strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Pedoni su una scacchiera storta: Ironclads

Lascia un commento

Dopo la Brexit e l’annessione delle isole britanniche all’Unione degli Stati d’America, le cose hanno preso una piega complicata. Nel momento in cui i governi di Svezia e Finlandia hanno deciso di scorporare alcune multinazionali, queste hanno risposto con le armi, ed hanno invitato gli USA ultraliberisti a dare una mano.
Una cosa rapida, una guerra da pochi soldi, in cui può capitare di essere bombardati dai droni dell’IKEA e dover colpire le posizioni tenute da un’azienda farmaceutica.
Solo che non è stata una cosa rapida, e mentre gli Scion, i rampolli dei consigli d’amminstrazione, duellano indossando armature mobili, i soldati di truppa devono cavarsela alla vecchia maniera. Sul terreno, dove gli scarponi calpestano la neve del Nord.
E quando un plutocrate corazzato scompare senza lasciare traccia, tocca al sergente Regan ed alla sua squadra, reduci dalle campagn ein Canada e in Sud America, penetrare oltre le linee, e cercare di capire cosa sia successo.

Ironclads, di Adrian Tchakovsky, è una novella nella collana di narrativa di media-lunghezza della Tor.com, ed è una storia all’apparenza semplice e “già sentita”: la squadra di cinque soldati scompagnati, sperduti in territorio nemico, che devono vedersela con mezzi limitati e tanta inventiva contro forze soverchianti, mentre si avvicinano pericolosamente al cuore della faccenda.

Ciò che rende la storia notevole è il modo in cui i personaggi interagiscono, l’economia con la quale Tchaikovsky ci fornisce di sfuggita immagini del mondo in cui la storia si svolge – un mondo in cui i Cristiani Libertari hanno preso il potere degli Stati Uniti, in cui alle donne viene impedito di laurearsi o di servire nell’esercito, in cui la politica è stata rimpiazzata dall’economia e il razzismo viene incoraggiato.

È agile, è cinico e cattivo, Ironclads, farcito di bioarmi e droni, trappole e mezzi blindati, in una guerra futura nella quale il soldato a piedi è tornato ad essere irrilevante al confronto della “nobiltà” corazzata.
Ma non tutto è come appare, e i cinque malassortiti membri della squadra del sergente Regan arriveranno molto più in lù di quanto chi li ha mandati in missione non avesse previsto.

A stampa sarebbero 160 pagine, ma in formato elettronico è meglio, fila via in un amen, e lascia con la voglia di leggerne altri.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.