strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Buscafusco ad Halloween

6 commenti

Mi si dice che postare un teaser delle nostre nuove storie a volte serve a suscitare la curiosità e l’interesse dei lettori.
E perché no?
È bello di tanto in tanto tornare ai nostri personaggi preferiti, per cui questo mese i miei sostenitori su Patreon della Five Bucks Brigade si sciroppano una nuova storia di Buscafusco, fatta di gatti neri e nebbie ottobrine.
Una cosa che fa più o meno così…

Nove di sera, martedì, ultima settimana di ottobre. Avevo trascorso la maggior parte della giornata in equilibrio su un tetto, riparando i danni causati dal vento la settimana precedente, assicurandomi che non piovesse all’interno. Per il lavoro, e per aver affrontato la minaccia hitchcockiana di una banda di piccioni grossi come tacchini che consideravano il tetto di loro proprietà, mi era stata pagata una settimana di generi alimentari e provviste al Lidl di Nizza Monferrato. Ora che il sole era tramontato e la pioggia batteva sul tetto della mia roulotte, stavo festeggiando con un filetto di pollo al curry in padella e Julie London che si sentiva sola a Parigi.
Il telefono cinguettò. Abbassai la fiamma e controllai la chiamata in arrivo. Il numero non mi era familiare.
“Signor Buscafusco?”
Donna. Bella voce da contralto, calda, senza accento.
“Solo Buscafusco,” dissi. “Il signor Buscafusco era mio padre.”
Rimase in silenzio per un attimo. Feci tacere Julie London.
“Io — mi dispiace chiamare così tardi. Mi chiamo Traverso. Ho avuto il suo numero da una sua amica,” continuò.
“Io ho molti amici,” mentii.
Si schiarì la gola. “Bella ragazza, capelli biondi. Lavora al Tambora.”
Caterina. Era una delle spogliarelliste del club. Brava ragazza, ex insegnante di pilates, aveva sposato uno stronzo, e dopo il divorzio si era dovuta reinventare. “Penso di sapere chi intende,” dissi.
“Ha detto, ha detto che lei aiuta le persone nei guai.”
Spensi il gas. “A volte lo faccio, sì.”
Lei rimase in silenzio.
“Dipende dal tipo di guaio,” aggiunsi.
Respirò profondamente e schioccò la lingua. “Qualcuno sta uccidendo i miei gatti.”

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

6 thoughts on “Buscafusco ad Halloween

  1. Ansioso di leggere la nuova avventura, Buscafusco ha quel non so che.

  2. Il manico d’accetta ha sempre il suo perché

  3. Vado a leggere! 😀 Adoro Buscafusco!

  4. Piace anche a ma, ma per ora non riesco ancora… Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.