di La Diavolessa dai Capelli Bianchi pronto da leggere su Patreon.
Perché io valgo.
O qualcosa del genere.
In effetti sono i miei supporter che valgono l’impegno.
Grazie a tutti!

E mentre ero qui che lavoravo ad altri progetti, mi sono detto… perché non mettere un’anteprima qui su strategie?
Visto mai che a qualcuno venga voglia di diventare mio supporter…

La Dimora delle Nevi incombe sulla valle di Hoyaiita, e attraverso gli alti valichi gli uomini vanno e vengono tra Gurkani a sud e il Regno di Mezzo a nord, e vengono scambiati beni e storie.
Stupa e stendardi di preghiera segnano le strade tra quei due potenti imperi, e un tempo fortezze si ergevano lungo il cammino, con uomini coraggiosi che si prendevano cura dei viaggiatori ed esigevano tasse sulle loro mercanzie. Ma ora i forti sono abbandonati, i corvi nidificano nelle loro torri, e animali selvaggi e fantasmi infestano i bastioni fatiscenti. Eremiti e fachiri talvolta si avventurano fra gli alti crepacci della montagna, alla ricerca della conoscenza, o all’oblio, e un uomo che passi attraverso la Dimora delle Nevi deve difendersi da solo, dicono, in questi giorni, perché nessun’altro lo farà; e c’è una buon ingaggio per le spade mercenarie che vogliono sfidare le vette, il tempo e i banditi.
E quelle sono solo le più banali fra le minacce delle cime innevate.

himalayas

Il vertice della Dimora delle Nevi è spesso avvolto nella nebbia, come il fumo di una pipa da oppio, pesante di pioggia e strani sogni, e cumuli di neve come ciocche di capelli chiari a volte fluttuano nel vento, catturando i raggi del sole. Ci sono storie, in effetti, di una creatura dai capelli bianchi, che vive in alto nella Dimora delle Nevi, in un palazzo di ghiaccio e cristallo, i suoi capelli spazzati dal vento pallidi come neve guidata, e nessuno l’ha mai incontrata, se non nei propri sogni; e quelli che scalarono la montagna, seguendo la visione della sua gelida bellezza, non tornarono più; e se sia una donna o una demone, una principessa o una strega, è una faccenda per i cantastorie, e raramente costoro sono d’accordo.
Ma sono d’accordo con un sol uomo, e anche i viaggiatori, sugli altri pericoli della montagna. Il temuto Shanhui, il cane con la faccia di un uomo, che si dice ingesti i sentieri alti, facendosi beffe e adescando i viandanti, e la cui sola vista porta sfortuna.
E i migoi, quelli che vagano per le tempeste di neve, si dice vivano nelle profonde caverne scavate nei fianchi della montagna, né uomini né scimmie. I mercanti a volte incontrano questi uomini delle nevi, e vivono per raccontare la loro storia, mentre bevono vino caldo nei villaggi, tremando più che per il freddo, e il vento notturno ulula all’esterno.
A volte si vedono luci nel cielo, sopra la Dimora delle Nevi, e strani rumori rotolano giù dai fianchi delle montagne. “È il ghiaccio che si frattura”, dicono alcuni, che hanno studiato nelle accademie di questo impero, o quello. “È una bestia sconosciuta che urla la sua sfida al mondo”, dicono altri, sfiorando il filo delle loro spade.
“È la strega dai capelli bianchi, che chiama il suo amante perduto”, affermano gli abitanti del villaggio, osservando la montagna con sospetto. Ma tutti fanno i gesti necessari per tenere a bada la sfortuna, e si affrettano sulla loro strada, tenendosi occupati con le loro faccende quotidiane.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.