strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Buoni propositi per il 2019

10 commenti

Buoni propositi per l’anno che viene, un post classico che, mi dicono, non può mancare sul blog del blogger che non deve chiedere mai. Non che sia facile: da anni, ormai, non posso permettermi di pianificare con più di due settimane di anticipo, ed è un continuo ottovolante. Ma fin qui è andata, no?

C’è qualcosa che davvero davvero voglio per l’anno che viene, al di là delle basi – pagare i conti, essere in buona salute, vivere bene?
Scrivere di più, scrivere meglio.
Allargare il mio pubblico.
Avere più supporter su Patreon.

Nel 2018 ho autopubblicato 31 ebook, 15 dei quali sotto pseudonimo – questo senza contare le storie che hanno ricevuto in esclusiva i miei supporter su Patreon.
Ho anche piazzato una dozzina di articoli in giro per riviste diverse, e lavorato a parecchie traduzioni. Ho venduto un paio di storie, ed ora siamo in attesa che vengano pubblicate.
Ho piazzato uno spin-off di Aculeo & Amunet su Occult Detective Quarterly.
E ho scritto un po’ di materiale per giochi di ruolo.
Bene, ma si può migliorare.
Si deve migliorare, se si vuole sopravvivere.

Ho anche scritto (ad oggi) 615 post su Karavansara e 240 (incluso questo) su strategie evolutive, per un totale di 323.000 parole.
Quest’anno ha anche segnato la data storica in cui Karavansara ha superato strategie per numero di visite – e proprio ieri Karavansara ha superato le 250.000 visite dal suo avvio nel 2013… è ancora lontano dal milione e seicentocinquantamila visite di questo blog dal 2007, ma sta crescendo bene.

Ma un singolo proposito per il 2019?
Sì, c’è.

Negli ultimi tre mesi, dal primo di ottobre, ho spedito dodici storie ad altrettanti editori e riviste, fra America e Inghilterra, Australia e Canada. Circa 60.000 parole in tutto.
Due sono state accettate, due sono state rifiutate – una, due volte di seguito – e quindi rimangono otto storie in attesa di un responso.
È una media di quasi quattro storie al mese, e mi piacerebbe mantenere questo ritmo – una storia alla settimana, sulla base del principio di Ray Bradbury che è impossibile scrivere 52 storie brutte di fila in un anno.

Sul principio di Bradbury si va a sovrapporre la vecchia regola di Heinlein – per cui le storie respinte si sistemano, si ripuliscono e si rispediscono. La mia storia rifiutata due volte è al momento in valutazione da un terzo potenziale editore. È rimasta ferma per un totale di quindici minuti fra il secondo rifiuto e la terza spedizione.

E per il 2019 mi piacerebbe piazzare una storia (almeno una storia!) su una rivista di primo livello.
Al momento ho qui sul mio desktop le linee guida di Alfred Hitchcock’s Mystery Magazine (poliziesco, fino a 12.000 parole) e di Ellery Queen’s Mystery Magazine (poliziesco, tra le 5000 e le 8000 parole).
Le linee guida di Asimov’s Science Fiction e di Interzone sono qui in un file a parte. In questo periodo sono in vena di thriller.

Mi piacerebbe per la soddisfazione di farcela, per il pagamento (queste sono riviste che pagano bene!), per la circolazione. Se arrivare a pubblicare con i miei attuali editori è stato come laurearmi, questo sarebbe come ottenere il dottorato.
Non è facile, la selezione è durissima, i tempi di risposta sono lunghi.
Ma c’è una componente di sfida con me stesso che è parte del divertimento.

Perciò, passerò gli ultimi tre giorni dell’anno a pensare a un crimine (dio sa che la lista di persone che proverei un certo piacere ad uccidere si allunga anno dopo anno), ed al modo migliore per raccontarlo. E poi proverò a scriverla e spedirla, questa storia. E staremo a vedere. C’è un anno, e in quest’anno voglio riuscire a vendere almeno una storia a una major.
Queste sono le mie aspirazioni ed i miei buoni propositi per il 2019.

Intanto, c’è una mia novelette in valutazione presso Black Mask.
Che non sarebbe male, no? Se andava bene per Hammett e per Chandler…

Ah, sì, mi piacerebbe anche scrivere un western. Mettiamolo come buon proposito dis corta.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

10 thoughts on “Buoni propositi per il 2019

  1. E’ un piacere seguirti, leggere le tue storie un giorno sarà fantastico poter dire: lo sapevo! Per curiosità, se ti va di dirlo, quanto pagano le riviste che menzioni?

    • Grazie.
      Sulle cifre… Se parliamo di Ellery Queen’s o Hitchcock’s, o Asimov’s, la tariffa è dai 5 agli 8 centesimi a parola, sulla base della lunghezza e della qualità del lavoro, e dell’esperienza e del nome dell’autore (diciamo che Lawrence Block probabilmente prende più di quello che prenderei io, sconosciuto scalzacani italiano).
      Questo significa comunque che una storia di 6000 parole viaggia tra i 300 e i 450 euro, che non è affatto male.

  2. Apperò
    Risultati di tutto rispetto.
    Farò girare questo post fra i miei pigrissimi scrittori
    ^__^

  3. Ti auguro di veder realizzate le giustissime ambizioni che nutri, in bocca al lupo e spero che i tuoi sostenitori su Patreon aumentino. Auguri per un felice e proficuo 2019.

  4. Se serve qualcosa, fatti sentire 🙂 Hai avuto un anno impressionante come numeri e non vedo l’ora di vedere il tuo nome sulla cover di qualche pubblicazione “top”. Sic semper Mana!

  5. Buon anno!!!!! E buon lavoro. Se con pseudonimo hai pubblicato anche in italiano, mi dici quali sono gli altri tuoi nom de plume? Grazie!!!!! e ancora buon anno. A voi e a tutta la vostra gente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.