strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

L’evoluzione fra virgolette

9 commenti

Ci sono cose minuscole che però destano la mia infinita perplessità.
Dev’essere quella che Fritz Leiber chiamava la Maledizione delle Piccole Cose e delle Stelle – un inequivocabile segno della vecchiaia che avanza.

51tuolRbYcL._SX314_BO1,204,203,200_Mi hanno regalato una copia di La Sesta Estinzione, il bel saggio di Elizabeth Kolbert. Le estinzioni di massa sono state una parte consistente del mio percorso accademico, e mi piace leggere a riguardo.
Lo so, è macabro, ma preferisco una bella estinzione di massa a un brutto libro di narrativa.

Ma c’è una cosa…
La quarta di copertina recita…

La specie che, a un certo punto della sua storia, si è autonominata “specie dell’homo sapiens”, nel corso della sua “evoluzione” ha alterato profondamente la vita del pianeta.

… e io mi domando, perché le virgolette attorno a evoluzione?
Le virgolette per specie dell’homo sapiens (metterci la maiuscola al genus Homo sarebbe stato carino, ma OK) sono a sproposito, ma si tratta quasi di una citazione dal prologo del volume, quindi possiamo passargliela.
Ma evoluzione?
Perché virgolettato?

È interessante, se ci fate caso.
Metteteci le virgolette, e improvvisamente in quella frase si percepisce un senso diverso, come se l’evoluzione umana fosse un’evoluzione per modo di dire.
Non una vera evoluzione1.
Aggiungeteci che la specie “si è autonominata” ed aleggia su quella frase un vago senso di arroganza dei sapiens, che si sono dati un nome da soli e pretendono pure di essere evoluti.

Il volume – che è vivamente consigliato, tra l’altro – ha un utile indice analitico che permette in un paio di minuti di appurare che no, da nessuna parte nel testo la parola evoluzione appare virgolettata, e in effetti il saggio prende la teoria dell’evoluzione umana molto sul serio.

Quelle malaugurate virgolette sono quindi una scelta dell’editore.
Perché?

Lo so, sono minuzie, ma che ci volete fare, io sto diventando vecchio. E mi urta che un saggio scientifico venga presentato con quel virgolettato antiscientifico in quarta di copertina.
Me lo hanno regalato.
Se l’avessi visto in libreria, preso in mano, guardata la quarta, con quella semplice coppia di virgolette forse l’avrei lasciato dov’era, perché l’impressione che si ricava è che si tratti di un testo che porta avanti teorie antiscientifiche.


  1. e potrebbe anche trattarsi di evoluzione sociale, o culturale… ma sempre comunque senza virgolette. 

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

9 thoughts on “L’evoluzione fra virgolette

  1. Forse è un assist per i cosiddetti “antispecisti”, quelli che pensano che l’essere umano sia il più grande abominio della natura – e così facendo, per me, mostrano un notevole specismo, ma forse sono io, a vedere i fantasmi…
    Che poi non sarei nemmeno del tutto in disaccordo: alcuni specifici esseri umani (quelli troppo avidi, troppo rabbiosi, troppo desiderosi di controllo) li trovo abominevoli 😛

  2. Letto tre anni e ci arrivai perché da questo saggio, e da un altro che adesso non mi sovviene ma che non mi risultava essere stato tradotto, James Rollins prese spunto per il suo romanzo Estinzione. A me piacque, come può piacere a uno che può essere sì curioso, ma non competente. Faccio un esempio della mia ignoranza in merito: è sul quel testo che ho scoperto che siamo ibridi neanderthaliani… perlomeno per il 3%

    • Sì, è stato un libro molto influente anche in ambito narrativo.
      Ed è molto aggiornato – e accessibile.
      Il livello della saggistica scientifica non è mai stato alto come in questi ultimi anni. Curioso, considerando quanto abbia preso piede il culto dell’ignoranza di cui parlava la buonanima di Asimov.

  3. La migliore risposta che h trovato finora a quelle virgolette è “Breve storia del tutto” di Ken Wilber.” Riposte a domande che nemmeno sapevo di avere.

  4. Leggendolo avrei dato per scontato che mettesse fra virgolette perché si riferisce a evoluzione tecnologica. Ma vedo nella nota che anche li non ci sarebbero volute le virgolette. Forse quindi quelle virgolette ci sono perché l’editore non giudica una evoluzione il progresso tecnologico, evidentemente per far piacere a tutta una fetta di pubblico..? Mi sto seriamente interrogando, non voglio suggerire niente, mi interessa effettivamente capire il perché della scelta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.