strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Gli idilli della regina

5 commenti

Phyllis Ann Karr è un’autrice di narrativa fantasy e poliziesca che da qualche tempo era sui miei radar, soprattutto perché i suoi lavori considerati migliori sono comparsi in quell’interregno del quale abbiamo parlato in passato, quella manciata di anni fra l’uscita del primo romanzo del ciclo di Shannara e la chiusura della prima trilogia di Terry Brooks, gli anni in cui il template fantasy si stava affermando ma non era ancora l’unica opzione sul tavolo.

E in effetti i romanzi della Karr deviano dal template fantasy e battono strade diverse. Grande esperta di leggende arturiane, la Karr ha spesso utilizzato la Tavola Rotonda ed i suoi cavalieri come base per i propri lavori. I giocatori di ruolo potrebbero ricordarla (o forse no, son passati 22 anni) come autrice dell’enciclopedico Arthurian Companion per Pendragon della Chaosium.
Un libro estremamente interessante legato a Camelot e ad Artù è The Idylls of the Queen, pubblicato originariamente nel 1982 da Ace Books, e ristampato da Wildside Press nel 2012.

Il romanzo prende le mosse da un episodio che compare ne La Mort d’Arthur di Mallory: durante un banchetto organizzato da Ginevra, il malcapitato cavaliere irlandese sir Patrise muore malissimo, e suo cugino sir Mador accusa la regina di omicidio, invocando la Prova di Dio per risolvere il mistero. Mentre il giorno della prova – in cui un cavaliere dovrà difendere l’onore e l’innocenza della regina combattendoc ontro Mador – si avvicina inesorabile e Lancillotto latita, tocca a sir Kay, siniscalco e fratellastro di Artù, cavaliere di non proprio limpidissima fama, cercare di risolvere il crimine ed evitare così che Ginevra bruci sul rogo.

La storia segue molto da vicino il testo di Mallory, ma lo amplia e lo modernizza – si legge molto più facilmente dell’originale – e crea un romanzo che è al contempo un fantasy storico e un intrigo poliziesco, andando a battere gli stessi territori che Randall Garrett esplorò con Lord Darcy. Riesceperciò ad essere un buon fantasy, un buonpoliziesco, e un interessante esercizio letterario, che costruisce una storia negli interstizi del lavoro di Mallory.

Raccapezzarsi fra i vari cavalieri e dame che popolano la Camelot crepuscolare del romanzo richiede qualche momento, ma l’autrice è abile nel costruire in maniera rapida e chiara una rete di relazioni, amicizie e rivalità che ci permettono di orientarci. E i riferimenti alle leggi ed alle pratiche investigative medievali (si suppone che il cadavere sanguini se toccato dalla vittima, ma solo se a, il fantasma del morto conosce l’identità dell’assassino e b, solo se si tratta di morte per ferita aperta) sono meravigliosi.

E considerando la popolarità della quale goide un romanzo come Le Nebbie di Avalon della Bradley, si rimane abbastanza sorpresi per il fatto che The Idylls of the Queen sia rimasto così a lungo nell’ombra – visto che percorre gli stessi territori, ed è tutto considerato più originale e più divertente. Ed è bello vedere per una volta sir Kay, disolito un comprimario abbastanza bistrattato, presentato come un uomo intelligente e capace, forse vittima – da buon detective in stile noir – dei propri difetti, ma capace di superarli.

Lo si vende in ebook, su amazon, per poco – ed è una lettura diversa dal solito fantasy che spesso ci ammorba.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

5 thoughts on “Gli idilli della regina

  1. Ti odio. Mi fai sempre spendere soldi. :).

  2. Grazie, acquistato or ora! Sei una miniera di suggerimenti, e anche economici! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.