strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Ragazzini Ficcanaso

5 commenti

Ve la ricordate l’estate del ‘77?
Certo che ve la ricordate!
Fu nell’estate del ‘77 che durante le loro vacanze a Blyton, Oregon, i ragazzi del Blyton Summer Detective Club risolsero il caso del mostro di Sleepy Lake – che era in realtà un poco di buono che si travestiva da uomo-lucertola per allontanare i curiosi da Villa Deboen, e poter cercare indisturbato il favoloso (e probabilmente mai esistito) tesoro del Vecchio Deboen.
E ci sarebbe anche riuscito, se non fosse stato per quei ragazzini ficcanaso.

Screenshot from 2018-07-22 16-43-34

Tutti si ricordano l’estate del ‘77.
Soprattutto Andy, Kerri, Nate e Peter, i membri del Blyton Summer Detective Club.
Ma ora è il 1990, e le cose sono molto diverse.
E il caso del Mostro di Sleepy Lake forse non è mai stato chiuso davvero.

Screen-Shot-2017-07-10-at-9.48.57-PMMeddling Kids, secondo romanzo di Edgar Cantero, è una delle cose più francamente divertenti lette in questi mesi.
È una commedia.
È un horror.
È una storia che mescola i cartoni animati di Scooby Doo e la Banda dei Cinque di Enid Blyton, Stephen King e H.P. Lovecraft, ed è farcito di citazioni e riferimenti alla cultura popolare e in particolare all’horror e al mistero.
Riesce ad essere citazionista senza peraltro essere sfacciatamente paraculo come Ready Player One, ed ha il vantaggio di avere una trama che non è rubata da un vecchio film con Vincent Price1.

Apparentemente, il romanzo venne presentato come “La Banda dei Cinque contro Cthulhu”, ma poiché nessuno in america conosceva i libri della Blyton, l’editore suggeri di spingere un po’ di più su Scooby Doo (che, di fatto, era già abbastanza copiato dalla Blyton, perciò OK). Nel mix, personaggi e situazioni ne escono molto bene – non si tratta di semplice citazionismo, o di parodia, o di copia carbone. Per chi coglie i riferimenti, il divertimento è doppio, ma per chi non li dovesse cogliere, la storia è ancora decisamente solida e coinvolgente.

Tutto ruota a ciò che accadde a Villa Deboen in quella fatidica notte del 1977, prima che i ragazzi e il loro cane catturassero il malvagio con una trappola che includeva un carrello porta vivande e una rete da pesca.
Perché qualcosa è successo.
A tredici anni di distanza, Kerri, il cervello del gruppo, è una venticinquenne alcoolizzata che soffre di incubi e spreca una laurea in biologia facendo la cameriera in un bar.
Andrea, che ancora si fa chiamare Andy, ed era il maschiaccio del gruppo, è ricercata in due stati ma per il resto è OK – basta che eviti il Texas e l’Ohio, e gli aeroporti.
Nate, il più giovane del gruppo, quello appassionato di fantasy e horror, è da anni rinchiuso in un manicomio. Ad Arkham.
E Peter è morto. Probabilmente suicida.
E se tutto ruota attorno a villa Deboen, ed agli eventi di quella notte di tredici anni prima, allora Andy è ben decisa a metterci la parola fine – e per far questo ha bisogno di riunire gli Investigatori.

9781785658761Il romanzo ha il taglio dell’avventura young adult, e non dubito che lettori sopra i dodici anni potrebbero apprezzarlo – ma si perderebbero probabilmente una valanga di riferimenti, che sono stati messi lì apposta per quelli che young forse non lo sono più, ma che sono cresciuti con questo genere di storie.
È curioso, partire con Scooby Doo, passare per Stand By Me per poi arrivare a Le Montagne della Follia, magari facendo tappa in The Blair Witch Project, ma il tragitto è grossomodo questo, e se lo stile di Cantero – narratore e fumettista nativo di Barcellona che scrive direttamente in inglese – garantisce un sacco di risate, l’azione è tesa, i mostri sono mostruosi, e la risoluzione del mistero è abbastanza cervellotica e demente da soddisfare tutte le premesse. Strada facendo c’è anche il tempo per fare una tappa a Raccoon City, per cambiare una gomma.

Il romanzo viene presentato come la prima avventura del Blyton Summer Detective Club.
Ce ne saranno altre?
Me lo auguro davvero.


  1. il film in cui il miliardario creatore di giochi lascia tutto ciò che possiede a chi riuscirà a vincere il suo ultimo gioco… non ditemi che non lo conoscete. 

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

5 thoughts on “Ragazzini Ficcanaso

  1. Sembra molto simpatico. Da come ne scrivi, mi ricorda anche una fettina dei Sette soldati della vittoria – storia di supereroi DC a episodi: in una delle storie, un gruppo di ragazzini in gamba (più un cane, fino ad arrivare a sette) crescendo si perdeva a causa di un nemico troppo grande. Questi mi sembra ne siano usciti meglio, però 😉

  2. Interessante. Scrivi che è il secondo romanzo di Edgar Cantero, il primo come si intitola? Un cordiale saluto e grazie per queste attraenti chicche!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.