strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Pochi, maledetti e subito – una manciata di ebook dell’ultima ora

5 commenti

Si era detto che avremmo messo giù una seconda lista di libri da regalare per Natale – ebook da poco prezzo, che costano meno di un biglietto d’auguri e potrebbero essere più graditi… perché un bel biglietto d’auguri si può sempre riciclare come segnalibro, ma non servono segnalibri per gli ebook. E gli ebook arrivano subito, per cui anche se avete scordato di fare il regalo, ed è la notte di Natale…

E quindi ecco una lista dell’ultimo momento, di ebook da pochi soldi che potrebbero piacere ai nostri amici.
E sì, sono tutti in inglese – perché parto dal presupposto che voi conosciate già bene quali autori e quali titoli in ebook sono disponibili in italiano là fuori, e meglio di me.
Perciò, ecco la lista.
Uniche regole – buoni libri che costino meno di un biglietto d’auguri. Diciamo un paio di euro al massimo.

Cominciamo con la raccolta completa dei racconti di Algernon Blackwood, uno dei giganti della letteratura sovrannaturale, e meritevole di essere bene in vista sullo scaffale di qualunque appassionato di letteratura fantastica.

Per chi ama l’avventura, quello che è stato definito “il Guerra & Pace dei romanzi avventurosi con dentro i dinosauri”, e forse la cosa migliore mai puibblicata da Lin Carter: Zanthodon. Avventuroso, divertente, ironico al limite della parodia, ed un omaggio sentito ai vecchi romanzi di Edgar Rice Burroughs.

Cambiamo marcia con Devil’s Road, un recente romanzo breve (o novella) vagamente post-apocalittico di Gary Gibson, a base di corse d’auto e kaiju. Devo davvero dirvi altro?
Auto veloci.
Kaiju.

Per chi volesse dare un’occhiata a Yoon Ha Lee, una delle voci più interessanti della nuova fantascienza hard oggi in circolazione, Extra Curricular Activities è un ottimo punto d’inizio.

Passiamo al poliziesco. Ho già parlato in passato di Margery Allingham, una delle regine del poliziesco classico. L’Allingham Minibus è un’ottima collezione di racconti, per conoscere questa scrittrice criminalmente dimenticata da troppi.

Cambiando registro, Kiss me when I’m dead, primo romanzo di Dominic Piper dedicato al detective Becket, è un aggiornamento ai tempi moderni dell’hard boiled e dei vecchi eroi dei pulp – un detective dai modi spicci, pronto a tutto per i propri clienti, con in più un paio di twist inaspettati. Brutale, sexy, divertente.

Torniamo al fantasy con In shadows we fall, una novella che serve da prequel e introduzione all’opera di Devin Madson, autrice australiana che merita decisamente di essere tenuta d’occhio. Intrighi di palazzo, violenza e poteri sovrannaturali in una ambientazione orientale molto ben costruita.

E poi un bel volumone massiccio, Redemption’s Blade di Adrian Tchaikovsky, high fantasy divertente e sottilmente revisionista, che risponde alla domanda “e dopo che abbiamo sconfitto l’Oscuro Signmore, cosa facciamo?”

E naturalmente questo post contiene dei link diretti verso pagine Amazon dalle quali, qualora voi doveste decidere di acquistare i libri che vi ho segnalato, io riceverò una modesta commissione. Che lo sapete benissimo, ma per legge ve lo devo ribadire.

E a questo punto, buona lettura e buon Natale.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

5 thoughts on “Pochi, maledetti e subito – una manciata di ebook dell’ultima ora

  1. Grazie dei preziosi consigli di lettura, Davide. Rinnovo qui i più sentiti auguri di buon Natale e di un 2021 pieno di belle sroprese.

  2. Non so se te li ho già fatti gli auguri, davide…. Se mi ripeto, perdonami.In questi giorni sono stata un po’ “a la coque”… ma adesso va meglio. Auguri a te, ad Alessandro, e a tutto il vostro mondo (compreso il blocco C). Ciao!!!!

  3. Mi ero perso questo interessantissimo post, stupido 2020!
    Grazie mille e i migliori auguri per quest’anno!
    Di Yoon Ha Lee ho letto solo Ninefox Gambit, e non mi sento di definirlo fantascienza hard, ma ammetto che posso averne capito solo la metà. Comunque il libro – consigliato qui – mi piacque e mi prendo l’antologia!

    • Io credo che Yoon Ha Lee sia il primo, dopo molti anni, a dare una piena applicazione della Legge di Clarke – una scienza sufficentemente avanzata è indistinguibile dalla magia.
      Buona lettura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.